le ricordanze.jpg (23609 byte)

Quartetto "Le Ricordanze"

Mauro Rossi e Stefano Barneschi, violini
Carlo De Martini, viola
Caterina Dell’Agnello, violoncello

 

Il quartetto d'archi "Le Ricordanze" nasce come logica conseguenza di un’intensa vita musicale comune dei suoi componenti incominciata con l'orchestra da camera "Il Quartettone", fondata da Carlo De Martini nel 1986 e di cui gli altri musicisti del quartetto sono prime parti.

Col Quartettone hanno suonato nelle principali stagioni italiane e all'estero in Germania, Austria. Russia, Ungheria, Cecoslovacchia ed hanno inciso musiche di Bartˇk, Boccherini e Mozart. Condivise esperienze con strumenti d'epoca, nell'ambito barocco e classico, sono confluite nel quartetto, che si pone come obbiettivo l’esplorazione delle possibilitÓ offerte all’interpretazione moderna, dall'impiego degli strumenti originali e dallo studio della trattatistica musicale coeva.

Il repertorio comprende lavori di Boccherini, Cambini, Giardini, Haydn, Mozart, Beethoven e Schubert. Un interesse particolare Ŕ dedicato a quella letteratura musicale considerata minore o di contorno, fondamentale in realtÓ per comprendere la situazione dalla quale nascono le grandi figure del Classicismo europeo. Frutto di questo lavoro Ŕ stata, ad esempio, la pubblicazione di due CD dedicati agli ultimi quartetti di Giuseppe Maria Cambini. In collaborazione con la rivista "Amadeus", Le Ricordanze ha inciso opere di Mozart e Boccherini, con la partecipazione di Mario Brunello nei quintetti a due violoncelli.

I componenti del quartetto "Le Ricordanze" svolgono un’intensa attivitÓ concertistica internazionale, sono membri di altri prestigiosi gruppi tra cui citiamo "Il Giardino Armonico", "La Gaia Scienza", il "Concerto Italiano", l’"Ensemble Concerto", la "Camerata Academica" del Mozarteum di Salisburgo e vantano numerose incisioni discografiche.