IL PREMIO FIDIA

la storia
Torna su.



Tra le attività culturali del CENTRO FIDIA di Via del Frantoio a Roma (concerti, conferenze, teatro, escursioni archeologiche nella città) la più cospicua e caratterizzante è senza dubbio l'annuale PREMIO FIDIA consistente in borse di studio che vengono assegnate agli alunni delle scuole di indirizzo artistico romane che si sono distinti per capacità, innovazione, creatività. E' un appuntamento ormai noto a tutti gli studenti, professori e presidi dei licei artistici e istituti d'arte di Roma e anche un ambìto punto di arrivo per la competenza, la serietà e la correttezza con cui la giuria assegna i premi.

Riteniamo che il PREMIO FIDIA sia non solo originale ma addirittura unico nel suo genere in Italia perché riesce a valorizzare e ad esaltare dei lavori scolastici (che altrimenti non vedrebbero altra valutazione se non quella annuale della scuola) in un contesto extra-scolastico legato al territorio e alla città.

Felici ideatori del Premio Fidia sono stati nel 1992 i Soci Fondatori dell'Associazione Fidia (Associazione Scultori, Ingegneri, Architetti): Lo scultore Prof. Alfiero NENA, il fratello Giorgio, Architetto, l'Ing.Paolo ABBONDANZA e l'Ing. Adriano DE CESARIS. Essi sono anche i componenti della Giuria.

Torna su.

 
 
 
 
 
 
 
 
 

PREMIO FIDIA - I Edizione

11 giugno 1993

Torna su.



Partecipa in esclusiva il vicino Istituto d'Arte "ROMA 2" di Via del Frantoio con sei settori d'arte: decorazione plastica, oreficeria, tessuto, architettura, decorazione pittorica, plastica.

Vengono consegnate sei borse di studio ciascuna di L.1.000.000: in tutto sei milioni ai sei vincitori che risultano essere: Pamela Ferri per la decorazione plastica, Antonio Parente per l'Oreficeria, Stefania Fantilli per l'Architettura, Costanza Costanzi per il tessuto, Fabrizio Valeri per la Decorazione pittorica, ed Elisa Moricca per la Plastica. Tra i tutti vince il PREMIO FIDIA, consistente nel cavallino rampante , un bassorilievo firmato da Nena, oltre alla borsa di studio, l'alunna Stefania SANTILLI per la sezione architettura. Il premio le viene consegnato contestualmente dallo scultore NENA e dall'On.Giuseppe Zurlo.

Torna su.

 
 
 
 
 
 
 
 
 

PREMIO FIDIA - II Edizione

14 maggio 1994

Torna su.



Riservato alle allieve dell'Istituto "Rugantino" di Roma per stiliste di moda. E' la prima volta nella storia della scuola che si prepara e si effettua una sfilata di moda. Lo scenario dei giardini del Fidia è di grande effetto. Le 17 alunne-modelle presentano i modelli della Collezione Primavera Estate 1994 creati, disegnati, elaborati, cuciti in un formidabile lavoro d'équipe delle alunne durante l'Anno scolastico 1993/94. E' presente il Preside Giuseppe Russo e il pro-Sindaco di Roma Walter Tocci. Vincono i modelli di tre ragazze: Anna Rita Muscolo e Stefania Cammilli (borsa di studio di L.500.000 cad). e Laura VELLUCCI che si aggiudica anche il Premio Fidia (Borsa di studio di L.1.000.000 con l'aggiunta del bassorilievo del cavallino e una serigrafia numerata e firmata dal Nena che viene data in omaggio a tutti i professori e a tutte le personalità presenti. Si esibisce sul palco il Gruppo strumentale "Colli Aniene" con brani di Mozart, Hindemith, Ibert, Gounod.

Torna su.

 
 
 
 
 
 
 
 
 

PREMIO FIDIA - III Edizione

20 maggio 1995

Torna su.

Inaugurazione della mostra dei lavori eseguiti appositamente per questa edizione, il 12 maggio nei locali attigui al museo delle opere di Nena, Il tema di questa rassegna a premi è:

"Il recupero e la riqualificazione dell'assetto e dell'arredo urbano", un tema caro alla giunta Capitolina che avvia nello stesso anno anche il programma Cento Piazze per Roma

Il 20 maggio parte la premiazione.

In un turbinio di idee nuove per la città si distinguevano i pannelli del VI Liceo artistico, le dieci tavole del V liceo artistico sulla riqualificazione dell'area antistante le terme di Caracalla. Sono stati assegnati premi per 6.000.000. Ottiene il primo premio assoluto un'alunna di Pietralata, Federica La Marra dell'Istituto d'arte Roma 2 di Via del Frantoio con sei tavole corredate da due plastici rappresentanti un percorso verde con tunnel di roseti.

