UN FESTIVAL DEI FESTIVAL A MADRID PER IL CINEMA ITALIANO

Festival di Cinema Italiano a Madrid:
Il cinema italiano dei maggiori festival internazionali 2008 presentato a Madrid.

Dal 1 al 5 dicembre 2008 è stata inaugurata la prima edizione del Festival di Cinema Italiano a Madrid.

La rassegna, ideata e organizzata da Filmitalia e dall'Istituto Italiano di Cultura di Madrid e resa possibile grazie all'Ambasciata Italiana di Madrid e a ENEL, ha proposto nella prestigiosa sede del Círculo de Bellas Artes un "Festival dei Festival" del cinema italiano presentato a Cannes, Locarno, Venezia e Roma nel 2008.

Tre critici, Gianni Canova, Fabio Ferzetti e Roberto Nepoti, hanno selezionato nove titoli: Il papà di Giovanna di Pupi Avati, presentato come film d'apertura, Un altro pianeta di Stefano Tummolini - ora selezionato al Sundance, Lezione 21 di Alessandro Baricco, Il resto della notte di Francesco Munzi, Machan di Uberto Pasolini, Il passato è una terra straniera di Daniele Vicari, Galantuomini di Edoardo Winspeare, Mar Nero di Federico Bondi e Gomorra di Matteo Garrone che ha chiuso il festival proprio il giorno prima della consacrazione agli European Film Awards.

 

 

Ai film sono state affiancate altre due sezioni: una sezione competitiva dedicata ai cortometraggi (Uova di Alessandro Celli, Please leave a message di Elisa Fuksas, Homo homini lupus di Matteo Rovere, Alba di Giorgia Farina, Polistirene di Anna Franceschini, 4B movie di Antonello Matarazzo, Sonderbehaundlung di Carlo Michele Schirinzi e Adil e Yusuf di Claudio Noce), ed un percorso dedicato ai documentari: Bellissime di Giovanna Gagliardo, In un altro paese di Marco Turco, Il fantasma di Corleone di Marco Amenta, Il mondo addosso di Costanza Quatriglio, Un'ora sola ti vorrei di Alina Marazzi, Volevo solo vivere di Mimmo Calopresti, Sorelle di Marco Bellocchio e Il passaggio della linea di Pietro Marcello.

I 5 giurati spagnoli della sezione competitiva dei cortometraggi hanno assegnato il primo premio ex aequo (2.000 ciascuno) a Uova di Alessandro Celli e Homo homini lupus di Matteo Rovere ed una menzione speciale a Polistirene di Anna Franceschini.

Il pubblico madrileño ha accolto calorosamente la manifestazione riempiendo la sala del Círculo anche nelle proiezioni pomeridiane e facendo registrare il tutto esaurito nelle proiezioni serali.

Una nutritissima delegazione artistica ha accompagnato e presentato i film in sala prima delle proiezioni; tra questi Pupi Avati - che ha ricevuto uno speciale premio alla carriera Alessandro Baricco, Domenico Procacci, Stefano Tummolini e Alberto Merone, Uberto Pasolini, Daniele Vicari, Federico Bondi, Francesco Munzi e Sandra Ceccarelli, Costanza Quatriglio, Edoardo Winspeare, Beppe Fiorello e il produttore Fabrizio Mosca, oltre agli autori dei cortometraggi.

 

home mail