ETIOPIA (Surma trekking)  15 gg   HOME  

LOCALITA' mezzo  
Italia    
  aereo  

Addis Abeba

8 ore

fate conto un paio di orette per riuscire a venir fuori dall'aeroporto, approfittatene per cambiare un po' di soldi facendo possibilmente una grande scorta di banconote da un bir che nel seguito del viaggio serviranno piu' dell'aria. Meglio contattare un agenzia locale per risparmiare tempo (e probabilmente anche denaro) ma specialmente per risolvere i problemi di conferma voli e per trovare guide e muli per il trekking. Le tribu' lungo l'Omo non vanno molto d'accordo tra di loro, e' meglio avere insieme qualcuno che capisca cosa si deve e cosa non si deve fare, dove si puo' e dove  non si puo' andare. 

  

LOCALITA' mezzo  
Addis Abeba   alle 7 andiamo in aeroporto con un bus dell'hotel e alle 9,30 si parte
  aereo vengono effettuati 2 scali  (Jmma e Tepi) prima di arrivare a Tum

Tum

3,5 ore

l'aereo ci lascia giu e riparte immediatamente, la pista e' anche la strada principale del villaggio, case e gente e' tutto intorno a noi ad osservare l'attrazione del giorno o del mese. Scelgo la guida tra tutte quelle che si propongono mi accordo sull'itinerario e facciamo scorte per il trekking.  Noleggiamo dei muli che mi segnalano essree la soluzione migliore per bagagli e tende. L'aeroporto e' anche il camping del paese, stiamo un po' fuori dalla pista, qui gli aerei non hanno orario! In paese c'e' una fontana con acqua limpida che sembra buona, ma c'e'anche un bar con la birra, e' meglio aprofittare non si sa quando ancoira capitera'. Se avete un'urgenza c'e' un camion che collega il villaggio alla capitale, fa un viaggio alla settimana e ci mette 4 giorni, spero per voi che non sia un'urgenza grave. Per far da mangiare prepariamo un focolare con i sassi e poi compriamo  un fascina di legna. Buona notte. (e' la prima volta che dormo su una pista d'atterraggio!)

LOCALITA' mezzo

NOTE

Tum

  altit. 1250 metri
  trekking  
Maji

6 ore

altit. 2340 metri. Arriviamo alle 13  e montiamo subito le tende in un prato indicatoci dalla guida, vicino al villaggio, i bambini sono gia' tutti qua attorno. Tiriamo la striscia segnaletica attorno al campo, come una scena di un omicidio, ma non e' per tenere lontano i bambini, sembra che sia obbligatorio, percio' portatevi da casa un bel rotolo di nastro o dicarta, tipo quello dei muratori o della polizia (meglio quello dei muratori). Ingaggio anche un guardiano notturno e poi preparo la cena. C'e' qualche difficolta con l'acqua, dobbiamo usare la prima tanica perche' l'acqua del posto e' troppo simile ad una fogna. 

LOCALITA' mezzo ore

NOTE

Maji

   

partenza con comodo alle nove.

  trekk   Incontriamo un sacco di gente che va al mercato di Maji, allora torniamo indietro e ci andiamo anche noi, e' un bel casino colorato. Compriamo frutta, uova e pesce secco.
Maji      
  trekk    
Kersi   3 altit. 1850 metri. Campo all'ingresso del villaggio e acqua buona poco lontano.

LOCALITA' ore mezzo

NOTE

Kersi     tappa piu' lunga delle precedenti, meglio partire prima. 
    trekk Siamo in territorio Surma e cominciamo ad incontrare gruppi di locali, sembrano allegri e si lasciano fotografare e fermare senza problemi.
Zaz      
    trekk Qui c'e' qualche problema. Non ho capito bene per quale motivo (sembra a causa di dissidi tra due tribu' una di Surma e una di Disi) ma dobbiamo pagare un sacco di pedaggi, praticamente ad ogni attraversamento di pozzanghera si paga, ogni gruppo che incontriamo vuole farsi pagare un pedaggio altrimenti ci requisiscono acqua e muli, brutta storia meglio pagare e tiarre dritto.
Kibish 7   altit. 980 metri. Campeggiamo vicino alla stazione di polizia (non si sa mai) che da domani non ci molla piu' e ci accompagnera' per tutto il territorio dei Surma. Non che cambi molto, infatti dobbiamo pagare pedaggi "ufficiali" anche a loro.  Mah! In paese facciamo la spesa, compriamo un po' di tutto ma si puo' pagare solo con banconote da 1 bir (ecco perche' dovete procurarvele ad Addis Abeba).

  

LOCALITA' mezzo

NOTE

Kibish   visita dei villaggi dei dintorni con scorta della polizia.
  trekk  
Kuray    
  trekk  
Bilday    
  trekk  
Kibish 4 ore pomeriggio al mercato: e' pieno di vita!

  

LOCALITA' mezzo

NOTE

Kibish   altit. 980 metri.

