Dove Siamo      Testimonianze    Il Cambiamento    Alcol e Guai    Dati    Appuntamenti

C.A.T. IN LINEA

A.C.A.T. CARATE BRIANZA

Per Informazioni M@il : acatcarate@fastwebmail.it

ASSOCIAZIONE DEI CLUB ALCOLOGICI TERRITORIALI

METODOLOGIA  VLADIMIR   HUDOLIN

www.aicat.net                  www.arcatlombardia.it

 

 

 

NATO A OGULIN ( IN CROAZIA ) 02/05/1922 – 26/12/1996

E’ STATO UNO DEI MASSIMI ESPERTI DI ALCOLDIPENDENZA. NOTO A LIVELLO INTERNAZIONALE

PER AVER IDEATO E SVILUPPATO UN PROGRAMMA COMPLESSO DI TRATTAMENTO DELL’ALCOLISMO

BASATO SUL COINVOLGIMENTO DELLA FAMIGLIA , DELLA COMUNITA’ , DEI SERVIZI SOCIOSANITARI PUBBLICI

E CENTRATO SUI CLUB DEGLI ALCOLOGICI TERRITORIALI.

E’ STATO DIRETTORE DELLA CLINICA DI NEUROLOGIA ,PSICHIATRIA, ALCOLOGIA E ALTRE DIPENDENZE

DELL’OSPEDALE UNIVERSITARIO DI ZAGABRIA E TITOLARE DELLA CATTEDRA DI Neurologia, Psichiatria, e Psicologia

Medica ALL’UNIVERSITA’ DI ZAGABRIA. E’ STATO PRESIDENTE DELL’ASSOCIAZIONE MONDIALE DI PSICHIATRIA SOCIALE

E DELL’ASSOCIAZIONE MEDITERRANEA DI PSICHIATRIA SOCIALE. E’ STATO MEMBRO DEL GRUPPO DEGLI ESPERTI PER

L’ALCOLISMO E LE ALTRE DIPENDENZE DELL’OMS.

 

 

COSE IL CLUB

I  CLUB ALCOLOGICI TERRITORIALI E’ UNA COMUNITA’ MULTIFAMILIARE

INSERITA NEL TERRITORIO , E’ UN NODO IMPORTANTE DELLA RETE DI SOLIDARIETA’

DELLA COMUNITA’ LOCALE.

IL CLUB SI RIUNISCE UNA VOLTA ALLA SETTIMANA CON UN ORARIO E UNA SEDE FISSA

CON LA PRESENZA DI UN SERVITORE-INSEGNANTE QUALIFICATO , DOPO AVER FATTO IL

CORSO DI SENSIBILIZZAZIONE DELLA DURATA DI 50 ORE.L’OBIETTIVO DEL CLUB E’

FAVORIRE LA CRESCITA E LA MATURAZIONE PERSONALE DEI SUOI MEMBRI , IL

MIGLIORAMENTO DELLE PROPRIE RELAZIONI ALL’INTERNO DELLA FAMIGLIA ED UNO

STILE DI VITA PIU’ SODDISFACENTE.

IL LAVORO DEL CLUB SI BASA SULL’APPROCCIO FAMILIARE : TUTTA LA FAMIGLIA E

MEMBRO DEL CLUB. LA FAMIGLIA E’ UN VALORE IMPORTANTE DA VALORIZZARE : SE

VIENE AIUTATA E’ CAPACE DI RISOLVERE I PROPRI PROBLEMI.

OGNI FAMIGLIA PARTECIPA AL CLUB PER MIGLIORARE SE STESSA E LE PROPRIE RELAZIONI

I PRINCIPI CHE ISPIRANO IL LAVORO DEL CLUB SONO : AMORE , MAICIZIA , SOLIDARIETA’.

L’ASTINENZA ( O MEGLIO LA SOBRIETA’ ) E’ UNO STRUMENTO NECESSARIO PER AVVIARE

QUESTO PROCESSO DI CAMBIAMENTO.

    CONSIGLI  PER UNA GUIDA SICURA

L’ALCOL RIDUCE LA CAPACITA’ VISIVA E AUMENTA I TEMPI DI REAZIONE , RENDE DIFFICOLTOSA

LA COORDINAZIONE DEI MOVIMENTI. CREA UN FALSO SENZO DI SICUREZZA CHE PORTA A

SOPRAVVALUTARE   LE PROPRIE CAPACITA’ , PROPRIO QUANDO QUESTE SONO COMPROMESSE.

PER EVITARE INCIDENTI STRADALI VI CONSIGLIAMO DI : METTERSI D’ACCORDO CON GLI AMICI

SU CHI DEVE GUIDARE DOPO UNA FESTA E  RINUNCIATE A BERE ALCOLICI SE DOVETE GUIDARE

( L’ABILITA’ DI GUIDA E’ INFLUENZATA NEGATIVAMENTE GIA’ DOPO UNO/DUE BICCHIERI DI VINO ,

UN BIRRA PICCOLA , UN BICCHIERINO DI SUPERALCOLICO ) E NON OFFRITE DA BERE A CHI DEVE

METTERSI AL VOLANTE.

