L’Ora della Misericordia: le tre del pomeriggio.

Nell’ottobre del 1937 Gesù raccomandò a Santa Faustina di venerare in modo particolare l’Ora della Sua morte, che Egli stesso ha chiamato “l’Ora della grande Misericordia per il mondo”.
Nel febbraio del 1938 Gesù disse a Santa Faustina: “Ogni volta che senti l’orologio battere le tre, ricordati di immergerti tutta nella mia misericordia, adorandola ed esaltandola; invoca la sua onnipotenza per il mondo intero e specialmente per i poveri peccatori, poiché fu in quell’ora che venne spalancata per ogni anima (...). In quell’ora fu fatta grazia al mondo intero, la Misericordia vinse la Giustizia.”
Gesù ha posto tre condizioni affinchè le preghiere innalzate nell’Ora della Misericordia siano ascoltate: devono essere rivolte a Gesù, devono aver luogo alle tre del pomeriggio, devono richiamarsi ai valori ed ai meriti della Passione del Signore. L’oggetto della preghiera deve essere in accordo con la volontà di Dio, e lo spirito della preghiera cristiana esige che sia: fiduciosa, perseverante e legata alla pratica della carità attiva verso il prossimo.


Gesù disse a Santa Faustina: “In quell’ora otterrai tutto per te stessa e per gli altri.”
“In quell’ora non rifiuterò nulla all’anima che mi prega per la mia Passione.”


HOME
PAGE