 

trekk  
Kivo   i fotografi devono pagare per poter fare le foto
  trekk  
Kormu 3 ore altit. 1.100 metri.   Lunghe trattative coi Surma per poter fotografare nel villaggio, qualcuno rinuncia a fotografare, gli altri si rassegnano a pagare  e poi ripagare ancora e poi ancora... Alcuni ragazzi un po' piu' simpatici ci portanoa vedere un posto che loro chiamano "mineral water" in realta' e' una sorgente in un posto molto bello dove ci fermiamo a lungo per avere un po' di pace. E' gratis e c'e' sempre la scorta della polizia che ci segue. Piantiamo le tende vicino ad un posto con acqua limpida.

  

LOCALITA' ore mezzo

NOTE

Kormu     Colpo di culo oggi c'e' una festa bellissima e quindi restiamo qui. La festa si chiama DONGA, in realtaž donga e' il bastone con cui i giovani dei villaggi si sfidano in una lotta che e' una prova di abilita' e destrezza, sia dei Surma che dei Mursi. I duellanti armati di donga fermi sulle gambe leggermente divaricate, duellano finche' uno dei due viene abbattuto (ma non ucciso). I guerrieri sono uomini celibi e devono guadagnarsi come al solito l'ammirazione delle ragazze. La lotta e' feroce e alla fine rimane in piedi un solo guerriero. Gli sconfitti portano in trionfo il vincitore fino a portarlo davanti ad un gruppo di ragazze tra le quali lui scegliera' quella da sposare senza pagare alcunche'.  Le sfide avvengono anche tra villaggi diversi e oltre alla festa vera e propria e' fantastico tutto l'insieme che avviene intorno ai duellanti.  Stupenda e imperdibile, informatevi se siete li'.

  

LOCALITA' mezzo

NOTE

Kormu   altit. 1.100 metri. 
  trekk Partiamo al mattino presto con l'accompagnamento di bambini e adulti Surma che pero' non ci fanno pagare il pedaggio di uscita in quanto siamo in compagnia dei poliziotti. La strada dopo Kormu e' una bella strada coloniale abbandonata e costruita dagli italiani (cosi' dice la guida). Si puo' percorrere solo a piedi per cui andiamo via tranquilli e nel primo pomeriggio siamo ad Adicas. 
Adikas 4 ore altit. 1.920 metri. la polizia ci fa montare le tende davanti alla loro casermetta. C'e' anche un pozzo con acqua che sembra buona, vedremo tra qualche giorno gli effetti.

  

LOCALITA' mezzo ore

NOTE

Adikas     altit. 1.920 metri.
  trekk   Si sale ma dolcemente e sempre sulla bella stradina italiana. Non vediamo piu' Surma e quindi risparmiamo un po' di birr, in compenso incontriamo molti Disi con vestiti multicolori e che salutano allegramente senza chiedere niente. 
Maji 5 ore   altit. 2.340 metri. Montiamo le tende nello stesso posto della volta precedente, ingaggiamo il solito guardiano diurno/notturno  e poi al bar facciamo la spesa: pane, patate e pane. L'acqua andiamo a prenderla un po' lontano ma e' molto buona.

  

LOCALITA' mezzo

NOTE

Maji   altit. 2.340 metri.
  trekk bella discesa fino al fiume che si trova a circa 1000 metri di altitudine.
fiume Aku    
  trekk si sale a mezzacosta tra continui saliscendi. Questa volta incontriamo gente dell'etnia Tichena. 
Kella 7 ore altit. 1.690 metri. Facciamo un giro per il bel mercato, il villaggio e' in una bellissima posizione tutto immerso nella vegetazione verdissima. Come al solito ci viene indicata l astazione di polizia per campeggiare, pero' son simpatici e alla sera ci organizzano addirittura una danza con gli abitanti del villaggio. Bella tappa!

  

LOCALITA' mezzo

NOTE

Kella   altit. 1.690 metri.
  trekk facile tappa verso Tum dove arriviamo prima di mezzogiorno
Tum 4 ore altit. 1.250 metri. Informarsi subito sull'aereo per Addis dopo si puo' girare per il mercato per l'ultima spesa, l'ultimo fuoco e l'ultima cena al campo. L'aereo dovremmo sentirlo quiando arriva perche' siamo di fianco alla pista.  Pagare guide e portatori e grandi saluti, ormai eravamo amici! 

    

LOCALITA' mezzo

NOTE

Tum   Gran folla a salutarci, regaliamo tutto quanto rimasto, dal cibo ai medicinali ai vestiti e altro ancora poi ci sottoponiamo ai meticolosi controlli dei bagagli che pero' ormai sono quasi vuoti. Il controllo dura comunque molto, anche perche' l'aereo e' in ritardo di 4 ore. Quando arriva facciamo appena in tempo a salire e chiudere la portiera che siamo gia' in aria.
  aereo  
Addis Abeba   Due ore circa di volo e siamo in hotel a riposrac.i

  

LOCALITA' ore mezzo

NOTE

Addis Abeba     city tour: museo nazionale (ex villa-Graziani) mercato e locali vari (specialmente bar). ottima cena e bella dormita su un materasso, la mia schiena con allegata ernia al disco ringrazia. 

LOCALITA' mezzo

NOTE

Addis Abeba   Partenza senza problem, nessun controllo di valuta e si possono pure ricambiare i bir residui in dollari.
  aereo  
Italia   Arrivo in perfetto orario (quando c'e' da tornare a casa non si ritarda mai!).