Gil Botulino (The German Observer)

Venerdý 6 luglio 2001

Banca Nuova, rapina nuova

La Banca Nuova Ŕ subentrata alla Carime all'inizio di quest'anno. La Carime era stata rapinata ad agosto del 1999, e oggi Ŕ toccato a Banca Nuova, con la medesima tecnica. Alle dieci un malvivente, col volto coperto, Ŕ entrato in banca e con un taglierino teneva sotto minaccia il direttore. All'esterno un complice controllava l'ingresso. La signora Maria Stella, arrivava alle 10 e 30 e ignara di quel che stava succedendo si avvicinava alla porta girevole. Il giovane malvivente a viso scoperto, con voce ferma, per nulla preoccupato, sotto la minaccia di un taglierino, faceva accomodare con gentilezza la signora in banca. I due si sono fatti consegnare dagli impiegati tutto il contante e i titoli che erano in cassa e a piedi si sono dileguati per il viale Aldo Moro. Non si sa se ad attendere i due rapinatori ci fosse una terza persona che li avrebbe prelevati con una macchina o se essi hanno lasciato qualche moto nei pressi della banca. La rapina ha fruttato venti milioni circa. A sostegno dell'indagine, oltre ai carabinieri, locali e di Soverato, Ŕ intervenuto un elicottero e l'unitÓ cinofila. Allo stato attuale i militari hanno posto tutta la zona in uno stato di vero e proprio assedio. Passare attraverso i posti di blocco giÓ attivati alle 11 sarebbe stato difficile o quanto meno temerario. Gli autori della rapina potrebbero essere ancora in paese? Queste e altre ipotesi vengono formulate. Da alcune testimonianze abbiamo appurato che il giovane a viso scoperto parla un italiano del nord mentre quello a viso coperto ha un accento della provincia di Reggio.

Osservazioni e/o domande