Gruppo Speleologico Imperiese CAI

 

                                                                                                                                                                  Go home

 

LE NOSTRE ESPLORAZIONI ALL'ESTERO

 

1981    E' l'anno della prima spedizione all'estero (Grecia): preceduta da una ricognizione preliminare, a luglio, di C. e B. Bonzano, dal 1░ al 23 agosto, con un raid di 10.000 km attraverso la Jugoslavia, in 10 persone, con la collaborazione dell'Istituto Geologico Mineralogico Ellenico, nelle persone dei geologi C. Sfetos e A. Gakis, si effettua una intensissima prospezione delle pi¨ importanti aree carsiche della Grecia continentale. Dal Parnaso, al Koklova, al settore Halkiopuli-Pselovuni al Gavrovo, all'Athamanon, al Timfi: una serie di ricognizioni-esplorazioni che portano ad oltre cinquanta cavitÓ scoperte ed in buona parte rilevate.

 

1983    In primavera una mini spedizione in Corsica: 10 partecipanti, 15 nuove cavitÓ, rilevata la Grotta di Carpineto, la pi¨ estesa dell'isola ( 550 m).

           In agosto la seconda spedizione in Grecia sui Carsi d'alta quota dell'Athamanon e dello Sturos: scoperte un centinaio di nuove cavitÓ ( inferiori a 100 mt: di profonditÓ.

 

1984     Intensa attivitÓ all'estero: G. Calandri partecipa alla Spedizione Sedom '84 del G.G.M. in Israele, che esplora alcune delle maggiori grotte del mondo nel salgemma. Ricognizioni in Liechtenstein, in Corsica ( 10 cavitÓ ) ed in Austria ( Hagengebirge ) per programmare spedizioni sui Plateaux glacio-carsici.

            Terza spedizione in Grecia rivolta sopratutto ai carsi in quota del Pindo orientale ( Pozzo Koudounotrypa -109m., Trypa Yalleri al Lakmos -90m, ecc...

 

1985     In primavera il GSI si trasferisce in Tunisia con la pi¨ affollata spedizione all'estero ( 18 partecipanti ) con oltre 1 km. di rilievo alla grotta Rhar Kriz.

            Il mese di Agosto Ŕ dedicato ai carsi d'alta quota mitteleuropei.In Slovenia nei grandiosi karren dei M. Kal e Celo ( di fronte al Canin ) una trentina di nuove grotte ( -109 all'abisso K1 ). In Austria con il GSP sugli umidi plateaux dell'Hagengebirge: viene scoperto l'abisso Alverman, disceso sino a -270m.

            Nel periodo Natalizio prima spedizione in Portogallo ( Serra de Aire, Cascais, Algarve ).

 

1986   In primavera spedizione negli sconosciuti calcari della Giordania ( 15 cavitÓ ). In estate  Spagna ( massicci del Dobra e Picos de Europa ) e Portogallo ( Extremenho e Algarve ): 20 cavitÓ. Si ritorna all'abisso Alverman ( Austria ) portando la profonditÓ a - 440 m.

 

1987    Spedizione in Algeria: decine di nuove grotte nei diapiri salini; nel gesso di Dahredj si esplora il complesso della GHAR KEF: il rilievo supera i 2 km, la profonditÓ 210 Mt. ( record mondiale in queste evaporiti ).

            Ancora in Grecia nei massicci Vardussia, Ghiona, Varasova, Pindo: scoperte 20 nuove cavitÓ. a fine anno in Portugal: tra l'altro Algar do Treixo ( -104 m.) e Algar de Trovao ( -75m. ).

 

1988      In primavera spedizione in Marocco, nell'Alto Atlante e nell'Antiatlante: principali esplorazioni KEF THALEB ( svs. 610m., -103m ) e rilievi alla KEF HMAN, GHAR GHORAN, intorno al Km.   In estate si tenta il forzamento dell'abisso Alverman all'Hagengebirge in Austria. disarmo.

