Nel nostro viaggio intorno alla fecondità umana abbiamo potuto conoscere la meravigliosa bellezza di questo dono, che ci rende cooperatori nella creazione di nuove vita umane.

Ogni donna ha la possibilità, se adeguatamente informata, di avere una conoscenza diretta della sua fertilità fin dal suo inizio (pubertà).
Già prima della comparsa del suo primo flusso mestruale (menarca) la giovane donna può notare a livello vulvare una sensazione di umidità, che è il primo segno dell'attività delle sue ovaie. Successivamente, dopo la prima mestruazione, le sensazioni avvertite a livello vulvare la informeranno su quanto sta avvenendo in lei ed in modo particolare nelle sue ovaie e la aiuteranno a vivere senza ansia anche quando il suo ciclo mestruale avrà durata molto variabile.

Queste conoscenze dirette della propria fertilità, che la donna può avere "osservando se stessa", costituiscono i metodi naturali di conoscenza della fertilità e possono essere usati dalla coppia per conseguire, distanziare od evitare il concepimento.

I METODI NATURALI DELLA TERZA GENERAZIONE
In una breve storia dei metodi naturali possiamo individuare tre tappe nello studio e nell’applicazione di tali metodologie:

Metodi della prima generazione o metodi di previsione -
  (Ogino-Knaus, Metodo del ritmo), si basavano sulla osservazione statistica della lunghezza dei cicli, ma soffrivano di numerose limitazioni.

Metodi della seconda generazione o metodi post-ovulatori -
  (Metodo della temperatura basale), permetteva di individuare con certezza solamente la fase post-ovulatoria del ciclo mestruale.

Metodi della terza generazione o metodi di osservazione -
  (Metodi sintotermici, Metodo Billings), questi permettono di individuare con precisione ogni fase del ciclo mestruale, dalla fase pre-ovulatoria a quella post-ovulatoria, e offrono giorno per giorno alla coppia le informazioni necessarie per conseguire, distanziare od evitare il concepimento.
 

 Metodo Billings
 Metodo sintotermico Röetzer
 Cinque buoni motivi per  scegliere i Metodi Naturali