<<Una scienza è un ragionamento normato dalla sua rettificazione critica. Se questo ragionamento ha una storia di cui lo storico crede di ricostruire il cammino, è perché esso è una storia di cui l'epistemologo deve riattivare il senso>>

(Georges Canguilhem, "Ideologia e razionalità nella storia delle scienze della vita", trad.it. di P. Jervis, La Nuova Italia, Firenze, 1992)

Il sito internet aperto agli interventi ed alle testimonianze sulla storia della  psichiatria, sul suo 'status' epistemologico e sui suoi rapporti con le arti e le scienze.

Novità


Centro di Psicoterapia Dinamica (Ce.Psi.Di)

 

Editoriale 2004

Un anno è già passato ed il sito web dell'A.S.S.E.Psi. si è un pò 'imbellettato' nella grafica e nella presentazione, ma strada facendo si è soprattutto arricchito di nuovi collaboratori, che coi loro saggi inediti ed i loro contributi ci hanno permesso di aprire nuove rubriche e... nuove finestre di senso nel mondo della malattia mentale. 

Accanto alla rubrica 'PER UNA STORIA DEL SUPERAMENTO DEL MANICOMIO NEL SUD ITALIA', inaugurata l'anno scorso, abbiamo aperto lo spazio delle 'TESTIMONIANZE DAI SERVIZI', che intende raccogliere contributi di tutti coloro che sono impegnati 'in prima linea' nell'aiutare utenti psichiatrici e familiari ad uscire dall'isolamento sociale ed a (ri)scoprire risorse per un miglioramento della qualità della vita. Ci auguriamo di poter aprire anche un ulteriore spazio  di testimonianze in prima persona da parte di utenti ... perché crediamo che la storia della psichiatria sia innanzitutto un dare senso alle tante storie, anche 'piccole',  che abitano la porta accanto alla nostra.

Nel campo della FORMAZIONE, continuiamo a fornire un servizio aggiornato di informazione su CONGRESSI ED EVENTI ECM (e non solo), nonché di RESOCONTI di seminari con personalità autorevoli della psichiatria e della psicoterapia contemporanea (alla pagina 'MAITRES A PENSER'). 

Infine la RIVISTA FRENIS ZERO  , le RECENSIONI e le CONSULENZE BIBLIOGRAFICHE, completano il panorama di servizi ed iniziative finalizzati a integrare le problematiche della psichiatria in un dibattito culturale il meno 'settario'  ed il più aperto possibile al contributo di tutti quanti sentono l'impegno di essere cittadini in uno Stato democratico.

Giuseppe Leo

 

Editoriale 2003

Nell'esperienza professionale di ogni psichiatra o psicologo ritengo sia molto sentita l'esigenza di disporre di fonti bibliografiche in cui reperire testi oramai usciti dai cataloghi editoriali o addirittura  "antichi". Spesso la citazione "ex auctoritate librorum", non suffragata dalla consultazione diretta delle fonti, può diventare sterile, meccanica riproposizione di concetti slegati dal contesto semantico originario.

Partendo dalla passione (nel senso del latino "patire") per il libro antiquario, un gruppo di psichiatri e psicologi ha inteso promuovere, attraverso un sito Web, la conoscenza di alcuni testi "sacri" della storia, remota e recente, della psichiatria. Ma affinché l'approccio alle fonti storiche non sia riduttivamente documentaristico (e l'atteggiamento verso il documento non sia finalizzato al solo recupero archeologico o, peggio, alla riesumazione "necrofilica"), è necessario creare un ponte tra "datità" del testo e riflessione dei singoli su ciò che può legittimare il nostro lavoro psico-terapeutico quotidiano.

L'epistemologia, dunque, non come confronto tra modelli teorici, non come filosofia che informa di sé le pratiche, ma come pensiero, possibilmente quotidiano, su ciò che sembra sorreggere il nostro agire psichiatrico. 

Ben vengano i "forum", gli spazi di discussione tra addetti ai lavori: ma senza un chiarimento preliminare sul significato che diamo alle parole, non si va tanto lontani, e si ripropongono "gerghi" per pochi iniziati da cui la gran parte degli attori sociali della promozione della salute mentale (non solo gli "psi"!) si sentono esclusi. Approfondire i fondamenti epistemologici della psichiatria significa, infine, rendere i suoi problemi meglio intelligibili e discutibili all'interno di una società che si definisca democratica.

                                                                                                                                                             Giuseppe  Leo

Copyright ASSEPsi 2002- sito progettato ed edito a cura di Giuseppe  Leo