Legge n. 488/1992

Settore industria e servizi

 

I destinatari                Imprese (anche sotto forma di impresa individuale) site nelle aree depresse comprendendo, in quest’elenco, i numerosi comuni del centro-nord Italia classificati come obiettivo 1,2 e 5b.

 

Iniziative ammissibili

                                    1) Settori estrattivo e manifatturiero identificati dalle sezioni “C”, e “D” della “Classificazione delle attività economiche ISTAT ‘91” con le limitazioni e le esclusioni disposte dalla UE riguardo ad eventuali settori particolari (parte della caseificazione, manifatture alimentari, etc.)

                                    2) Servizi ad alto contenuto tecnologico (solamente erogati da società).

 

Cosa offre la legge     Solo contributo in conto capitale anche su operazioni di leasing.

 

Misura agevolazioni  In Sicilia varia dal 40 al 50 % di ESN + 15 % di ESL in base alle provincie di riferimento. L’agevolazione viene differentemente modulata in relazione alla dimensione aziendale.

 

Spese ammissibili      

                                    -     Progettazione di massima ed esecutiva e studi di fattibilità;

-         Terreno (servizi esclusi)

-         Opere murarie ed assimilate (servizi esclusi);

-         Infrastrutture specifiche aziendali;

-         Macchinari, impianti ed attrezzature;

-         I programmi informatici connessi alle esigenze produttive e gestionali dell’impresa.

 

Spese escluse             -     Spese notarili di acquisto del suolo aziendale;

-         Acquisti di scorte;

-         Acquisto di beni ed attrezzature usate;

-         Costi di gestione;

-         Acquisto di immobili che hanno già beneficiato di agevolazioni;

-         Quanto non strettamente necessario al ciclo produttivo.

 

Funzionamento           Entro la data indicata nei vari bandi devono essere presentate le domande agli Istituti di credito convenzionati. Gli Istituti di credito, completata laprima fase istruttoria, tendente a verificare l’ammissibilità dell’iniziative finanziabili al Ministero dell’Industria che formula graduatorie sulla base dei seguenti indici ritraibili dai singoli progetti:

1)      percentuale di capitale proprio impiegato nell’iniziativa;

2)      numero di posti di lavoro attivati rapportato allì’investimento complessivo;

3)      percentuale di contributo richiesto sull’ammontare del contributo massimo concedibile;

4)      Indicatore di priorità regionale;

5)      Indicatore ambientale

 

Note                            Complessità nella presentazione delle domande che richiede una particolare attenzione.

 

 

Settore  turismo

 

Circa il funzionamento “a bandi”, la fase istruttoria e la misura delle agevolazioni valgono le norme per la legge 388/92. Industria e servizi. Vigono differenze e pecularietà proprie delle attività turistiche.