NON BEVETE MAI BEVANDE ALCOLICHE A STOMACO VUOTO

I SUCCHI DI FRUTTA SONO PARTICOLARMENTE INDICATI PERCHE’ AIUTANO A PREVENIRE LA STANCHEZZA

PROVATE LE BEVANDE ANALCOLICHE : SONO PIACEVOLISSIME

 ***

 

PREGHIERA PER GLI ALCOLISTI

MIO DIO E SIGNORE,

CONCEDI AGLI ALCOLISTI

OCCHI CAPACI DI VEDERE

IL MALE CHE E’ NEL BERE 

SVEGLIATI, IN MODO CHE POSSANO

ACCORGERSI DELLA DISTRUZIONE

CHE CAUSANO A SE STESSI E ALLA LORO FAMIGLIA

ALLA LORO CASA E AL LORO LAVORO. 

RENDILI SOBRI,O SIGNORE

SICCHE’ POSSANO VEDERE CHE IL

TUO AMORE E LA TUA COMPASSIONE

DANNO GIOIA PIU’ GRANDE

E UNA VITA PIU’ RICCA

DI QUANTO QUALSIASI BOTTIGLIA POSSA DARE.

       G.S…….O.

 

L’UBRIACO

APPOGGIATO SULLE BRACCIA, DIETRO IL VETRO DI UN BICCHIERE,

ALZA APPENA UN PO’ LA FACCIA E DOMANDA ANCORA DA BERE,

I RUMORI DELLA STRADA FILTRANO PIANO LE PARETI,

DORME IL GATTO SULLA PANCA E LO SPORCO APPANNA I VETRI.

CADE IL VINO NEL BICCHIERE,POI NESSUNO PIU’ SI MUOVE,

E NON SAI SE FUORI ALL’ARIA CI SIA IL SOLE OPPURE PIOVE.

E QUELL’UOMO SI RICORDA E PER UNO SCHERZO ATROCE,

QUASI IL VINO LE DA’ FORZA,L’ILLUSIONE GLI DA’ VOCE,

E SI ALZA SULLE GAMBE, SBARRA GLI OCCHI E POI TRABALLA,

COME I RIFLETTORI SOPRA IL GESTO DELLE BRACCIA….

MA SI FERMA ALL’IMPPROVVISO,TORNA IL VINO NEL BICCHIERE,

E LONTANO,OLTRE NEL TEMPO UNA FOLLA MISTERIOSA E’ SCATTATA

TUTTA IN PIEDI GRIDA, BRAVO,ANCORA BENE.

SON TORNATI I RIFLETTORI SUL SUO VISO E SULLE MANI,

SI ALZA,ACCENNA AD UN INCHINO PER QUEI PUBBLICI LONTANI,

E PIU’ FORTE TRA QUEI MURI,QUELLA VOCE ORA SI E’ ALZATA

E FA TINTILLARE I VETRI E RIMBALZA SULLA STRADA

G.S

 

VIVERE E CAMBIARE

SE NON CONOSCI LA TRISTEZZA

GUARDA NEI MIE OCCHI LA TROVERAI

HA IL COLORE DELLA SOLITUDINE

IL SAPORE DEL VENTO PIU’ DISPERATO

GUARDA NEI MIEI OCCHI TROVERAI LA TRISEZZA

PIU’ INFINITA

LEGGERAI IL BISOGNO DI QUALCOSA CHE HO PAURA DI PERDERE

E SE AD UN TRATTO VEDRAI QUALCOSA LUCCICARE

NON TI MERAVIGLIARE E SOLO UNA LACRIMA DI PERDONO

AI MIEI GENITORI

M.T

( CAMMINANDO INSIEME DICEMBRE 1998)

 

DIFFICILE ESSERE UOMO

E’ DIFFICILE PER ME INSERIRMI NELLA SOCIETA’,

E’ DIFFICILE PARLARE CON GLI ALTRI E NON LASCIARE I DISCORSI A META’.

E’ DIFFICILE STUDIARE,CAMBIARE I PENSIERI,ESSERE SERIO,

RITORNARE COME ERO IERI. E’ DIFFICILE ESSERE SERENO,

DORMIRE DUE NOTTI DI SEGUITO,DISCUTERE CON I GENITORI,

TROVAR QUALCUNO CHE MI FACCIA CREDITO.

E’ DIFFICILE ESSERE UOMO,AMMESSO CHE IO LO SIA,

E’ DIFFICILE DIRE NON E’ IMPOSSIBILE, SEBBENE QUESTA SIA L’UNICA VERA VITA,

E COSI’ MI ARRENDO SUBITO ANCOR PRIMA DI INCOMINCIARE.

E PENSO SEMPRE E SOLO CHE SIA DIFFICILE QUELLO CHE NON SIA CERTO FACILE:

MA SI POSSA CON IMPEGNO  REALIZZARE.

E.G

(CAMMINANDO INSIEME, SETTEMBRE 1995)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

http://files.tiscali.it/peregofederico/Web/index.htm catinlinea

Federico Perego