Events   News Editorial    board   Archives    Links   Sections Submit a     paper Mail

FRENIS  zero 

Psicoanalisi applicata alla Medicina, Pedagogia, Sociologia, Letteratura ed Arte

Rivista iscritta al n. 978 Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 7.12.2007

ISSN: 2037-1853

        Home Frenis Zero                                                        

Presentazione (settembre 2007)

“Frenis Zero” è una rivista telematica (accessibile all’indirizzo web: http://web.tiscali.it/bibliopsi/frenishome.htm ) fondata nel 2003 da Giuseppe Leo (che ne è il Direttore Scientifico),  ed edita dal Ce.Psi.Di.  (Centro Psicoterapia Dinamica) sito in Lecce in via Lombardia n. 18.   La rivista telematica si propone di esplorare le aree di confine tra la psicoanalisi da un lato e l'arte, la filosofia e le neuroscienze dall'altro. Il suo “board” scientifico comprende: Leonardo Ancona (Roma), Brenno Boccadoro (Ginevra), Mario Colucci (Trieste), Lidia De Rita (Bari), Santa Fizzarotti Selvaggi (Carbonara di Bari), Patrizia Guarnieri (Firenze), Livia Marigonda (Venezia), Salomon Resnik (Parigi), Mario Rossi Monti (Firenze), Mario Scarcella (Messina). La rivista telematica esce semestralmente su internet, con dei numeri monografici, mentre mensilmente vengono pubblicati degli aggiornamenti, di cui viene data notizia tramite una “newsletter” mensile (denominata A.S.S.E.Psi. NEWS) a cui sono iscritti circa 300 persone. I numeri monografici finora pubblicati hanno riguardato i seguenti temi: “Scrivere da dentro”(sull’esperienza dello scrivere per chi si è trovato recluso in istituzioni totali – n.3, gennaio 2005); “Il suicidio” (n.4, giugno 2005); “Apeiron. Tra psicoanalisi e religiosità” (n. 6, giugno 2006); “Chronos. Tempo, Mito, Storia” (n.7, gennaio 2007); “Mnemosyne: Psicoanalisti e memoria dei traumi collettivi” (n. 8, giugno 2007). Per gennaio 2008 è prevista l’uscita di un numero monografico dedicato al dialogo tra psicoanalisi e neuroscienze. Nel giugno 2007 la rivista “Frenis Zero” ha acquisito il sottotitolo di “Rivista di Psicoanalisi Applicata alla Medicina, Pedagogia, Sociologia, Letteratura ed Arte”.

Nel 2005 il fondatore della rivista ha creato una collana di libri presso l’editore Schena di Fasano (Brindisi), intitolata “Frenis Zero”. La Collana “Frenis Zero. Scienze della Mente Filosofia Psicoterapia Creatività”, ha ripreso l’interesse della rivista telematica nell’indagare quelle aree di confine e di scambio che la Psicoanalisi presenta con le Neuroscienze, le Arti, la Letteratura e gli Studi sulla Creatività artistica e scientifica, ma anche con la Filosofia, l’Antropologia religiosa e la Storia delle culture umane. La collana “Frenis zero”si augura di contribuire a  diffondere  la cultura psicoanalitica in un’ottica transdisciplinare, evitando barriere e preclusioni ideologiche che spesso ne ostacolano la conoscenza. La collana è stata inaugurata dal volume volume "La Psicoanalisi. Intrecci Paesaggi Confini", a cura di Santa Fizzarotti Selvaggi e Giuseppe Leo (ISBN 88-8229-567-2). Il volume contiene scritti di Salomon Resnik ("Corpo ed esistenza"), di Mauro Mancia ("Memoria e Psicoanalisi"), di Mario Rossi Monti ("Disforia e condotte suicidarie nel borderline"), di Santa Fizzarotti Selvaggi ("Tra corpo e mente. Paesaggi, scenari, visioni"), di Andreas Giannakoulas ("Il colore della mente") e di Giuseppe Leo ("Un luogo in cui rinascere. Il trattamento istituzionale delle psicosi dell'età evolutiva in un 'hopital de jour'"). La presentazione del libro è avvenuta il 30 settembre alle ore 18 presso l’Aula Moro della Facoltà di Giurisprudenza - Piazza Cesare Battisti alla presenza del  Rettore dell’Universita’ di Bari ( Prof. Giovanni Girone), del prof. Franco Fanizza, ordinario di Estetica dell’Università di Bari, del prof. Mauro Mancia,  Ordinario di Neurofisiologia Umana dell’Università di Milano e Psicoanalista SPI, della Prof. Maria Sinatra, ordinario di Psicologia Generale dell’Università di Bari, e dei curatori del volume.

