ipark
 
Alpinismo
Arrampicata EquitazioneEscursionismoGare sci
Mountain bike
Risultati gareSport aria
Sport fiumeSport lago Trekking


(a cura di Land Rover Magazine Italia)


Cosa ci fanno tre Land Rover a 3.911 metri di altezza, in cima allo ski-lift della Gobba di Rollin? Semplice a dirsi, molto meno a farsi: stabiliscono il record europeo d'alta quota raggiunto con mezzi fuoristrada 4x4 di serie.



Artefici dell'impresa, ai limiti dell'impossibile, sono stati tre equipaggi appartenenti all'Aosta Valley Land Rover Club, che mercoledì 2 agosto, alle 5,30 del mattino, sono riusciti a vincere una sfida più volte tentata da altri veicoli sempre con esito negativo. Spirito d'avventura, desiderio di misurare le proprie capacità fuoristradistiche, ma anche e certamente la volontà di portare un mezzo di culto come la Land Rover verso un nuovo e prestigioso traguardo, attraverso un percorso alpino estremamente impegnativo che ha richiesto una lunga fase preparatoria per definire i percorsi evitando i pericolosi crepacci presenti sul ghiacciaio, sono stati di sprone a Nicola Corradi, guida alpina di Cervinia e capo spedizione, che con il suo navigatore Vincenzo Marcheselli ha condotto l'insolita "cordata" automobilistica completata da Fabio Bich di Valtournanche, Presidente dell'Aosta Valley Land Rover Club, con Marco Corradi per navigatore, e Andrea Bryer accompagnato dalla moglie Lucia Montrosset, entrambe di Aosta. Partiti in una giornata estiva quasi senza vento e veramente serena con tre Defender 90, rigorosamente di serie, da Breuil Cervinia, a 2.000 metri sul livello del mare, i tre equipaggi hanno risalito le piste di sci di Plan Maison, Fornet e Bontadini, fino a raggiungere il Colle del Teodulo. Qui dopo un sopralluogo effettuato in motoslitta per verificare le condizioni del suolo, e dopo aver montato su tutte e quattro le ruote delle loro vetture le catene da neve, i sei landroveristi hanno ripreso la salita sulle nevi perenni, attraversando il ghiacciaio di Plateau Rosà e risalendo fino alla stazione funiviaria del Piccolo Cervino. Poi, attraversato il ghiacciaio Testa Grigia, l'ultimo strappo e il record: la stazione di arrivo dello ski-lift Gobba di Rollin, a poco meno di quota 4.000, ad una temperatura di meno 12 gradi centigradi. In questo luogo, a cavallo della linea spartiacque di confine tra il territorio italiano e quello svizzero, i protagonisti di questa impresa hanno finalmente potuto arrestarsi e godersi la soddisfazione di aver raggiunto, sulle loro montagne e con i loro amatissimi Land Rover, un traguardo che difficilmente potrà essere messo in discussione per molto tempo. Infatti, nonostante la montagna e la corsa al record di altitudine abbia animato generazioni di fuoristradisti prima che l'interesse si spostasse verso i grandi percorsi extra europei, e specialmente prima che il mezzo fuoristrada esplodesse come moda cittadina, il primato precedente risaliva addirittura al 1977, stabilito sull'Etna ad un'altezza di 3.227 metri. Averlo superato di quasi 900 metri potrebbe quindi significare l'aver portato in Valle un risultato difficilmente superabile in ambito europeo.Il nuovo record, come si è detto, oltre all'abilità degli equipaggi, è frutto di un lungo ed attento lavoro di preparazione, che ha coinvolto nella fase di allestimento anche diversi Enti che, con eguale spirito e assoluta disponibilità, hanno consentito attraverso il rilascio di autorizzazioni ed il supporto tecnico la fattibilità dell'impresa.
Tra questi i Carabinieri e la Guardia di Finanza di Breuil Cervinia, l'Ufficio doganale di Aosta, la Società degli impianti di risalita Cervino S.p.a. ed anche il Sindaco di Valtournanche, ingegner Pession, Bruno Yelk, responsabile della dogana svizzera e degli impianti di risalita del versante svizzero, la famiglia Frassy, proprietaria dei fondi attraversati e, per la parte tecnica, l'officina Terzo di Giuseppe Quendoz, ad Aosta. Ma specialmente il riconoscimento deve andare all'Aosta Valley Land Rover Club, che, a pochi giorni dal grande raduno Land Rover organizzato a Cervinia nel mese di luglio, ha ancora una volta dimostrato di essere uno dei Club Land Rover più attivi e propositivi d'Italia.
Città on lineCultura e tradizione
Download images Download musicaEnogastronomia
FaunaFloraMonumenti
News RubricheTurismo


Tutto il materiale e la grafica di questo sito
non può essere copiato senza previa autorizzazione scritta dal responsansabile di "Alpital 2006"