CROCE VERDE LISSONESE

REGOLAMENTO INTERNO PER I VOLONTARI

 

Art 1 Per entrare a far parte dell' Associazione si deve fare domanda su apposito modulo ed avere compiuto il 18 anno di età. L' accettazione della domanda viene deliberata dal Consiglio ed e subordinata alla presentazione di:

-certificato di sana e robusta costituzione stilato dal proprio medico curante

-stato di famiglia

-certificato penale in carta libera

-N. 3 foto tessera

Art 2 Successivamente all'iscrizione il candidato dovrà frequentare un corso teorico pratico di Primo Soccorso organizzate dall' associazione alia fine del quale verrà rilasciato un tesserino di frequenza che da la posibilità di effettuare un corso di soccorritore. A conclusione si dovrà sostenere un esame presso la Sede dell' associazione, qualora l' esito sarà positivo svolgerà un addestramento pratico dei servizi in ambulanza della durata di 2 mesi Compatibilmente alle esigenze di servizio, e con la responsabilità del caposquadra, il neovolontario dovrà essere il terzo componente l'equipaggio. Al termine dell' addestramento il Consiglio Direttivo dell' Associazione, sentito il parere del responsabile addestramento -volontari, rilascerà tessera di socio attivo regolarmente vidimata.

Art 3 Le condizioni per poter guidare 1' ambulanza sono

-domanda scritta del Capoturno e sottoscritta dal milite

-età minima anni 21

-essere in servizio da anni 1

-avere la patente di guida da anni 3

-effettuare 10 guide al ritorno dei servizi e 15 guide complete in possesso del regolare foglio rosso di autorizzazione rilasciato dal Consiglio una volta ottenuta l' abilitazione KE.

-conoscere l' ubicazione dei principali Ospedali della zona, compreso Milano.

L'idoneità alla guida verrà comunque deliberata in via definitiva dal Consiglio e dallo stesso potrà essere revocata a suo insindacabile giudizio. Il KE conseguito rimane di proprietà dell' Associazione per la durata di 2 anni, qualora il milite sia dimissionario dovrà pagare il certificato a prezzo di costo.

Art 4 Tutti i volontari vengono assegnati ad un turno e nell' organico dello stesso compatibilmente alle esigenze organizzative dell' Associazione.

I volontari che svolgono anche le funzioni sanitarie ed amministrative assolvono al loro turno di servizio - qualora il Consiglio ne ravvisasse la necessità e previo il suo consenso formale - con attività da prestarsi non necessariamente a contatto diretto dell' utenza, purché il tempo impiegato non sia inferiore al turno operativo.

Art 5 II Caposquadra ed il suo vice devono preoccuparsi di tenere contatti con i propri militi indirizzo, telefono, ecc) in modo da poterli contattare tempestivamente in caso di bisogno.

Art.6 II Caposquadra in accordo con il responsabile dell' addestramento e i monitori si dovranno preoccupare dell' addestramento delle proprie squadre che devono aderire ai corsi, secondo il calendario stabilito.

Art.7 Ogni volontario è responsabile del materiale in dotazione e degli oggetti in uso comune e deve provvedere alla loro manutenzione nei limiti delle proprie capacità.

Art.8 Le richieste d' intervento vengono effettuate dalla squadra di turno, i servizi prenotati vengono disposti dal Comandante dei militi e tassativamente rispettati.

Art.9 E' obbligatorio portare durante il servizio il regolare camice.

Art.10 Alla fine di ogni servizio 1' ambulanza deve essere rimessa in stato di piena efficienza e pulizia.

Art.11 I due barellieri sono tenuti ad assistere il malato durante il trasporto: in nessun caso 1' ammalato deve essere lasciato solo in ambulanza.

Art.12 In caso di trasporto di alienati i militi devono intervenire sempre affiancati dalla forza pubblica.

Art.13 Eventuali mance per servizi di ambulanza e guardia medica (che in nessun caso devono essere chieste dai militi) dovranno essere depositate in sede e segnalate nella bolla di trasporto, che deve essere compilata chiaramente in tutte le sue parti.