Dal 2007 la rivista “Frenis Zero” partecipa ad un progetto internazionale di organizzazione di eventi formativi in associazione alla casa editrice francese “Penta Editions” (Direttore: Cosimo Trono). Il progetto, illustrato sul sito web “Thalassa. Portolano of Psychoanalysis”, è illustrato nella pagina web http://web.tiscali.it/frenis0/portolano.htm e prevede un convegno annuale in Puglia, il primo dei quali è previsto per il 2008. Le finalità del progetto di “Thalassa” sono quelle di permettere a psicoanalisti e psicoterapeuti, provenienti dai Paesi del Mediterraneo, di approfondire le tematiche riguardanti la storia, i conflitti culturali ed i traumi collettivi delle nazioni che si affacciano sul Mediterraneo, utilizzando la psicoanalisi come uno degli strumenti principali di studio.

 

 

 

Editoriale (gennaio 2004)

<<Siamo arrivati a zero. Anzi, al doppio zero. Viviamo ormai in un altro millennio, e abbiamo ricominciato a contare dallo zero: 00, 01, 02, 03... Lo zero, ha scritto un matematico, è «quasi a portata di mano, ma mai realmente afferrabile». Così si presenta la realtà in cui viviamo: un grande caleidoscopio in cui ogni minima rotazione, o spostamento, cambia la forma, il pattern, di ciò che vediamo. Tuttavia lo zero non è «niente». È piuttosto una «cifra», una chance, una possibilità, è il punto di partenza di un nuovo processo. Il nostro ground zero è ricco di nuove possibilità. L'importante è vederle. Per farlo bisogna cambiare il nostro punto di vista, modificare lo sguardo con cui osserviamo le cose.>> 

(da Marco Belpoliti, "Doppio zero. Una mappa della contemporaneità", Einaudi, Torino, 2003)

La citazione tratta dall'introduzione del libro di Belpoliti ci chiarisce che lo zero del titolo di questa "rivista"  allude ad un punto da cui partire per guardare un oggetto che <<è vario e molteplice, e non appartiene, in modo preventivo, a nessuna forma di sapere o disciplina preordinata>> (Belpoliti, 2003). Frenis in greco significa mente, ma è anche termine che si riferisce al diaframma, ad un organo che separa nel corpo un alto ed un basso. La mente umana, nelle sue produzioni creative (artistiche, scientifiche) deve riuscire a integrare e a tenere insieme oggetti che essa stessa ha contribuito a tenere separati in distinti campi del sapere. Indagare le aree di confine tra creatività, scienze della mente e psicoterapia è il progetto di questa rivista 'on line': Frenis zero.

Una rivista che utilizzi non il supporto cartaceo, ma il substrato della rete web deve fare i conti con l'incompiutezza sia nella dimensione testuale che in quella temporale. La rivista non esce una volta per tutte, ma si fa e si disfa continuamente, in una impresa di Sisifo che riguarda i testi in essa contenuti ma anche i tempi della redazione. Pertanto questo è un primo numero virtuale, in fieri, di una  'rivista' che è esposta sin dalla sua nascita alla consapevole accettazione di un tempo e di una periodicità non prefissati, e di testi che non vengono 'editi' una volta per tutti,  restando indefinitamente degli 'inediti' virtuali.

 

 

Giuseppe Leo

 

 

Direttore Responsabile : Giuseppe Leo

Copyright - A.S.S.E.Psi. - Ce.Psi.Di. - Edizioni FRENIS ZERO  2003-2004-2005-2006-2007-2008-2009 - 2010