LE ORIGINI: LA DOMINAZIONE GRECA




Secondo quanto scrive Tucidide Catania venne fondata nel 729 a.C. da coloni greci provenienti da Calcide nell'Eubea : dopo aver dato vita a Naxos nel 734 a.C. costoro, spingendosi verso sud, con la forza delle armi scacciarono dalle loro sedi i Siculi e crearono le città di Leontini e di Catania appunto.
Incerto è l'etimo di Katane, nome greco della città; è stato appurato invece che essa venne fondata nel 729 a.C. dai Calcidesi di Naxos. La nuova città, che assorbì la preesistente borgata sicula, ebbe il suo primo nucleo e la sua acropoli sul colle dove oggi sorgono
la Chiesa di S.Nicolò l'Arena e il Monastero dei Benedettini.
Nel 693 a.C. Katane viene distrutta da una violentissima eruzione dell' Etna, la prima di una lunga serie di eruzioni e terremoti che saranno una costante nella storia della città. Collegato all'eruzione l'episodio dei fratelli Pii, Anfinomo e Anapia, che trassero in salvo i loro genitori portandoli sulle spalle attravero la colata lavica che al loro passaggio si apriva formando un corridoio. Gli anni che vanno dal 476 a.C., (occupazione della città da parte di Gerone, tiranno di Siracusa), al 263 a.C., (inizio della dominazione romana) sono segnati da una serie di guerre e occupazioni militari. Nel 476 a.C. Gerone, conquistata Catania, deporta tutta la popolazione a Lentini sostituendola con coloni dori a lui fedeli e mutando additittura il nome della città, che chiamò Aetna(Etna). Passano quindici anni e i catanesi si riappropriano della città ridandole il nome originario e scacciando i coloni nella zona di Paternò. Nel 409 a.C. i catanesi, aiutati dai cartaginesi, riescono a stroncare una spedizione punitiva organizzata da Siracusa; sei anni dopo, in occasione del conflitto ateniese-siracusano, i catanesi si schierano con i greci, e quando questi ultimi hanno la peggio, Dioniso si avventa sulla città mettendola a ferro e fuoco, schiavizzandone gli abitanti e ripopolandola con mercenari campani. Nel 369 a.C.: ebbe luogo una battaglia navale al largo delle attuali Isole dei Ciclopi, in seguito alla quale la flotta cartaginese sconfigge quella campana e Catania cade in potere dei nord-africani. Un potere che dura solo tre anni, ossia fino a quando Timoleone libera Catania dalla tirannia di Mamerco e le dà un governo popolare che nel 278 a.C. accoglie trionfalmente Pirro, re dell'Epiro.
GLI ALTRI PERIODI      LA DOMINAZIONE ROMANA