Gil Botulino

The German Observer
dal 2001

responsabile: Pasquale Andreacchio - e-mail: info@gilbotulino.it - web: www.gilbotulino.it

Sabato 12     -     Aprile 2003

SERVIZIO TRIBUTI, LA POSIZIONE DELLA COMUNITÀ MONTANA DI ISCA

La pubblicazione dell'articolo di Gil Botulino, "Revocata la convenzione per l'esercizio associato del servizio tributi", ripreso dal Domani di oggi, ha provocato la presa di posizone della Comunità montana di Isca. Abbiamo infatti ricevuto un comunicato dal Ragioniere Enzo Larocca, che volentieri pubblichiamo, insieme alla delibera del Commissario straordinario dott. Sebastiano Cento, di cui giovedì abbiamo pubblicato uno stralcio con alcune delle motivazioni addotte per la revoca della convezione.

Il Comunicato, concepito "al fine di circostanziare i fatti e gli atti d’ufficio e per rendere doveroso rispetto al lavoro fin qui eseguito", contiene una dettagliata ricostruzione delle attività svolte dalla Comunità montana, dalla stipula della convenzione, attraverso un dettagliato elenco, completo di riferimenti a documenti, delle procedure e dei servizi svolti nell'interesse del Comune di Badolato. Infine viene confutata l'addotta motivazione di revoca che riguarda i lavoratori socialmente utili: per quanto riguarda l'affermazione che tali lavoratori non "abbiano la conoscenza della delicata materia tributaria", attraverso l'elencazione dei titoli posseduti; per quanto riguarda l'affermazione che "tali lavoratori sono utilizzati per un lavoro diverso dal progetto finalizzato per il quale è stato finanziato", con la citazione delle leggi che stabiliscono che gli LSU "possono essere utilizzati in attività diverse da quelle previste nell’originario progetto".

Ci troviamo, dunque, alla vigilia di un contenzioso tra la Comunità montana "Versante jonico", di cui il Comune di Badolato fa parte, esprimendo in questo momento il vice presidente e un consigliere di maggioranza, e il Comune di Badolato, in questo momento rappresentato dal Commissario straordinario Dr. Sebastiano Cento?

Staremo a vedere. Intanto potete leggere i testi integrali dei due documenti, in formato PDF, cliccando sui relativi link:

Delibera di revoca del Comune di Badolato
Attività svolte dalla stipula della convenzione dalla Comunità montana.

logodomani.jpg (4871 byte)
Badolato, provvedimento del commissario nominato dopo lo scioglimento del civico consesso
Revocata la convenzione per i tributi

Ildomani2003_04_12.jpg (7580 byte)Revocata la convenzione per l'esercizio associato dei tributi. La notizia è stata diffusa sul sito www.gilbotulino.it gestito da Pasquale Andreacchio.

«Lo sportello del servizio tributi associati, che dal 29 gennaio è aperto, in piazza Tropeano presso l'ex delegazione comunale, è il frutto di una convenzione stipulata tra il Comune di Badolato e la comunità montana di Isca. Il patto, dopo un iter tormentato, era stato approvato dal consiglio comunale il 7 maggio del 2002, con i voti della maggioranza "Cinquestelle". Il gruppo della "Mongolfiera" non aveva espresso un voto in quanto aveva abbandonato l'aula, in segno di protesta contro la situazione d'illegittimità che si era venuta a creare per il sindaco Mannello che, pur essendo dipendente comunale non si era messo in aspettativa, per come previsto dalla legge. In quella sede, il progetto, l'efficacia e l'economicità dello stesso furono illustrate in aula dal Ragioniere della Comunità montana Enzo Larocca, che convinse molti. Oggi, a  meno di un anno, quella convenzione, sottoscritta a novembre, viene revocata dal Commissario».

Molteplici le ragioni addotte ai fini del provvedimento, tra gli altri : «Il non raggiungimento degli obiettivi previsti, in particolar modo quello di perseguire il miglioramento della qualità dei servizi erogati e l'ottimizzazione dell'utilizzo delle risorse economiche-finanziarie, umani e strumentali; il non avere prodotto atti, il che denota uno stato di inerzia nella fase della riscossione, con il conseguente rischio immediato di bilancio per questo Ente».