1989     Ricerche in Slovenia ( primavera e agosto ) e Ungheria. 20 nuove cavitÓ e studi idrogeologici in Spagna ( Picos de Europa, Dobra, Ason-Matienzo-Caranza, gessi di Valencia, ecc..) Spedizione primaverile in Siria: 30 cavitÓ tra cui la Grotta di Ratla nei gessi e la Nougaret Douaiet, relitto fossile.

In estate partecipazione di Calandri G. alla spedizione del G.G.M. in Crimea: una decina di nuove grotte, 1 km. di rilievo alla Krasnaya ( 13 km. ), rilievo della Kaskadnaja (-550 ).

 In autunno si ritorna nell'Alto Atlante marocchino: alla Grotta AKHIAM ( quota 2540 m. ) si proseguono le esplorazioni ( rilevati 1550 m, dislivello +63 m. )

1990     Inizio d'anno in Tunisia ( 10 cavitÓ e ricerche idrologiche ); ad aprile una trentina di cavitÓ a Cipro, a giugno a Malta e Gozo ( 20 grotticelle tra cui Ghar Hasam, 390 m, la maggiore dell'arcipelago ).

A Luglio si ritorna in Grecia: sull'Athamanon ( 200 in totale le cavitÓ esplorate dal GSI ), al Ghiona e Vardussia ( rilievo per 400 m. della risorgenza di Kallion ), Leucade.

Nuove cavitÓ in Austria.

 

1991    Spedizione primaverile nelle grotte laviche di Madeira ( 5 rilievi e ricerche varie ), rilievi di cavitÓ artificiali in Cappadocia ( Turchia ).

In Cina nelle regioni dello Yunnan, Guizhou e Guangxi vengono rilevati 13 km. di nuove grotte.

 

1992     Diverse cavitÓ ( una rilevata ) individuate a Ras Mohamed ( penisola del Sinai ). Ancora una spedizione in Spagna ( ricerche idrologiche nella Garganta del Cares, Picos de Europa ) e Portogallo ( Serre Candeeiros, Aire e Sic˛, Planalti di S. Antonio e Fatima con gli amici di Torres Novas ).

 

1994     Tra Luglio e Agosto spedizione in Albania: visitate varie aree carsiche del paese ( 4 rilievi ). Il campo sui monti di Ducaj ( Alpi Albanesi ) porta alla scoperta di un centinaio di cavitÓ ( Abisso L4: -147m. ).

A fine anno ancora nella penisola iberica: Spagna ( Cordillera Cantabrica e Picos D'Europa ) e Portogallo ( esplorazione -156 m, con gli amici della S.T.E.A.,dell'Algar de Pena Traseira con il maggior pozzo del paese: -130m.).

 

1995    In Mali a fine anno vengono scoperte diverse cavitÓ nelle arenarie silicee paleozoiche: tra i rilievi la Grotta Komodouro ( Bongo ) enorme condotta fossile di 110 m, la maggiore cavitÓ del paese.

 

1996    Ricerche in India ( Kashmir, Ladak, Nubra Valley, Zangskar e Himachal Pradesh ): alcuni rilievi e scoperta di zone ricche di fenomeni carsici e cavitÓ. A fine anno nello Yemen, diverse cavitÓ, ricerche idriche, qualche topografia nella zona di Mukalla.

 

1997      In Per¨ scoperto un diapiro evaporitico carsificato nel massiccio dell'Ausangate. rilievo di una grotta nei basalti di Ayacucho.   Diverse aree calcaree negli altopiani andini ( ricerche idrologiche ).

 

 

 

liberamente tratto dalla pubblicazione " GRUPPO SPELEOLOGICO IMPERIESE CAI 1967 - 1997 TRENT'ANNI DI ATTIVITA" Supplemento al Bollettino del Gruppo Speleologico Imperiese CAI,     n░ 47, a cura di Gilberto Calandri con la collaborazione di Marina Gismondi e Carlo Grippa.

 

( continua )

vai ad ESPLORAZIONI  2000

   


 owltreeWHT.gif (4740 bytes)

Se vuoi vedere alcune belle immagini

 

      by Andrea  e Micol                                                                                                                   go home