Il dialetto
Il volume
Indice
Presentazione  

 Il Comune
 Come arrivare

 Informazioni


   
   
 
Il volume

[...] Salvatore Tambascia uno studioso che grazie alla sua formazione antropologico-culturale e alle connesse competenze linguistiche riuscito a realizzare un’opera di notevole valore, proprio in chiave etnolinguistica: ecco l’attenzione ai proverbi, ai detti e ai modi di dire tradizionali; il rilievo alla terminologia "tecnica" non soltanto del lavoro degli artigiani ma dei mille particolari della vita di tutti i giorni; le indicazioni socio-antropologiche che corredano le "voci" del vocabolario e ce le rendono vive ed attuali (si veda ad es. zappatr, con la "costellazione" di massr, trrazzn e naturalmente sgnr; o, per altro verso, siamo nel Beneventano!, nc, con notevoli indicazioni di medicina "popolare", del tutto inconsuete nelle raccolte lessicografiche – anche per il geloso riserbo con cui venivano di norma trasmesse; e cos via).

Si tratta di un’opera rigorosa, in ogni sua fase (come ho potuto constatare personalmente nei non pochi anni che durata l’elaborazione della Grammatica e lessico del dialetto castelvetrese), dall’identificazione degli informatori e loro interviste anche a pi riprese e "di controllo", all’elaborazione di una coerente ortografia scientificamente adeguata (ma allo stesso tempo non impervia o addirittura incomprensibile ai "non addetti ai lavori"), alla stesura delle singole voci, sempre con il riscontro ed il conforto dei migliori vocabolari, italiani e dialettali. L’apparato iconografico (pur nella sua brevit determinata da esigenze editoriali) che l’autore presenta non una mera documentazione d’appendice; la sua esperienza anche nell’antropologia visuale lo ha portato ad un rigore nella stessa documentazione fotografica.

Insomma, un lavoro importante, di notevole utilit per i linguisti con le sue varie migliaia di lemmi anche assai arcaici (e diversi fenomeni di notevole interesse, sui quali l’autore ha voluto soffermarsi in una premessa grammaticale dedicata alla descrizione del proprio dialetto, volutamente concisa ma rigorosa: si pensi, fra l’altro, alla testimonianza della "metafonesi dislocata" nelle forme della 2 persona del singolare del presente indicativo di verbi come mur (mr ma naturalmente mr alla 1 e alla 3) o srv (srv e risp. srv), e addirittura (perch della I coniug.) pnz (pnz e risp. pnz).

Ma la destinazione della fatica di S. Tambascia, nelle sue intenzioni, non stata riservata agli studiosi; del tutto correttamente, la sua ottica sin dall’inizio stata quella del "monumento" in omaggio e al servizio della sua "piccola Patria": una testimonianza il pi possibile fedele, e per cos dire "dall’interno", del patrimonio linguistico e culturale di Castelvetere, da consegnare ai propri concittadini, ed in particolare ai giovani, perch sempre maggiormente e sempre pi coscientemente lo tutelino, lo difendano e, sin dove possibile, lo promuovano, come quel "bene culturale" primario quale davvero .

Un impegno quindi di spiccato interesse sociale e civile (comune a molti, tanti "appassionati" di ieri e di oggi) che il nostro autore ha saputo assolvere con un rigore di indagine e di realizzazione spinto sino al minimo dettaglio (con una puntigliosit tutta "sannita"), e di cui dobbiamo essergli davvero grati; come dobbiamo essere grati alle Autorit comunali ed agli altri Enti che hanno patrocinato la pubblicazione del volume; ed un ringraziamento tutto particolare, da parte di chi scrive, va al Direttore della "Biblioteca di ricerche linguistiche e filologiche", il prof. Walter Belardi, che ha voluto accogliere quest’opera nella sua Collana di alti studi e contributi glottologici e linguistici, quale testimonianza dell’interesse e della simpatia per gli studi dialettologici, anche se realizzati da indagatori "non professionisti" ma con tutto limpegno, il rigore e (quel che giusto giusto) la passione possibili.

                                                                             Ugo Vignuzzi         

     *Professore ordinario di Dialettologia italiana all'Universit di Roma "La Sapienza".

 
     
 


Site copyright 1999-2004 - All Rights Reserved
Design powered by s. tambascia