Non esitare a contattarmi!

Scuola Matteotti

Non è quante volte che cadi che conta, ma quante volte riesci a rialzarti.

Quante volte riuscivo a non far cadere il mio allievo in conflitti interiori che potevano rattristarlo o confonderlo? E ancora quante volte privilegiavo i suoi sentimenti nella giusta misura e nel giusto tono  

 

Lui anticipava nei suoi occhi un'espressione che poi intuivo essere mia.  

Far passare a fianco agli altri qualcos'altro che prima seguiva…………..quella sedia a rotelle  era sempre tra noi.Che mondo fantastico se tutti potessimo regalarci l'augurio di un cielo stellato : la felicità non dipende forse dalle persone che ci circondano ? Chissà quante volte abbiamo perso un'occasione eccezionale, forse nessuno ce l'ha offerta o noi non l'abbiamo saputa trovare.

L'integrazione scolastica deve essere considerata come uno sviluppo del sistema scolastico per il quale si impongono numerosi cambiamenti( di atteggiamenti psicologici, di programmi, di risorse, ecc...) . L'integrazione degli alunni in situazione di handicap deve essere considerata come una parte importante dell'indirizzo di integrazione sociale delle persone handicappate.. Il problema del pianeta handicap è come un organismo, e quindi nasce dall'infinitamente piccolo: è sufficiente girarsi, per osservare realtà a noi sconosciute. Il nucleo della storia è fossilizzato in milioni di pietre sparse per tutto il mondo: ad ognuno di noi sta la sua ricerca. Non avendo nulla da fare si può trovare il tempo per pensare o per guardare. Ecco allora le nuvole che attendono il tuo sguardo e intanto le loro forme mutano e tu le riempi di significati. C'è chi le riempe di paure e chi le interpreta " come stracci che ingombrano il cielo", per altri ancora quel bianco, appeso lassù, non ha nulla da dire ,perché scivola via dalle loro dita, lasciando una mano vuota, senza colore.

C'è chi si sposta nella speranza di trovare quell'unica forma che esiste nella sua mente e c'è chi insegue senza sosta quella  particolare nuvola che non sa trovare altrove.

Poi quando la nuvola scompare può succedere di tutto.

E' nei sogni che puoi toccare le nuvole e spostarle con un soffio, ed è nei sogni che puoi scrivere con l'aria che respiri.

In questo modo anche la paura può aiutare a crescere .