Kihti

 

Ad est, oltre i monti Daglari si stendono le pianure di Omski e a nord le terre incantate di Wilcannia e Anabar, terre del popolo fatato, ma anche di barbari feroci e selvaggi, potenti re-stregoni ed eroi senza macchia e senza paura. Circondata dalle alte montagne della catena di Jablonovitz sorge Onezgoe, il regno della magia: qui i magi di Alagh sono il primo baluardo per le terre dell’ovest. Essi hanno il compito di fermare gli invasori dall’est e mantenere la guardia sulle terre del Dio Morto, su Ladozkoe la terra maledetta.

Il Kihti è diviso in due regioni più piccole: quella meridionale e quella settentrionale, divise dai monti di Sturt e dalla catena di Inari, collegate dall’ampia valle tra il fiume Eyre e il fiume Grigio.

 

KIHTI MERIDIONALE

 

ENISEJ

La nazione delle amazzoni sorge intorno al golfo omonimo. Le città sono costruite lungo i pendii dei Rodna-Vecha e sono inattaccabili per i nomadi di Omsk. Ricchezze inimmaginabili si dice siano conservate nella città di Dulan Kara, dove risiede la Majestrix, incarnazione mortale di Sedecrem, la regina delle amazzoni.

 

GYDA

Una volta dominio dei nomadi omski, ora è il territorio più orientale del Sacro Impero Ampoalano: una terra di confine in cui si rifugiano tutti i perseguitati politici e religiosi del Gradets, e dove continuano a sorgere giornalmente nuove comunità. La popolazione è composta principalmente da un misto di omski e ampoalani, e sebbene la Nuova Chiesa Ampoalana sia la religione ufficiale del territorio, gli omski mantengono ancora la venerazione per i loro dei.

 

LADOZKOE

La terra maledetta, dominio degli umanoidi e dimora del Dio Morto. Da qualche parte a Ladozkoe vi è un’entrata per il regno dei morti e gli abissi sotterranei nascondono ancora i tesori, le trappole e le creature controllate da Yog-Danor durante la Guerra dei Mille Anni.

 

MENZIES

Una volta uno dei regni ampoalani, ora è una distesa pianeggiante, abitata dalle truppe di non umani cacciati da Anabar dopo la caduta del Re-Stregone e dagli omski fuggiti alle persecuzioni ampoalane in Gyda. Una vasta palude si estende lungo la costa, dimora di numerosi mostri e razze adattatesi a vivere in quest’ambiente malsano.

 

OMSK

Una distesa desertica che costituisce la barriera che divide Carnamah dal Kamchatka. Pochi sono i coraggiosi che hanno provato ad attraversarla, perché grandi sono i pericoli che costellano la via dell’Oriente, e tra questi vi sono proprio gli omski, una popolazione di selvaggi nomadi a cavallo.

 

ONEZGOE

Protetta dai monti Jablonoviz, Onezgoe è la patria dei magi di Alagh. Difensori di Carnamah contro i piani degli Dei del Male, i magi sono spesso visti solcare i cieli del continente sulle loro favolose navi volanti. Dopo la scomparsa di Alagh nell’Era del Caos, i Magi di Onezgoe sono stati i primi a riscoprire l’arte magica, permettendo così ai maghi di Carnamah di riottenere i loro poteri perduti.

 

KIHTI SETTENTRIONALE

 

ANABAR

Un grosso deserto di sabbia e roccia nel nord-est del continente, dimora di nomadi e pastori; due grandi città, Gen’ev e Tajmyr, sono gli unici centri commerciale. Governata tempo addietro dal Re-Stregone di Enosim, ora Anabar è un regno retto da una popolazione mista di evenki e ampoalani, ma la maggior parte delle regioni esterne è composta ancora da zone selvagge dove l’autorità centrale non perviene e gli abitanti hanno continuato a vivere senza problemi attraverso tutti i mutamenti al potere che si sono succeduti nel corso dei secoli dalla fondazione del regno.

 

EVENKI

I popoli che abitano gli Evenki, di razza kivalo, formano una sola nazione dallo stesso nome dei monti su cui abitano. Barbari feroci, disprezzano la magia: essi furono fondamentali nella caduta del Re-Stregone di Anabar e uno di loro siede sul trono di Gen’ev.


INJUNE

Il regno nordico di Injune ha partecipato attivamente alla caduta del Re-Stregone di Anabar e ha stabilito una sorta di Federazione con gli altri poteri del Kihti settentrionale: Anabar, Wilcannia e Roccia Nera. Injune è il principale centro della fede druidica in Carnamah.

 

ROCCE NERE

Uno dei due grandi regni marardin di Carnamah. I marardin delle Rocce Nere sono molto più aperti di quelli di Schwyz e molto più propensi al commercio che alla guerra. Sorprendentemente dividono con gli aelathdar di Wilcannia e gli umani di Injune il culto per la Natura.

 

WILCANNIA

Terzo regno aelathdar in importanza ed estensione. Ha combattuto al fianco dei marardin delle Rocce Nere e gli umani di Injune contro il tiranno di Anabar e con loro divide il culto della Natura, dopo essere stato per anni uno dei centri principali del culto di Ghapaw.

 

YAKUTI

L’estremo nord-est di Carnamah è abitato da selvaggi barbari adoratori degli spiriti animali che conducono una difficile e violenta esistenza nelle fredde foreste e pianure del nord. Gli yakuti hanno avuto un ruolo fondamentale nella caduta del Re-Stregone di Anabar e sono stretti alleati con gli evenki e la nazione di Injune.