P. Parrot - Via degli Italiani

 

 


           Salita Effettuata: 25/7/1995



           DATI PRELIMINARI:




BREVE RELAZIONE:


Il primo giorno bisogna raggiungere la Capanna Valsesia posta alla base della via di salita a 3212m.Si parte dalla fine della strada di Alagna a 1400m circa.Si passa dal rif. Pastore e poi dal rif. Crespi Calderini e da qui in circa 4h per morena si giunge alla capanna "vecchia" ma ancora accogliente.
Il giorno successivo si raggiunge lo sperone roccioso soprastante con alcuni passaggi su roccia per poi raggiungere il ghiacciaio delle Piode a circa 3700m. Da questo punto con una traversata verso destra sul pendio prima di ghiaccio e poi di sfasciumi si raggiunge il crestone vero e proprio che termina sulla "calotta" terminale caratteristica della Punta Parrot. Si risale il crestone e poi la calotta raggiungendo cosi la vetta. Il panorama è splendido soprattutto sulla parete nord dei Liskamm. E' consigliabile (se si dispone di un altro giorno) scendere sul versante opposto e raggiungere il "pistone" della via normale che sale al rif. Margherita e pernottare lì. In questo modo il giorno successivo si possono salire altri 4000 circostanti come la p.ta Zumstein,la Dufour,la Nordend o molto più semplicemente la Ludwigshoe e il Corno Nero che sono a portata di mano durante la discesa verso il rif. Gnifetti.



Punto di partenza:Alagna Valsesia (VC)
Pernottamento: Capanna Valsesia a 3212m
Tempi: 5h circa il I giorno, 6h circa per la salita allo Punta Parrot il II giorno.
Difficoltà: AD+
Fotografie:



  ..................... Via Degli ITALIANI alla Parrot


BUON DIVERTIMENTO !!