Genova 22-9-2002

RELAZIONE RIUNIONE CONSULTA NAZIONALE (C.R.) A MILANO IL 21/9/02

Presenti: Consiglio: M.Fedeli -  Serafini-Arpaia-Swich-Carpigiani-  C.R. presenti : Liguria-Umbria-Piemonte-Lazio-Emilia-Lombardia

Federica de Ruggeris+V.Russo + . (Emilia)- 2 C.R Umbria - 1 C.R. Lazio+ 1 C.R. Veneto + 1 P. Valvo C.R. Lombardia - E. Zironi + S. Raponsoli ( Liguria) - P.Bovo C.R.Piemonte - 1 N. Mari C.R. Campania

Ad inizio riunione FIARC distribuice : Verbale riunione Commissione Stili ed elzione Commissione Nazionale - Regolamento Commissioni di Stile -Regolamento Comitati Regionali - Viene fornito l'aggiornamento al 2/2000 del programma periferico (statistiche-soci-compagnie) -Viene consrgnato a E. Zironi l'assegno della quota FIARC annuale per C.R. - Viene consegnato il set completo dei depliant e moduli prenotazione Europei 2000- Copia del Bollettino FIARC.

P. Bovo consegna a Raponsoli copia definitiva classifica Campionato Regionale 1999, ed è già stata riportata sul sito internet del Regionale - la data della premiazione è fissata presumibilmente per il 16/4/2000 . in data odierna Bovo è stato avvertito della contemporaneità con gara 03-OLBA.- Bovo ha chiesto se è partita la votazione per la gara più bella.Poiché qusto non è avvenuto , per il Piemonte (e limitato alla sola regione) pensa di fare votare gli arcieri dietro lo score con puntegio da 1 a 10, senza altre motivazioni o punti di giudizio. La gara che otterrà più voti avrà un premio di Lit.500.000.

La riunione si apre con la discussione delle problematiche regionali e nazionali, prima di affrontare il problema statuto.

  1. MASTER DEI CAPICACCIA : Per organizzare un corso di aggiornamento per i Capicaccia oi referenti che lo faranno ai capicacaccia in abito regionale, manca l materiale delle casistiche organizzato, a cui si sta peraltro studiando
  2. CONTROLLO MATERIALI E TESSERE FIARC E INIZIO TIRI. Si continua a verificare il problema di persone iscritte in gara che non hanno rinnovato tessera, ed utilizzano il numero di tessera dell'anno precedente. Viene proposto che all'atto della conferma gara l'arciere esibisca la tessera obbligatoriamente, senza la quale non viene ammesso in gara. Analogamente prima della gara, durante le conferme i 2 capicaccia+ 1 persona dell'organizzazione eseguano il controllo del materiale,ed eventualmente il controllo tessere, evitando così di farlo durante le conferme iscrizione.

  3.  

     

    Si pensa di inviare ai C.R. un elenco di indicazioni sull'argomento, raccogliere le risposte dei CR sui i vari comportamenti adottati, pubblicare i vari casi sul bollettino ed eventualmente arrivare ad un comportamento comune sull'argomento.

    Tali condizioni sono da ricordare sugli inviti gara

  4. ESAME PER AMMISSIONE ALLE GARE: viene proposta l'istituzione di un tesserino di abilitazione allo svolgimento gare, previo superamento di un esame di abilitazione sul regolamento della categoria di appartenenza
  5. CHI NON ORGANIZZA GARE FORNISCE CAPICACCIA: relativo alle compagnie
  6. CRITERI DI NULLA-OSTA FORMAZIONE NUOVA COMPAGNIA: FIARC chiede i criteri per concessione di nulla osta
  7. ISTRUZIONE AD ARCIERI NUOVE COMPAGNIE: Si pensa che l'istruzione a soci di nuove compagnie venga svolta da Istruttori del Regionale
  8. COMMISSIONI STILI : ENTRO 30/4 DEVONO PERVENIRE LE PROPOSTE DALLE COMMISSIONI REGIONALI AI C.R. CHE LE INOLTRANO ALLA SEGRETERIA NAZIONALE
  9. FORMAZIONE SQUADRA FEMMINILE NAZIONALE (RICURVO): richiesta di formazione della stessa per raggiungimento di 20 iscritti di categoria agli Italiani
SI PASSA ALL'ESAME DELLA BOZZA DI STATUTO

Art.1 :attualmente FIARC non sta svolgendo attività di coordinamento attività venatorie, ma l'inserimento dell'articolo permette di entrare e dare pareri su leggi nazionali che parlino di caccia, in particolare con l'arco.

Lo Statuto diventa obbligatorio anche per i gruppi venatori.

Lo statuto deve contenere l'indirizzo dell'Associazione, ma non ocoorre Assemblea Staordinaria per modificare l'indirizzo sullo Statuto, in caso di cambiamento dello stesso.

Gli statuti delle compagnie vanno rivisti e registrati in base alla nuova normativa fiscale (qualifica on-lus).

Art. 8 gli organi competenti tiro alla sagoma e al volo: si intendono i permessi per fare manifestazioni

Art.10 :L'intervento della magistratura ordinaria non può essere negato anche su questioni di diritto federale.

IL comma 3 dell'articolo non è di fatto applicabile, anche se può limitare i ricorsi alla magistratura ordinaria (tesi del C.R Emilia)

Art..11 Il Collegio dei probiviri essendo stabile ed elettivo non può essere l'ultimo grado di giudizio,in quanto un collegio di arbitri è formato da 3 (uno per parte +1 presidente) ed è creato caso per caso (tesi del C.R Emilia).

Art.12.:delegati istituiti per tener conto delle minoranze delle compagnie.

Eliminato un voto (1° quindicina )alle compagnie per diminuire numero delegati.

Proposta C.R. Emilia: Consiglio formato da 1Delegato per ogni C.R. +5 Consiglieri elettivi.

Messeri afferma che nel caso non servirebbe più la riunione dei C.R.

Dato il poco tempo disponibile ogni C.R. invierà proposte scritte sullo Statuto entro il 31/3 alla FIARC,
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

IL SEGRETARIO DEL C.R. LIGURE

FIARC

S.RAPONSOLI