naufragio1.jpg (63260 byte)

il testo è di Fabrizio De Andrè

pagina 1 di 2

i marinai foglie di coca
digeriscono in coperta
il capitano ha un amore al collo
venuto apposta dall'inghilterra

il pasticciere di via roma
sta scendendo le scale
ogni dozzina di gradini
trova una mano da pestare
ha una frusta giocattolo
sotto l'abito da té

e la radio di bordo
è una sfera di cristallo
dice che il vento si farà lupo
e il mare si farà sciacallo
il paralitico tiene in tasca
un uccellino blu cobalto
ride con gli occhi al circo togni
quando l'acrobata sbaglia il salto

e le ancore hanno perduto
la scommessa e gli artigli
i marinai uova di gabbiano
piovono sugli scogli

Il poeta metodista
ha spine di rosa nelle zampe
per far pace con gli applausi
per sentirsi più distante
la sua stella si è oscurata
da quando ha vinto la gara
del sollevamento pesi

 

Ro01zur.gif (603 byte)  home   Ro01vor.gif (585 byte)

 

I diritti appartengono ai rispettivi autori. Per la riproduzione, su ogni mezzo, è necessario l'esplicito assenso dell'autore che può essere contattato via e-mail oppure attraverso il gestore del sito.

titolo:
il naufragio della london valour
autore:
pio
tecnica:

china su carta