L'unica vera soddisfazione consiste nel poter dire: il Signore si è voluto servire di me. Gli onori e i riconoscimenti umani sono soltanto fumo negli occhi. Ciò che conta è l'amicizia. Sento incessantemente questo vincolo soavissimo e ringrazio il Signore del dono di tanti amici come della più vera ricchezza. E' con tutti loro che io spero di trovarmi un giorno a tavola nel Regno. Allora potremo bere insieme il vino nuovo come il Signore ha promesso nell'ultima cena, quando istituì il banchetto nuziale del suo amore, ordinando di fare questo in sua memoria e in attesa della sua venuta. Che disse allora consegnando il calice nelle mani dei suoi discepoli? "In verità vi dico che io non berrò più del frutto della vite fino al giorno in cui lo berrò nuovo nel regno di Dio" (Mc. 14, 25). E' un appuntamento al quale nessuno certo vorrà mancare.

(dalla lettera agli amici di Pasqua e Pentecoste 1992, nel 50 di sacerdozio)


NOTIZIE DELL'ASSOCIAZIONE ALLA RICERCA DELLE RADICI. Associazione degli amici di don Emilio Gandolfo

L'Associazione: lo statuto, la scheda di adesione, le finalità, il direttivo. donemilio@tiscalinet.it, aggiornam. al 20 gennaio 2003

 

Si ricorda che la quota annuale è di sei euro e può essere versata sul C/c postale 18417170 intestato a: "Alla ricerca delle radici. Associazione degli amici di don Emilio Gandolfo", c/c Antonio Thiery, via San Calepodio 29, Roma 00152. Se fatto presso una Banca è necessario indicare le coordinate: CIN K; cod. ABI 07601, CAB 03200.

 

  Il numero di dicembre 2002 della rivista "impegno" edita dalla Fondazione Don Mazzolari pubblica un bell'articolo a firma Mario Gnocchi, con tre lettere che Don Emilio scrisse a don Mazzolari, ricevendone risposta, tra il 1941 ed il 1942.

  E' finalmente in tipografia il volume del Liber Amicorum con le lettere di Paqua e Natale dal 1992 al 1999 con una introduzione di Giuseppe Ignesti.

 E' uscito presso le edizioni Città Nuova il IV volume del Commento Morale a Giobbe delle opere di Gregorio Magno. Come è noto la traduzione completa al Commento Morale a Giobbe è di don Emilio Gandolfo, che è ricordato nelle ultime pagine del volume con brevi e belle note del prof. Siniscalco. La stessa realizzazione della monumentale "Opera Omnia" bilingue (latino ed italiano) di Gregorio Magno, si deve in gran parte all'impegno appassionato di don Emilio che seppe far confluire, con il suo grande amico p. Benedetto Calati, in un progetto esecutivo le risorse (spirituali, accademiche ed anche finanziarie) necessarie.

Notizie

Il 10 agosto 2002 è morta Marina Thiery

 


Queste pagine (http://web.tiscali.it/donemilio/) sono nate dopo la scomparsa di don Emilio per iniziativa dei suoi amici. Intendono raccogliere, a poco a poco, tutto ciò che possa essere significativo per offrire una icona completa della figura di Emilio, a partire ovviamente dai suoi scritti. Questo lavoro vuole essere sia un supporto al ricordo e alla preghiera per chi ha avuto Emilio come amico e padre spirituale, sia un invito alla lettura per chi non lo ha mai conosciuto.

Chi voglia dare un contributo, o abbia documenti di qualsiasi tipo, che ritiene opportuno inserire in queste pagine può contattare l'indirizzo
donemilio@tiscalinet.it, al quale potete rivolgervi anche per qualsiasi altra comunicazione.