Art.14 E' dovere di ogni volontario avere un abbigliamento consono al servizio e tenere un contegno decoroso nella persona e nei confronti dell' ammalato. E' assolutamente vietato fumare in servizio.

Art.15 I militi devono avere il massimo rispetto per la sede e le cose in essa contenute devono tenere un comportamento corretto improntato al rispetto e alla tolleranza reciproca.

Art.16 E' proibito asportare dalla sede materiale di medicazione e comunque per uso personale. Eventuale materiale preso a titolo di prestito va segnalato ai vari responsabili.

Art.17 I volontari presenti in sede non possono rifiutarsi di effettuare servizi qualora se ne presenti la necessità. E' dovere di ogni volontario partecipare attivamente a tutte le attività promozionali, formative promosse dalla stessa e assicurare almeno 2 servizi sportivi ali' anno. L' inosservanza delle norme del presente articolo è considerato grave mancanza nei confronti dell' Associazione e se ripetuta può essere causa di espulsione dalla stessa su delibera del Consiglio.

Art.18 II servizio di guardia medica in sede è regolato da turni. Il volontario che non può presentarsi per il proprio turno è obbligato a cercarsi la sostituzione e ricambiare la stessa. Quando le sostituzioni sono più di una consecutive vanno concordate con il responsabile dei turni. L' assenza ingiustificata significa mancare agli impegni volontariamente contratti; più assenze ingiustificate possono comportare 1' espulsione dall' Associazione. Questo provvedimento verrà deliberato dal Consiglio. Il periodo di sospensione può essere richiesto per un massimo di 2 mesi cumulativi nell' anno e non in concomitanza col periodo di Agosto e del mese di Dicembre. Qualora la sospensione venga ripetuta con consuetudine ogni anno, il consiglio può prendere provvedimenti.

Art.19 Ogni turno deve essere tassativamente coperto e i servizi espletati nel miglior modo perché le inadempienze coinvolgerebbero la buona immagine dell' Associazione.

Art.20 I turni devono coprire le 24 ore della giornata e sono cosi suddivisi:

mattino ore 7.30 ore 13.00

pomeriggio ore 13.00 ore 18.30

sera ore 18.30 ore 23.00

notturno ore 20,30 ore 7,30

La squadra di turno la notte precedente un turno festivo rimane di turno fino alle ore 13.00 del giorno festivo stesso.

Nel pomeriggio del giorno festivo rimane di turno una squadra dalle ore 13.00 alle ore 20.00. Le ausiliario: dalle 13.00 alle 18.00 e dalle 18.00 alle 22.00. La squadra di turno settimanale è tenuta a provvedere alle pulizie così suddivise:

dalle ore 7.30 alle 13.00: ufficio centralino

sala TV/attesa

camera medico

corridoio ingresso

dalle ore l3.00 alle l8.30: camera militi

servizi pulizia intema ambulanze (vetrine contenenti i medicinali e le attrezzature, pavimenti, ecc.).

dalle ore 18.30 alle 23.00: cucina

ufficio telefono

corridoio ingresso

I militi del turno di notte devono pulire la cucina, corridoio e, se usata, la sala riunioni.

Art.21 Tutte le squadre devono provvedere a lavare ed eventualmente stirare la biancheria riguardante le ambulanze e il medico.

Art.22 La squadra di turno la domenica pomeriggio è tenuta a lavare le ambulanze esternamente e a provvedere alla pulizia interna.

Art.23 La squadra di turno è tenuta a chiudere a chiave il garage e il cancello grande, di giorno e di notte.

Art.24 Tutte le squadre sono tenute ad effettuare a turno le pulizie mensili della sede e garage, come da calendario esposto in bacheca e in possesso di tutti i capisquadra.

Art.25 Le eventuali richieste della squadra vanno rivolte al Consiglio Direttivo e devono essere firmate dai richiedenti.