Ralf Dahrendorf
Home ] Premesse ] Passando per Darwin ] Orologi e nuvole ] Il legno storto ] Liberale ] La societa' aperta ] 1940: liberalsocialismo ] La terza via ] [ Ralf Dahrendorf ] Il futuro della democrazia ] Per un nuovo liberalismo ] Nuove strade ] Nel nuovo secolo ] Il riformismo futuro ]

 

                                               Grat.jpg (32201 byte)


Ralf Dahrendorf ( biografia -Giugno 1999 )

Ralf Dahrendorf è nato ad Amburgo, in Germania, nel 1929. Ha studiato lingue e letterature classiche, filosofia e sociologia ad Amburgo e a Londra. Dal 1957 al 1968 è stato professore di Sociologia ad Amburgo, Tubinga e Costanza, Visiting Professor alla Columbia University (nel 1960) e membro del Center for Advanced Study in Behavioral Sciences a Palo Alto in California (dal 1957 al 1958). Nell'ambito della sua attività politica di Liberal viene eletto nel Parlamento del Baden-Würtemberg e quindi nel Parlamento della Repubblica Federale Tedesca. Nel 1968 entra a far parte del primo governo di Willy Brandt, e nel 1970 è nominato membro della Commissione delle Comunità Europee, responsabile del Commercio estero e dei Rapporti con l'estero prima e della Ricerca poi. Fra i suoi vari incarichi, quello di Consigliere di Amministrazione della Ford Foundation (dal 1975 al 1987) e della Charities Aid Foundation (dal 1993), di presidente del Consiglio di Amministrazione dell'East European Publishing Project (dal 1986).

Nell' ambito dell' insegnamento, dopo aver insegnato in diverse università, Ralf Dahrendorf nel 1974 è stato chiamato per sostituire Karl Popper alla direzione della prestigiosissima London School of Economics. Nominato lord dalla Regina, e quindi membro della Camera dei Lords, dichiara ormai di sentirsi al 90% inglese e solo per un 10% tedesco. Dahrendorf è attualmente in Europa uno dei più autorevoli esponenti del neoliberalismo e ritiene indispensabile integrare il pensiero classico liberale con una maggiore riflessione sul sociale; questo è anche l' oggetto di gran parte dei suoi studi, fra i quali quelli dedicati all'analisi del conflitto sociale nella società post-capitalistica.

In politica Dahrendorf si dichiara convinto estimatore di Tony Blair. Il sociologo indica il primo ministro inglese come il modello del nuovo politico post-moderno, flessibile e non incasellato ideologicamente, più che un figlio della socialdemocrazia un esponente di quella che lui chiama " rock-generation ", politica caratterizzata dalla mancanza di forti legami con il passato. Secondo lo studioso la proposta politica di Blair, a suo avviso l' unica veramente innovativa in Europa, da un lato si basa sulle classiche istanze socialdemoeratiche - tutela delle classi più deboli, potenziamento e rifinaziamento di scuola e sanità pubbliche - dall'altro si appropria con successo di alcuni temi cari ai conservatori come la lotta alla microcriminalità, l'abbandono dell'assistenza sociale generalizzata o la scelta di una politica estera più allineata agli Stati Uniti che non all'Europa. Blair, inoltre, affronta con spirito nuovo antiche questioni prescindendo dagli schieramenti consolidati, prima fra tutte il tentativo di ridefinire le funzioni e i limiti dello Stato in accordo con le esigenze del libero mercato e dello sviluppo economico.

Questo complesso e ambizioso progetto politico si pone come un superamento delle tradizionali contrapposizioni fra destra e sinistra: una " terza via " ( o " nuova via ") la definisce Anthony Giddens, uno degli ispiratori politici di Tony Blair e successore di lord Ralf Dahrendorf alla direzione della London School of Economics. Attualmente Ralf Dahrendorf è presidente del St. Antony's College di Oxford e Pro-Vice-Chancellor dell'Università di Oxford.

È autore di numerosi libri, fra i quali Il conflitto sociale nella modernità (1988), Riflessioni sulla rivoluzione in Europa (1990) e Quadrare il cerchio (1995).

           

                                        

Home ] Premesse ] Passando per Darwin ] Orologi e nuvole ] Il legno storto ] Liberale ] La societa' aperta ] 1940: liberalsocialismo ] La terza via ] [ Ralf Dahrendorf ] Il futuro della democrazia ] Per un nuovo liberalismo ] Nuove strade ] Nel nuovo secolo ] Il riformismo futuro ]