Francis Francis

Begbie
Che tipo che Begbie. Strano, controverso, sempre difficile da capire, si potrebbe definire allo stesso tempo psico-patico e amico fedele e leale. In effetti a lui non viene in mente di scappare con i soldi come fa poi Renton ma lo stesso Mark sapeva che se si sarebbe svegliato lo avrebbe a dir poco massacrato se non ucciso. Dunque violenza in primo piano, violenza sempre, violenza quasi sempre ingiustificata come quando massacra quel ragazzo che lo stava solo guardando mentre giocava a biliardo con Tommy. Dunque tanta violenza per Franco Begbie, o Francis come era spesso chiamato dagli amici, associata a tanto fumo (sigarette) e alcool. Ma niente droga "non avvelenerei mai il mio corpo con quella merda, cazzo". E quando vede gli amici cerca anche di fare il moralista Francis, gli dice di smettere e non a caso quando la mamma di Spud, da poco arrestato, si presente al pub dove sono tutti lui le dice "sono stato io lo stronzo che ha provato a farlo smettere". Ma qesta una piccola, piccolissima parte del controverso carattere di Francis Begbie. Come dice Renton "lui si fa di gente" e per questo cerca sempre rissa, a volte le crea, come quando getta il bicchiere dal piano superiore di un pub molto affollato. O come quando un uomo, per sbaglio, gli versa un p di birra sul vestito e dopo alcune discussioni ("con le scuse non mi asciughi il vestito") finisce tra calci, pugni e una coltellata per il povero Spud.E alla fine si ritrova a fare rapine a mano armata (con pistole giocattolo) in gioiellerie che lo portano a rifugiarsi dall'amico Renton a Londra. Quando abita a casa di Renton un macello: oltre a mettere disordine bestiale, fuma e sporca, oltre a giocare sui cavalli. Mark lo dice che alla fine, nonostante tutto " un amico" ma molto spesso si comporta da bullo di periferia, da violento pscio-patico o da distruggitore come quando sfascia la camera d'albergo nel momento in cui si accorge che Mark aveva preso tutte le 16 mila sterline. Da far notare che nel libro Irwin Welsh ci dice che aveva anche un figlio. Un aspetto, infine, da prendere in considerazione la sua violenza anche nei confronti degli amici. Quando va in discoteca per festeggiare la vincita (la scommessa sui cavalli), non trova altro che un travestito. Mark a casa ci scherza su "ammettilo, poteva essere bellissimo" e Franco non esita a prendere il coltello e a minacciarlo. Davvero un brutto tipo "ma un amico".
Giudizio finale: lui non si droga, ma fuma e beve. La sua droga la gente che gli spesso utile per fare risse e violenza inutile. Cerca di far smettere gli altri con l'eroina, suo malgrado. Alla fine, presenza importante nella storia.



Foto

Nel pub londinese Con gli amici
















Torna alla homepage

Go Back