PROVERBI  CALABRESI




 
Dialetto
Italiano
Morale
Chine se 'nzura è cuntiantu nu juarnu, chine s'ammazza llu puarcu è cuntiantu 'nannu. Chi si sposa è contento per un giorno, chi ammazza il maiale è contento per un anno intero.
Oh Mà, Ciccu mè tocca…toccame Ciccu, toccame, cà mamma vò. Mamma. Cicco mi tocca…toccami Cicco, toccami, perché la Mamma vuole. Assumi l'iniziativa, che sarò consenziente
Duve c'è gustu un c'è perdenza Dove c'è gusto non c'è nulla da perdere Una cosa fatta per il gusto di farla non ha per chi la fa nessun peso
Vizzu 'e natura fhincha alla morte dura. Vizio di natura fino alla morte dura.
Duluri 'e core: duluri 'e mole. Dolori di cuore, dolori di denti. Gli uni sono intollerabili come gli altri, ma non hanno lunga durata.
Dio aiuta l'aiutati, tantu i poveri c'è su abbituati Dio aiuta gli aiutati, tanto i poveri ci sono abituati.
Quandu u poveru duna allu ricchu u diavulu si 'ndè sciala. Quando il povero, da al ricco il diavolo si diverte.
Figli picciuli, guai picciuli; figli randi, guai randi. Figli piccoli, guai piccoli; figli grandi, guai grandi.
Miagliu 'ngalera chjangiandu, ca curnutu ridiandu. Meglio in galera piangendo e non cornuto ridendo
Allu micciu da lumera simu tutti e 'na manera. Alla luce emanata dal lume siamo tutti uguali.
'Na mamma e 'nu patre fhanu ppe' ciantu fhigli; ciantu fhligli 'un fanu ppe' 'na mamma e 'nu patre. La mamma e il padre si adoperano per i loro cento figli; quei cento figli non fanno nulla per il padre e la madre.
Né fimmina né tila allu lustru 'e 'na candila. A lume di candela non si sceglie né donna , né tela.
Tira cchiù 'nu pilu capadirtu ca 'na corda allu pendinu. Tira (motiva) più un pelo (di donna) in salita che una corda in discesa.
Gesù Cristu duna pane a chine un tene dianti. Gesù Cristo, da il pane a chi non ha i denti. Il Signore da le cose a chi non le sa, o non le può apprezzare.
Hamu datu 'a lanterna 'mano allu cecatu. Abbiamo dato la lanterna al cieco. Affidarsi a chi ne sa meno di noi.
Fha bene, e scorda; fha male, e pensa. Fai del bene e dimenticatene, fai del male e pensaci.
'A gatta presciarola fha lli fhigli cecati La gatta frettolosa fa i figli ciechi Chi ha fretta nel fare le cose, le fa male.
Sta' 'mparu unu fhina quandu vò l'atru Una persona sta in pace finché lo vuole qualcun altro La convivenza civile fra le persone non è cosa semplice.



Aiutaci a completare questa lista inviandoci qualche perla di saggezza popolare all'indirizzo: accariaweb@libero.it