Diritto a comunicare e sovranità popolare
Clicca sui titoli per visualizzare l'articolo corrispondente

 

 

Alto Adige
Diritto e sovranità
di Maurizio Di Giangiacomo
 

 

 

 

 


Torna alla pagina dei libri

 
 

 

 

 

 

 

 


Da Alto Adige del 7 agosto 2003

Il libro
Diritto e sovranità

 

di Maurizio Di Giangiacomo

Un altro sistema informativo è possibile? È quello che si chiede Enrico Giardino in «Diritto a comunicare e sovranità popolare» (Fratelli Frilli Editori, pagine 160, euro 7,00). L'opera di Giardino, ingegnere ed ex dirigente della Rai, esperto di telecomunicazione impegnato da decenni nella democratizzazione dei sistemi informativi e comunicativi di massa, va oltre la denuncia della falsificazione, delle ipocrisie, della propaganda, della tv oligarchica, deficiente, deviante. Liberarsi da questa dipendenza - sostiene - è possibile, ma non basta appunto una semplice denuncia: occorre riflettere sulle logiche, le tecniche ed i meccanismi informativi. Ed è proprio quello che l'autore si propone, analizzando la struttura del sistema comunicativo integrato, la differenza tra informazione e comunicazione, quali diritti comunicativi ci vengono negati e quali percorsi di «liberazione» siano possibili. Giardino si chiede qual è il rapporto tra l'organizzazione dei media ed il loro prodotto, tra comunicazione e politica, tra comunicazione ed elezioni. E ancora, quali strumenti ci offra la nostra Costituzione per rifondare poteri e strutture dei media e quanto le leggi proposte finore e le opposizioni partitiche siano all'altezza di questa sfida.
 


 

Torna alla pagina dei libri