Hallesismo

Origini dell'Hallesismo e della Scuola Economica Italiana (dal libro di Silvio Fiorenzani "Roma o Breton Woods"):

La Scuola Economica Italiana (1) ha avuto origine dalle geniali intuizioni di un genovese, Agostino Maria Trucco, morto in Roma il 5 aprile 1940, perseguitato, povero e dolente nel veder realizzate le sue impressionanti profezie sulla catastrofe cui andava incontro l'umanità. (2)

Egli ebbe la piena coscienza di aver trovato la soluzione teorica e pratica del problema economico; da ciò ebbe origine la tragedia della sua vita, costituita dall'ansia di veder accolto il frutto delle sue titaniche fatiche, che Egli si sforzava di offrire a tutti ed in ogni modo, pur non trovando che sostanziale incomprensione, perché il progresso da lui realizzato era troppo grande in confronto alla stasi, anzi al regresso della scienza economica, verificatosi nell'ultimo secolo.

--------

(1) La Scuola Economica Italiana è nata sotto il nome di Hallesismo, in ricordo della prima intuizione che Agostino Maria Trucco ebbe alle Halles (mercati generali dell'alimentazione) di Parigi. Egli ne derivò l'idea di creare delle istituzioni che funzionassero come delle Halles internazionali. Fu coniato così il neologismo Halles-int: Hallesint, quale simbolo della nuova scuola economica.

La dottrina relativa fu dunque detta: Hallesismo, ed i seguaci di essa: Hallesisti.

(2) Le profezie del Fondatore della Scuola Economica Italiana sono veramente impressionanti, anche per la precisione assoluta dei dettagli, ma Egli non le avrebbe neppure chiamate profezie, ma semplici previsioni, perché le faceva discendere dalla sua diagnosi sociologica. Egli ha previsto dunque che l'umanità non avrebbe potuto aver pace, che, anzi, violentissime crisi si sarebbero susseguite ed aggravate, fino al crollo della civiltà, ove non fosse stato risolto il problema economico.

Assai interessante sarebbe riportare dai suoi scritti tutte queste previsioni, la cui precisione rende certi che altrettanto buona della diagnosi era la sua prognosi sociale, ma non lo consente la breve mole di questa pubblicazione.

Ne citiamo quindi soltanto una (dal volumetto: "La paura d'arricchire" - vol. III serie D, della biblioteca Hallesint - Soc.an. Hallesint edizioni - anno 1928 [!], pag 48): "Senza un grande fatto nuovo, capace di creare una nuova mentalità economico-fiscale, fatalmente, ed al più tardi entro il 1938-39. quando la leva ridarà il massimo contingente, scoppierà la grandissima guerra mondiale in gestazione..."

Mario Baronci che la riporta nel suo volume [...] così la commenta: "Mi affretto a rassicurare gli italiani che Agostino Maria Trucco fu regolarmente perseguitato ed è morto povero e dimenticato. Ora le sue dottrine possono essere tranquillamente studiate".
Su questo sito è disponibile per la consultazione l'intero libro di Silvio Fiorenzani
Roma o Breton Woods
La ricostruzione economica mondiale al lume della dottrina hallesista
edizioni A.R.S.

edito nel 1945.
Sono disponibili alcune altre informazioni sull'Hallesismo, tratte dal Web (le opinioni espresse non sono necessariamente condivise dal curatore di questo sito):
* Storia di Agostino Maria Trucco e dell'Hallesismo
* Trucco, Agostino Maria: Sarò il creatore della ricchezza dell’Italia (informazioni sul libro)
* Gentilucci: La dottrina Hallesint e il governo privato dell’economia (informazioni sul libro)
Personaggi che hanno legato il proprio nome all'Hallesismo:
* Agostino Maria Trucco (20 marzo 1865 - 5 aprile 1940), Fondatore dell'Hallesismo

* Silvio Fiorenzani, autore del libro disponibile su questo sito.
* Nicolò Manetti Cusa, autore di numerosi libri tra i quali: "Hallesismo", Edizione Maglione, Roma 1937; "Pace economica", Soc.Civ. pro F.U.H., via G. Lanza 200, anno 1928 Tipogr. Artigianelli, Venezia; "Dal Comunismo all'Hallesismo".
* Carlo Gide, autore dei "Principi di economia".
* Francesco Cracco, Hallesista.
* Enrico Barone, oppositore dell'Hallesismo, autore del libro "Hallesismo, esposizione e critica", Roma, Stab. Tib. Romano, anno 1924.
* John Maynard Keynes, economista inglese di fama mondiale, autore tra l'altro del libro "The end of laissez faire", London, 1926.
* G. Farina D'Anfiano, filosofo Hallesista.
* Prof. Francesco Spinedi, dell'Università di Roma, autore dell'articolo "La finanza internazionale nel nuovo mondo economico" in "Rassegna monetaria" del giugno 1940 e autore di un giudizio peritale favorevole all'Hallesismo (cfr. pag. 256 del libro di Silvio Fiorenzani).
* Dott. Francesco Geraci, autore della memoria "Riserve reddito anziché riserve auree".
* Di Domenico, autore della pubblicazione "Il Piano Hallesista di rinnovamento economico mondiale".
* Baronci, Hallesista.
* Cittadino Cittadini, Hallesista.
* Dott. Cristofoletti, Hallesista.
* Cesare Sacchetti, Hallesista.
* Attilio Gaddi, Hallesista.
* Mario Colonna, Hallesista.
* Nicola Cittadini, Hallesista.
* Rosario Rizzo, Hallesista.
* Angelo Titi, presidente della Camera di commercio di Lecce, autore di un giudizio peritale favorevole all'Hallesismo (cfr. pag. 256 del libro di Silvio Fiorenzani).
* Prof. Salvatore Abbadessa, direttore del Banco di Sicilia, autore di un giudizio peritale favorevole all'Hallesismo (cfr. pag. 256 del libro di Silvio Fiorenzani).
* Prof. Gerbino De Francisci, ordinario di scienza delle finanze nella R. Università di Palermo, autore di un giudizio peritale favorevole all'Hallesismo (cfr. pag. 256 del libro di Silvio Fiorenzani).
* Dott. Carlo Inglez de Souza, brasiliano, autore di un giudizio peritale favorevole all'Hallesismo (cfr. pag. 256 del libro di Silvio Fiorenzani).
* Gerasci & Marinucci, autori del libro "Hallesismo, l'economia al sevizio dell'uomo", Ed. Bresci, Torino, 1979.
* Catia Eliana Gentilucci, autrice del libro "La dottrina Hallesint e il governo privato dell’economia", a. VII, n. 2, 1999, 73-105.
Luoghi:
Roma, Palazzo Raggi (via del Corso ?): sede della Unione Hallesista Italiana nel 1922.
Roma, via G. Lanza 200: sede della Soc.Civ. pro F.U.H. nel 1928.
Roma, Corso Umberto I n.4: sede della ricostituita Unione Hallesista Italiana nel 1945.

Parole chiave:
Hallesismo, Libera concorrenza, Politica monetaria, Mercato mondiale, Economia, ebook, Liberismo, Comunismo, Assegni, Cartelle, Fondazione Universale Hallesint, Scuola Economica Italiana, Mobiliari Cobdeniane (cfr. pag. 260 del libro di Silvio Fiorenzani)