Vince due milioni il VI Liceo artistico (Preside A.Centritto), 1 milione il V liceo artistico (Preside G.Colizza), 1 milione il II Liceo artistico "Savinio" di Via Cerveteri con gli alunni Bonanni e Ventriglia. Molto belle le sculture per le piazze presentate dal III e IV Liceo artistico e dall'Ist. D'arte Roma 2.

Epilogo previsto: le opere preparate per il Fidia sono tutte partite per un'altra mostra nella sede dell'Accademia delle arti e Nuove tecnologie di Via Benaco dove hanno concorso all'assegnazione di due borse di studio con la frequenza gratuita al "Corso di architettura d'interni e industrial design" (biennale).

Torna su.

 
 
 
 
 
 
 
 
 

PREMIO FIDIA IV Edizione

25 maggio 1996

Torna su.

E' a tema libero per favorire la completa adesione di tutti gli insegnanti e alunni nell'ambito della programmazione curriculare annuale. Si suggerisce comunque di considerare e sviluppare le tematiche inerenti i Diritti umani in quanto il Centro Fidia si è associato all'E. I:P"(LEcole instrument de paix)ONG riconosciuta dall'UNESCO e dal Consiglio d'Europa e offre una borsa di studio di L.1.000.000 per il Premio "E.I.P. - FIDIA, Rappresenta un Diritto Umano". Le opere presentate per questo concorso potranno concorrere anche al Premio Fidia. E' un grande successo.

Vince il Premio Fidia per la pittura l'alunna Maura Ramazzotti dell'Ist. D'arte Roma2. Vince il Premio Fidia per la scultura Alessandra Lucchetti del III Liceo Artistico di V.Casal de Merode con una borsa di studio di L.1.000.000 ciascuno.

Vincono inoltre un premio di L.200.000 ciascuno: Luigi Bonaccorsi,dell'ISA RM2, Barbara Persia del I Liceo artistico di Via Ripetta, Alessandra Latini e Alessia Meddi del 2 Liceo art. , la classe V A per le scenografie e i costumi dei balletti ispirati alla favola di Philomel, la classe 3C per le 16 tavole ispirate ai Diritti umani. E' splendido il poster di 4m x2del I liceo Artistico della classe del Prof. Guelfo Bianchini che però è già stato premiato dall'E.I.P. al S.Michele a Ripa.

Fanno gli onori di casa gli alunni e le alunne del "Confalonieri" istituto per il Turismo di Roma.Per il servizio fotografico intervengono gli alunni dell Rossellini di Roma per la cinematografia. .Sono presenti: Anna Paola Tantucci dell'EIP, Eugenia Tantucci di Italia Nostra, il Dr Augenti del Ministero Pubblica Istruzione, Direz. Gen. Scambi culturali Europei.

Torna su.

 
 
 
 
 
 
 
 
 

PREMIO FIDIA - V Edizione

24 maggio 1997

Torna su.

Questa edizione vede protagonisti gli alunni del DIAZ, Istituto professionale di Roma per stilisti di moda. Essi hanno inventato, disegnato, cucito gli abiti e il giorno 24 maggio li hanno indossati, gli stessi allievi -modelli in una sfilata di moda che si è snodata sulla passerella allestita nel nostro giardino in un tripudio di suoni e colori.

Erano presenti il Vice Sindaco di Roma Walter Tocci, il Presidente della IV Commissione Consiliare del Comune di Roma Mauro Calamante, la Presidente della V Circoscrizione Loredana Mezzabotta, la pittrice Alba Feula Peri, Anna Paola ed Eugenia Tantucci dell'EIP e di Italia Nostra,e l'Ing. Casanova del CIPRA che con l'occasione consegna a Nena, fondatore del Fidia, la nomina a Presidente dell'ANSI (Ass. Nazionale Scultori d'Italia) Allietano la manifestazione i "Minisingers" di Silvano Polidori dell'Associazione "Per un mondo pulito" gravitante nel nostro quartiere. Il primo premio assoluto è stato assegnato a Cascalisci Ilaria (1.000.000); il secondo ex- aequo a Serena Deidda e a Marzia Crisci.

La sfilata era tutta ispirata al cinema e al mondo della fiction. Un immenso omaggio alla macchina dei sogni con la riproduzione di costumi greci dipinti a mano, con il mondo dell'antica Roma, fino alla Roma borghese, agli anni 20 e 30 dei gangsters e del charleston. La magnifica mostra dei modelli, allestita e inaugurata dieci giorni prima stava a dimostrare il grande lavoro a monte che ha permesso due ore di rappresentazione. La manifestazione è stata ripresa per intero da Telelazio e mandata in onda nei i giovedì delle due settimane successive.



COMUNICATO STAMPA



PREMIO FIDIA

V edizione

Con il patrocinio del Comune di Roma

V Circoscrizione

Sabato 24 maggio nei giardini del CENTRO FIDIA di Via del Frantoio 44/a sarà assegnato per la quinta volta il prestigioso PREMIO FIDIA che il Centro conferisce agli alunni degli Istituti artistici romani che si sono distinti nel campo dell'arte per capacità e inventiva.

