HOME

 
Programmi più semplici e ricezione senza interruzioni col NUT01DEA

Ricezione del telecomando VIA RADIO con SERIN e SEROUT


 

Questo tipo di ricezione funziona sempre, qualsiasi sia la tavola della verità dentro il Nutchip. Il Nutchip è molto affidabile nel separare gli impulsi radio dai disturbi.
Inoltre la ricezione del Nutchip è continua, ed ogni codice ricevuto viene memorizzato per poterlo fornire al Basic Stamp nel momento in cui quest'ultimo ne fa richiesta.

1)

Oltre al Nutchip DEA, vi serviranno una resistenza da 100 kiloohm, un risuonatore da 4MHz, un condensatore da 100 nF e un modulo ricevitore radio ( Aurel NB-CE oppure RX4M50RR30SF).

Vi occorre inoltre una breadboard esterna (o un piccolo circuito stampato) per montare i componenti.


Inserite il Nutchip nella breadboard, e collegate il piedino P2 del Basic Stamp al pin 2 del Nutchip, ed il piedino P3 al pin 3.
Inserite anche gli altri componenti nella breadboard e collegate tutti gli altri piedini come in questo schema.

Per chi usa il circuito stampato: saldate dei pezzi di filo di rame rigido per effettuare i collegamenti alla breadboard della scheda madre Basic Stamp.


Un telecomando ed un modulo radio compatibili. Lo trovate in vendita presso i distributori autorizzati. Dettagli e altri modelli nella pagina dei componenti

Nota: collegate solo i piedini effettivamente presenti nel vostro modulo radio a 433 MHz.


2)

Caricate il programma seguente nel Basic Stamp.
Questo programma scrive sul monitor del PC il codice radio ricevuto, con cadenza di un secondo:

codice var byte(2)
loop:
     serout 2, 84, ["RADI"]
     serin 3, 84, [STR codice\2]      
     debug "L'ULTIMO CODICE RICEVUTO E' ", DEC codice(0)+ (codice(1)*256),CR
     pause 1000
     goto loop

Funziona così:
Il programma comincia creando una variabile da 2 byte per ospitare il codice del telecomando.
Poi con una SEROUT trasmette al Nutchip il comando ("RADI") per la lettura del telecomando a infrarossi.
La risposta del Nutchip è lunga 2 byte è viene memorizzata con la SERIN seguente.
A questo punto il codice è in memoria: per scriverlo sul PC con la DEBUG usiamo una formula che ritorna un numero solo a partire da due byte separati.
Infine, il programma fa una pausa di 1 secondo (cioè a mille millisecondi) e ricomincia daccapo.