Tasse e contributi universitari

  Le tasse e i contributi per l'iscrizione all'Università sono determinate sulla base delle condizioni economiche familiari (reddito e consistenza del proprio nucleo familiare) e dal merito scolastico.

Fasce di reddito e importo delle tasse

    Le fasce di reddito sono basate sul reddito equivalente.

    L'importo della Tassa per gli studenti che hanno un reddito equivalente che ricade all'interno:

della I fascia che va da 0 a £ 15  milioni è pari a £ 300.000 (*)
della II fascia che va da £ 15.000.001 a £ 25 milioni è pari a £ 400.000 (*)
della III fascia che va da £ 25.000.001 a £ 35 milioni è pari a £ 500.000
della IV fascia che va da £ 35.000.0001 a £ 45 milioni è pari a £ 600.000

(*) Agli studenti che appartengono alle prime due fasce di reddito è concessa una riduzione di £ 100.000 quale assegno di disagio (delibera della C.A. del 22/07/96).

    Per coloro che superano i 45.000.000 si considera la base di £ 600.000, a cui sommare una quota aggiuntiva, calcolata nel seguente modo:

da 45.000.001 a 50.000.000 si calcola la quota aggiuntiva con £ 7.000 a milione in più oltre 45 MI
da 50.000.001 a 70.000.000 si calcola la quota aggiuntiva con £ 9.000 a milione in più oltre 50 MI
da 70.000.001 a 90.000.000 si calcola la quota aggiuntiva con £ 11.000 a milione in più oltre 70 MI
oltre 90.000.000 si calcola la quota aggiuntiva con £ 13.000 a milione in più oltre 90 MI

    L'importo massimo delle tasse e dei contributi (esclusi eventuali incrementi dovuti per mora e incremento fuori corso) non potrà superare £ 1.500.000.

  • A partire dall'anno accademico 95/96 l'importo delle tasse e la soglia massima del reddito equivalente per il pagamento dell'importo minimo delle tasse è aggiornato annualmente sulla base dell'indice dei prezzi al consumo.
  • Il reddito minimo annuale dello studente costituisce nucleo familiare a se stante e risulti non convivente con la famiglia di origine è fissato in £5.500.000. Qualora il reddito dello studente sia inferiore alla cifra minima stabilita si terrà conto dei redditi della famiglia di origine. Tale condizione deve essere posseduta alla data 31/12/1998.
  • Particolari ed eccezionali situazioni di precarietà economica degli studenti e del loro nucleo familiare, documentate in modo inequivocabile, potranno essere prese in considerazione dal Rettore, sentito il parere di una Commissione, allo scopo di introdurre abbattimenti sull'importo delle tasse.
  • La stessa Commissione esaminerà tutti i casi di coloro che, nel corrente anno, hanno avuto un brusco peggioramento delle condizioni economiche (decesso di un genitore produttore di reddito, genitore cassintegrato, licenziato o altri casi).
  • La Commissione dovrà accertare la veridicità dei casi nei quali lo studente con nucleo familiare autonomo dichiara di avere un reddito inferiore a £ 5.500.000, prendendo in esame anche i redditi della famiglia di origine.
  • Nel caso in cui il reddito personale dello studente non risulti credibile l'Università si riserva di utilizzare tutti i parametri induttivi che consentano di individuare la condizione economica di fatto.

Accertamento delle condizioni economiche della famiglia dello studente

    Ai sensi dell'art. 24 della legge 13 aprile 1977, n° 114 lo studente dovrà fornire, entro i termini stabiliti dall'Università, in un apposito modulo prestampato la informazioni riguardanti le condizioni del proprio nucleo familiare.

    Tutti gli studenti sono tenuti alla presentazione del suddetto modulo.

    Coloro i quali non vogliono fornire le informazioni relative al reddito del proprio nucleo familiare devono barrare l'apposita casella del modulo di autocertificazione e quindi saranno assoggettati al pagamento dell'importo massimo delle tasse universitarie.

