Toponimo

L'origine del nome Domusnovas risalente al periodo della colonizzazione romana, dal latino Domus (casa) e Novus (nuovo), quindi "Case Nuove". Domusnovas stata citata anche nel "De Vulgari Eloquentia" di Dante, usando il termine per dimostrare che il Sardo si rifaceva al latino. Il paese citato parecchie volte nel "Codex Diplomaticus Ecclesiensis", nei registri della diocesi di Sulci del XIV secolo e nella "Chorografia Sardiniae" dello storico Fara, che afferma che nel 1288 i Pisani abbatterono il castello e le mura di Domusnovas.