Il Convivio

Giorgio Brberi Squarotti

Furia

Nella prima mattina, quando ancora
confuso e dubbio il cielo e il vento,
furiosamente allegra esplose e gelida
la scossa del temporale inatteso:
a correre si mise la ragazza
ma pi per gioco che per rifugiarsi
sotto i balconi o gli alberi, lasciandosi
anzi bagnare la camicia lieve,
azzurra come il cielo che scomparso
chi sa dove oltre i platani e i palazzi,
e nude le mammelle allora apparvero
cos tonde e pudiche, un poco troppo
agitandole nel moto del passo
alterno, come per la festa dacqua
che consacra lestate, se mai
                                   muoia.
 

Stampa    Stampa il testo