Associazione Geo-Mineralogica Naturalistica "Giovanni Cesaraccio" La Maddalena (OT)

I

G.Cesaraccio

Chi Siamo

Curriculum

Links

 Desclaimer

 E-mail

I

     PERSONAGGI

Domenico Lovisato nasce a Isola d'Istria nel 1842

Professore di Mineralogia nell'Università di Sassari dal 1878 al 1883

nel 1884 fu nominato professore di Geologia e Mineralogia nell'Università di Cagliari ove insegnò per ben 32 anni, muore a Cagliari il 23 febbraio 1916.

Cala Francese deve la sua notorietà, oltre che per la grande cava di granito che ha fornito materiale da costruzione per molte località nel mondo, alle specie minerali che sono state rinvenute fin dall'inizio del secolo.

L'attività estrattiva del granito ha messo in luce ciò che la roccia racchiudeva al suo interno; i vecchi scalpellini raccontano di grosse cavità di "pietrafocaia viola", così veniva chiamato il quarzo fumé che, a parte il colore, quando veniva colpito con lo scalpello faceva le scintille. L'ing. Carlo Denegri Direttore delle cave, fu uno dei primi a raccogliere alcuni campioni di minerali che furono in seguito fatti pervenire al Prof. Domenico Lovisato.

Lovisato giunse all'isola di La Maddalena per la prima volta attorno al 1880, si recò a Caprera per salutare il Generale Giuseppe Garibaldi suo amico; successivamente nel 1895 sempre a Caprera vi giunse per studio rinvenendo la tormalina e il granato.

Cala Francese iniziò ad essere studiata dal Professore agli inizi del '900, le sue numerose visite annuali a quelle che lui definiva le "interessanti cave granulitiche" erano dedicate al prelievo del materiale da analizzare, inoltre durante la sua assenza poteva contare sulle spedizioni periodiche di rocce e minerali che gli venivano fatte dagli operai e assistenti della Società Esportazioni Graniti Sardi, a tale proposito citiamo un passo del suo lavoro su Cala Francese:

"Se io ho potuto avere tutte queste bellezze di rocce e di minerali, ed altre ancora, che in parte mi farò premura di ricordare in seguito, mi corre l'obbligo di manifestare la mia più viva riconoscenza verso il gentilissimo sig. Carlo Zanat, intelligente ed operoso assistente della Società esportazione graniti sardi di Cala Francese, il quale non risparmia occasione  per inviarmi le cose più belle e più rare da lui colà trovate, mettendo in ogni modo a parte per me tutto quello di più interessante e strano, che a lui avvenga di scoprire, specialmente nei nuovi tagli o colle mine, che di continuo si fanno in quelle così interessanti cave.

"Nel 1913 fu pubblicata la sua Relazione su "Le specie minerali finora trovate nelle granuliti di Cala Francese"; il relatore Struver della Reale Accademia dei Lincei nella seduta del 5 gennaio 1913, lesse alla Commissione la memoria del Professore, proponendone l'inserzione nei volumi dell'Accademia; questa fu accettata e ancor'oggi può essere definito a tutti gli effetti il primo lavoro sui minerali di Cala Francese.

 

 

 

Domenico Lovisato

 

martello usato da Lovisato

 

leggi l'Articolo su D. Lovisato pubblicato sull'Almanacco

 

I

G E O M I N E

      G.M.P.M. ©  2009