(Il Domani Sabato 12 aprile 2003

CONVOCATI I COMIZI ELETTORALI PER L'ELEZIONE DEL 25 MAGGIO

Prima scadenza per le elezioni amministrative del 25 maggio, è stato pubblicato il manifesto di convocazione dei comizi elettorali, il testo completo nello specialelezione. Quest'anno avremo ancora sei sezioni, la novità è che ce ne sarà una sola a Badolato superiore invece delle due dell'altra volta.

IL DUO "LAGANÀ" ALLA FESTA DEI 30 ANNI DEL LICEO SCIENTIFICO DI SOVERATO

Apprendiamo la notizia da un articolo, non firmato ma dallo stile inconfondibile, sul Domani di ieri. «Nel corso di una conferenza stampa - c'è scritto - il dirigente scolastico del Liceo Scientifico di Soverato, Gerardo Pagano, ha presentato la manifestazione "Trent'anni dalla prima maturità". L'iniziativa si svolgerà lunedì 14 aprile alle ore 9.30 presso il "Supercinema di Soverato». Dulcis in fundo ci sarà anche un momento musicale. «Ho invitato due nostri ex alunni - ha concluso pagano - i fratelli Antonio e Vincenzo Laganà che si stanno affermando nel campo musicale»

LA MANIFESTAZIONE DI NISTICÒ PER LA SOPPRESSIONE DEI TRENI ENTRA NELLA STORIA

La notizia della manifestazione di Franco Nisticò, ad una settimana dall'avvenimento, è diventata storia ed infatti viene pubblicata sulla Gazzetta di ieri, coll'articolo dal titolo "Protesta per la soppressione dei treni a lunga percorrenza".

Oggi intanto un altro brillante risultato è raggiunto dalla protesta. Dopo l'assessore ai Lavori Pubblici Misiti che ha annunciato la costruzione di un'autostrada al posto della 106 prima di 15 anni (sul Quotidiano del 7 aprile) e l'annuncio che l'Ospedale di Soverato sarà di seria A (sulla Gazzetta del Sud dell'8 aprile), anche il vice-ministro Mario Tassone interviene a risolvere i problemi sollevati da Franco Nisticò. Infatti il vice-ministro ha indetto un incontro per discutere le emergenze che coinvolgono Soverato, Chiaravalle, Cortale e Tiriolo, In primo piano la "Trasversale delle Serre", la "106" e la statale "19". Lo apprendiamo dal Domani.

Abbiamo scorso con ansia l'intero articolo però, tra i tanti convocati, non abbiamo appreso dell'invito a Franco Nisticò. Vergogna!

logodomani.jpg (4871 byte)
GLI ARTIFICIERI A BADOLATO, DISTRUTTI RESIDUATI BELLICI

Residuati bellici della seconda guerra mondiale, sono stati casualmente riportati alla luce all'interno di un casolare, in ristrutturazione, sottostante la "Villa Pietranera" del barone Gallelli. È quanto si evince sul sito www.gilbotulino.it gestito da Pasquale Andreacchio.

«Durante un lavoro di scavo - è scritto sullo spazio web - venivano portate alla luce decine di bombe a mano di colore verdastro ben conservate. La scoperta è stata prontamente segnalata dal barone ai carabinieri della locale stazione che si sono attivati per l'emergenza. Sul posto sono giunti degli artificieri provenienti da Caserta che hanno provveduto a far brillare gli ordigni in fosse. All'operazione erano presenti anche alcuni volontari del nucleo operativo badolatese della CRI».

(Il Domani Venerdì 11 aprile 2003)

BADOLATO, GIORNATA DELLA PACE

Oggi, il Cir (Consiglio italiano per i rifugiati) e l'associazione "La Radice" hanno organizzato una giornata di musica e riflessioni sul tema della pace. "La manifestazione - afferma Daniela Trapasso, del Cir - avrà un carattere pacifico e culturale". L'appuntamento è a Badolato Superiore, alle ore 18.30. Coinvolta la comunità dei Kurdi. Parte musicale curata da Mimmo Audino.

(Il Domani, Appuntamenti area metropolitana, da non perdere, 12/4/2003)