La lettura, rivista mensile del Corriere della Sera, a. XVI, n. 1, 1° gennaio 1916La biblioteca, l'emeroteca e gli archivi del Centro costituiscono ormai da molti anni un punto di riferimento per gli studiosi. Proprio per questo ci stiamo impegnando per renderli consultabili on-line attraverso questo sito.

La biblioteca, con oltre 10.000 volumi, conserva un materiale bibliografico di pregio, difficilmente reperibile sia sul mercato librario che in altre biblioteche regionali. Specializzata sui temi della storia di Genova e della Liguria si estende alla storia del movimento operaio e alla storia contemporanea nazionale e internazionale.

L'emeroteca conserva 460 periodici italiani e stranieri, di cui molti in collezione, molti dei quali ancora in corso, offrendo pressoché l'intero panorama della produzione storiografica mondiale più qualificata.

Nel 1997, dopo due anni di chiusura al pubblico, per inagibilità dei locali di Palazzo Imperiale, dove il Centro aveva sede dal 1972, è stato completato il trasferimento a Palazzo Ducale,Tessera del PSI, Aquila, 1909 (Fondo Perillo) in locali decisamente più idonei per un servizio bibliotecario. Grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Genova e Imperia, la nuova sede è stata dotata delle più innovative attrezzature informatiche, con quattro postazioni per il pubblico (con collegamento diretto a Internet) e con la possibilità di consultare in Internet i cataloghi della biblioteca (in corso di informatizzazione) e presto anche la documentazione conservata negli archivi.

Nel corso del 1982 è stato costituito l'Archivio Fotografico contenente più di 5.000 fotografie, una settantina di microfilms e due filmati, tutti appartenenti ad un periodo storico che va dal primo novecento ad oggi.
Nel 1984 si è inoltre provveduto al riordino e alla catalogazione dell'Archivio Perillo, in cui è stata raccolta la documentazione, in gran parte originale, sulle società operaie costituitesi in Liguria dal 1848 al 1922, sul movimento di lotta antifascista dal 1920 al 1922, comprendente, tra l'altro, oltre 600 schede biografiche di organizzatori e militanti.


La sala di letturaIl Centro Ligure di Storia Sociale conserva (anche in funzione di una convenzione con la Camera del Lavoro di Genova) l'intero Archivio sindacale della CGIL dai primi anni del secondo dopoguerra ad oggi (sono più di 15.000 pagine manoscritte e di 200 carteggi), dichiarato con comunicazione della Sovrintendenza Archivistica per la Liguria dell'11 marzo 1983, di notevole interesse storico e documentazione essenziale e primaria per la storia sociale in Genova.

Una convenzione stipulata nel 1999 con la Cisl Regionale Liguria, ha permesso al Centro di acquisire anche la biblioteca e l’archivio di questa organizzazione, costituendo così, insieme all’archivio della Camera del lavoro e della Cgil ligure, uno dei più consistenti fondi archivistici sindacali della nostra regione.

Il servizio di prestito è gratuito e aperto a tutti i lettori, senza particolari formalità.

Orario invernale: mar.-ven.: 10.00-13.00 - 15.00-18.00
Orario estivo (dal 4 al 30 luglio e dal 1° al 30 settembre):
mar.-ven.: 10.00-13.00 e mer.: 15.00-18.00
Eventuali orari su richiesta: biblioteca@centroliguredistoriasociale.it

Chiusura: Agosto

GENOVA IL NOVECENTO E IL WEB un progetto di informatizzazione della nostra biblioteca e dei nostri archivi

 
Particolare della copertina di: "Lavoro, lavori a Genova" di Luca Borzani e Giulio Sapelli. Foto Uliano Lucas
Tessere del PCI degli anni 1951 e 1952 (Archivio fotografico, scheda n. 189)
"La Pace", settimanale antimilitarista, Genova, 22 ottobre 1914
Illustrazione da: "Poklon tajgi", pubblicazione celebrativa di Lenin, 1970
Manifestazione per il 1° maggio, Genova 1949 (Archivio fotografico, scheda n. 560)
Copertina di: "Achille Grandi e il sindacato nuovo", Roma 1984 


 
(c) Centro ligure di storia sociale
Per il logo e alcune immagini: http://www.palazzoducale.genova.it

Il materiale testuale e fotografico presente in questo sito può essere utilizzato soltanto se accompagnato dall'indicazione della fonte (http://www.centroliguredistoriasociale.it)