    L'Amministrazione universitaria, secondo i criteri stabiliti dal Consiglio di Amministrazione, invierà agli Uffici Finanziari, per essere sottoposte a verifica, il 10% delle dichiarazioni presentate dagli studenti.

    A coloro che presenteranno dichiarazioni mendaci saranno applicate le pene previste dalla legge e l'Università imporrà il pagamento delle tasse massime previste.

    I titolari del nucleo familiare di appartenenza degli studenti anzidetti, saranno inseriti, ai sensi dell'art. 22, 3° comma, della legge 390/91, nelle categorie che vengono assoggettate ai massimi controlli.

Esoneri

    Si applica l'esenzione totale dal pagamento delle tasse e dei contributi agli studenti che si trovano nelle seguenti condizioni:

Studenti portatori di handicap

Studenti con particolare situazione familiare

            Gli studenti che si trovano nella condizione di beneficiare dell'esonero totale dalle tasse (portatori di handicap e con particolare situazione familiare) dovranno presentare, contestualmente all'iscrizione una domanda in carta libera, richiedente l'esonero; gli studenti portatori di  handicap dovranno allegare anche un certificato attestante la percentuale di invalidità rilasciato dalla USL.

     Gli studenti di cui sopra, se iscritti da oltre due anni al fuori corso saranno assoggettati al pagamento di una tassa per fuori corso, da calcolare sull'importo minimo di £ 200.000.

Altre condizioni di esonero

    Sono esclusi dal beneficio degli esoneri parziali per merito gli studenti che appartengono alle prime due fasce del reddito equivalente.

    Gli studenti che hanno un reddito equivalente oltre 25 ML hanno diritto a una riduzione di Lire 200.000, purché siano in possesso del requisito del merito scolastico indicato nella tabella sotto:

AVENTI DIRITTO RIDUZIONE
  • IMMATRICOLATI:

  che abbiano conseguito la maturità con voto di diploma non inferiore a 56/60 o    93/100 o che abbiano ottenuto la media dell'otto negli ultimi anni delle superiori    (escluso l'anno del diploma).

  • ISCRITTI AGLI ANNI SUCCESSIVI:

  che abbiano superato entro il 30 settembre gli esami annuali o equivalenti semestralità con la media non inferiore a 27/30 secondo il seguente schema:

secondo anno: almeno due esami;

terzo anno: un numero di esami pari a quelli previsti nel piano di studio ufficiale della Facoltà per il primo anno più uno;

quarto anno: un numero di esami pari a quelli previsti nel piano di studio ufficiale della Facoltà per il primo e il secondo anno   più uno;

primo anno fuori corso del quinto anno (per i corsi quadriennali):  un numero di esami pari a quelli previsti nel piano di studio ufficiale della Facoltà per il primo,  il secondo, il terzo anno  più uno;

sesto anno: un numero di esami pari a quelli previsti nel piano di studio ufficiale della Facoltà per il primo,  il secondo, il terzo, il quarto anno  più uno;

primo anno fuori corso del sesto anno: un numero di esami pari a quelli previsti nel piano di studio ufficiale della Facoltà per il primo,   il secondo, il terzo, il quarto, il quinto anno  più uno;

Per i fuori corso intermedi da non più di un anno: si deve fare riferimento all'anno di corso cui lo studente si sarebbe iscritto se sbarramenti, firme o altro non glielo avessero impedito.

£ 200.000

    Il calcolo degli anni di iscrizione sarà effettuato a partire dall'anno di immatricolazione e non dovrà superare gli anni effettivi di durata legale del corso di Laurea o di Diploma più un anno previsto come fuori corso.

Note sul piano di studio

- Ai fini dell'esonero per merito il numero degli esami, per ciascun anno di corso, è quello previsto dal piano di studio statutario.

   Per la qualità gli esami validi a tal fine sono quelli del piano di studio ufficiale del corso o  quelli previsti dal piano di studio personale approvato dal competente Consiglio.

- Nel caso in cui il piano di studio preveda anche esami semestrali si applica l'equivalenza  che un esame annuale sia uguale a due esami semestrali.

Studenti esclusi dall'esonero parziale per merito

Sono esclusi dall'esonero parziale per merito: