mappa_sol.gif (30040 byte)

GEMELLAGGI TRA I COORDINAMENTI REGIONALI ITALIA-CUBA E LE PROVINCIE CUBANE

Nel gennaio 1997 l’Associazione Nazionale di Ami-cizia Italia-Cuba e l’Instituto Cubano de Amistad con los Pueplos -ICAP- hanno sottoscritto un accordo di amicizia e di fratellanza. Da allora i Circoli della nostra Associazione, a livello regionale, sono gemellati con l’ICAP di ogni Provincia cubana: un movimento continuo di solidarietÓ e di cooperazione in aiuto al popolo cubano contro il blocco, attraverso la realizzazione di progetti e di donazioni per la sanitÓ, per le scuole e le universitÓ, per le case degli anziani, per i reparti di maternitÓ e per le piccole comunitÓ.
Tutto questo anche con l╣aiuto e la realizzazione di microbrigate volontarie di lavoro che ogni anno si recano nelle provincie cubane gemellate. Sono iniziative che hanno prodotto un aumento di partecipazione e di conoscenza verso la realtÓ di Cuba e verso il suo popolo: il nostro obbiettivo Ŕ allargare il percorso di solidarietÓ coinvolgendo sempre pi¨ i Comuni, le Provincie e le Regioni italiane che tramite i nostri Circoli o direttamente, possono sostenere progetti e interscambi culturali e artistici
.

PATTO DI AMICIZIA E FRATELLANZA

Quad_1.jpg (69265 byte) Il 9 gennaio dell 'anno 1997, qui in Cuba, tra la Presidenza dell’Instituto Cubano de Arnistad entre los Pueblos e la delegazione italiana dell’Associazione Nazionale di Amicizia Itaia-Cuba diretta dal suo Presidente, nel 38' anniversario della vittoriosa Rivoluzione Cubana, sottoscrivono solennemente IL PATTO DIAMICIZIA E FRATELLANZA.
E' un impegno solenne che ricorda il Centenario della nascita del Comitato Italiano per l'indipendenza di Cuba, quando nobili uomini del Risorgimento italiano e del nascente movimento operaio. appoggiarono e parteciparono alla lotta del popolo cubano ispirala da JosŔ Martý, per l'indipendenza e la libertÓ dal dominio coloniale della Spagna.
L 'amicizia e la solidarietÓ tra i due popoli nel corso della storia si Ú rafforzata nella lotta di liberazione contro il fascismo in Europa e nel mondo, a cui si legano le figure di Julio Antonio Mella, Tina Modotti, Vittorio Vidali.
La vittoria della Rivoluzione cubana che ha segnato una svolta storica nel continente latinoamericano. rinsald˛ questi legami di amicizia e solidarietÓ nella lotta contro le mire dell'imperialismo USA tendenti a soffocare ogni anelito di libertÓ, indipendenza, sovranitÓ di Cuba che, per volontÓ del suo popolo. trasformava e cambiava la sua societÓ in senso socialista.

Nella lotta contro il blocco imperialista USA verso Cuba, le provocazioni e l'aggressione mercenaria di Playa Giron, ferma Ŕ stata la risposta del movimento democratico italiano che manifest˛ il suo appoggio alla Rivoluzione cubana, di cui Ŕ testimonianza lo studente Giovanni Ardizzone, caduto sotto una carica di polizia in una manifestazione di solidarietÓ con Cuba.
La morte del comandante Ernesto CHE Guevara, figlio e dirigente della Rivoluzione cubana, combattente per gli ideali di libertÓ e di giustizia contro l'oppressione dei popoli, dest˛ sgomento e ammirazione in tutto il mondo. II suo nome Ŕ diventato la bandiera per milioni di giovani, uomini e donne che lottano per un mondo pi¨ giusto, una societÓ solidale a misura dell'uomo, in cui non vi sia posto per l’egoismo, il razzismo, l'ignoranza, lo sfruttamento, la guerra che sono i mali insiti del capitalismo neoliberista.
Nelle mutate condizioni del mondo d'oggi, Cuba vive e lotta contro il blocco soffocante imposto dagli USA ed i nuovi tentativi di isolarla e piegarla con la fame. La resistenza ed i sacrifici del popolo cubano per difendere la propria sovranitÓ, indipendenza, le conquiste rivoluzionarie e il socialismo, hanno suscitato il rispetto e l'ammirazione in tutto il mondo a cui Ŕ corrisposto un vasto e unitario movimento di solidarietÓ.
Un movimento che si esprime con il rifiuto del blocco USA contro Cuba e la criminale legge Hebns-Burton; per porre fine all'occupazione USA della base di Guantanamo territorio cubano; per una fattiva solidarietÓ e cooperazione in aiuto del popolo cubano a superare la crisi economica e riprendere il suo cammino.
Un movimento che riconosce il valore del ruolo di Cuba interprete, nei consessi internazionali, della voce di milioni e milioni di esseri umani che vivono nella miseria. n cui il mondo egoista ed ipocrita del neoliberismo nega a loro i diritti all'istruzione, all’assistenza sanitaria alla casa, al lavoro. alla vita.
L 'ampio ed unitario movimento italiano di solidarietÓ con Cuba, animato dall’Associazione di Amicizia Italia-Cuba, Ŕ parte integrante di questo schieramento mondiale, al quale ha contribuito generosamente con il quale si Ŕ impegnato a sostenere il diritto di Cuba a vivere come vuole il suo popolo, senza ingerenze esterne.
Per questo la Presidenza dell 'ICAP e la delegazione dell’Associazione di Amicizia Italia-Cuba, riaffermano il valore ed i legami di amicizia e di solidarietÓ che hanno dato lustro ai rapporti tra i nostri popoli nel corso del secolo trascorso, ed alla soglia del terzo millennio stringono un PATTO DIAMICIZIA E FRATELLANZA, impegnandosi ad approfondire tale rapporto anche attraverso nuove forme di solidarietÓ, in nome della comune lotta in difesa della Rivoluzione cubana, contro l'imperialismo, per l’indipendenza dei popoli, per la solidarietÓ internazionale, per i grandi ideali di giustizia e di libertÓ che ispirarono il comandante Ernesto CHE Guevara, fino al suo sacrificio, esempio per la giovent¨ che lotta per la conquista di un mondo migliore

Instituto Cubano de Amistad entre los Pueblos
II Presidente
Sergio Correiri
Associazione di Amicizia Italia-Cuba
II Presidente
Arnaldo Cambiaghi