Questa quinta edizione vedrà protagonisti gli alunni del "DIAZ" Istituto professionale di Roma per stilisti di moda.

Essi hanno inventato, disegnato, elaborato gli abiti; li hanno poi cuciti e il giorno 24 maggio gli stessi abiti saranno indossati dagli stessi allievi-modelli in una SFILATA DI MODA che si snoderà sulla passerella dei giardini del Centro Fidia in un tripudio di suoni e colori. Alla mostra e alla sfilata sono state invitate tutte le personalità capitoline e circoscrizionali.

E' allestita una mostra di disegni dell'Anno scolastico 1996/97. Tra questi saranno prescelti i tre più belli, il primo dei quali riceverà il PREMIO FIDIA consistente in una borsa di studio di L.1.000.000 accompagnato da un bassorilievo raffigurante il cavallo di Fidia scolpito dallo scultore Alfiero NENA fondatore del Centro Fidia. Agli altri due una borsa di studio di L.500.00 cadauno.

Chiuderà la manifestazione un raffinato cocktail.

Torna su.

 
 
 
 
 
 
 
 
 

PREMIO FIDIA - VI Edizione

23 maggio 1998

Torna su.

Con la partecipazione del IV Liceo artistico "Caravillani" di Roma. L'iniziativa parte all'inizio dell'anno con l'approvazione del progetto da parte del Consiglio d'Istituto del IV Liceo Artistico. Referente per l'iniziativa sono i Proff. Mimmo Pesce e Angela Di Gesaro.. Non è dato un tema fisso. Vige la massima libertà di espressione seguendo la normale programmazione curricolare. Viene inaugurata la mostra il 16 maggio e si protrae fino al 23 maggio, giorno della premiazione.Che avviene puntualmente con la partecipazione e animazione degli attore Gianni Ramundo e Carmen Di Biagio che recitano Macbeth e quindi degli alunni dello stesso istituto con un complesso musicale detto dei Peter Punk.

Vince il primo premio assoluto (1 milione, più il bassorilievo con il simbolo del Fidia) l'alunna Simona Vidoni per la sezione pittura; per la scultura Patrik Piano con la raffigurazione di un alieno in gesso. Vengono inoltre attribuiti altri cinque premi di L.200.000 cadauno agli alunni Alessandro Scarabello, Adriano Cerroni, francesco Ottobrino, Giulia Basile ed Eugenia Lecca.

A tutti gli alunni menzionati viene anche assegnata una targa con il proprio nome; e una targa senzapremio in denaro viene assegnata a A. Matarrese, N. Scordino, G. Sposito, Maya Movahed, Elisa Di Mauro con menzione d'onore. Viene rilassciato un certificato di partecipazione a ciascun alunno inserito nella mostra.

Torna su.

 
 
 
 
 
 
 
 
 

PREMIO FIDIA - VII Edizione

29 maggio 1999

Torna su.

Con il Patrocinio del Comune di Roma e della V Circoscrizione

Con la partecipazione dell'Istituto Professionale di Stato "Virginia WOOLF" di Roma



Ragazze e ragazzi si esibiranno in una grande sfilata di moda per far conoscere i modelli da loro stessi ideati, disegnati, cuciti e indossati nell'anno scolastico 1998/99 con Mostra di grafica, fotografia e moda dal 22 al 29 maggio nei locali del Centro FIDIA

Premiazione il 29 maggio 1999, ore 17.00 alla presenza di illustri personalitàdella politica, della cultura e dell'arte

 
 
 
 

L'Istituto Virginia Woolf



Istituto Professionale di Stato per i servizi commerciali, turistici, della moda e della pubblicità. Roma - tel. 06.295096 - 2427490.



L'Istituto Virginia Woolf, leader nel settore dell'istruzione professionale, ha il compito di organizzare l'offerta formativa perseguendo i seguenti obiettivi:

acquisizione di una dimensione culturale e di una formazione professionale di carattere teorico e pratico nell'ambito dei servizi commerciali, turistici, della moda e della pubblicità;

polivalenza nella professionalità di base;

intervento di recupero degli svantaggi socio-culturali;

accordo col sistema regionale della formazione professionale.



I cinque anni degli studi professionali sono così articolati:

un biennio dove prevale l'area comune culturale

un monoennio di qualifica professionale

un biennio post-qualifica che porta alla maturità professionale che dà accesso all'università.

Nel corso del biennio post-qualifica è prevista un'ulteriore specializzazione professionale, con esperti provenienti dal mondo del lavoro, con il rilascio di un diploma regionale di 2 grado che affianca quello della maturità.





Dal 22 al 29 maggio è aperta presso i locali del Centro Fidia una MOSTRA dei lavori ideati, elaborati, disegnati, cuciti dalle alunne e dagli alunni del Virginia Woolf nell'anno scoalstico 1998/99. Tra questi saranno scelti i migliori per il PREMIO FIDIA consistente in borse di studio di L. 2.000.000

Torna su.