Home| Il Coro Ha-Kol| Chi siamo| I nostri Maestri| Alcuni dei nostri testi| I nostri CD| Rassegna stampa
coro

Alcuni testi dei nostri brani

ACHAMA MEROSH
Poesia di Chaim Nachman Bialik (Volinia, 1873-1934), musica di P. Minkovsky
"Il sole si nasconde dietro le cime degli alberi. Venite usciamo incontro al sabato, la regina delle feste. Vieni, vieni o regina! Vieni o regina Pace a voi o angeli della Pace".

ADONAI MAADAM
Preghiera di introduzione alla Commemorazione dei defunti, musica di Salvatore Saya
"O Signore che cosa è un uomo perché tu abbia a prenderlo in considerazione? Che cos'è un mortale perché tu abbia a tenerne conto? L'uomo è simile ad un soffio, i suoi giorni sono come un'ombra che passa. Brilla al mattino e poi scompare, alla sera si appassisce e si dissecca. Tu puoi ridurre l'uomo alla più bassa umiliazione, ma gli dici pure: pentiti o figlio di Adamo! Se gli uomini fossero assennati ben capirebbero questo invito e penserebbero alla loro fine. Perché l'uomo, alla sua morte, non prende nulla con sè, non lo accompagnano le sue ricchezze. Conservati puro e mira alla rettitudine, perché il fine ultimo dell'uomo dovrebbe essere quello di meritare l'eterna pace. Il Signore riscatta l'anima di coloro che lo servono, non avranno mai a pentirsi quelli che confidano in Lui."

ADONAI MALACH
Salmo 93, musica di Heinrich Schalit
"Il signore è rivestito di Maestà, L'Eterno si è rivestito si è cinto di forza e ha reso stabile l'universo in modo che più non crolli. Saldo era il Tuo trono fin da allora e Tu eri prima del mondo. Levarono i fiumi o Eterno, levarono i fiumi la loro voce, levarono i fiumi il loro fragore. Ma più del fragore delle acque, numerose, irrompenti più dei flutti del mare, l'Eterno è potente nei luoghi eccelsi, le Tue testimonianze sono pienamente veraci: la santità convive alla tua casa o Eterno per l'eternità dei secoli."

ALLELUYA'
Salmo 150, musica di David Garzia
"Alleluyà. Lodate il Signore nel suo santuario, lodateLo nel firmamento della Sua potenza, lodatelo per le sue prodezze, lodatelo per la forza della sua grandezza, lodatelo con lo squillo del corno, lodatelo col liuto e con la cetra, lodatelo con cembali e danze, lodatelo con gli strumenti a corda e col flauto, lodatelo con cembali strepitosi, lodatelo con cembali risonanti. Ogni anima loderà l'Eterno, Alleluyà. Si ogni anima loderà l'Eterno Alleluyà."

ANI MAAMIN
Professione di fede ebraica - Testo di Maimonide (1134-1204), musica di A.D. Pastag
"Io credo nella venuta del Messia e benché tardi a venire, nonostante tutto io credo!"

ASHKIVENU
Canto tradizionale per l'entrata del sabato e per le feste solenni ebraiche, musica di Elio Piattelli
"Facci riposare eterno D-O nostro in pace e fa che ci alziamo, o Re nostro, in vita serena e in pace. Stendi sopra di noi la protezione della Tua pace e sorreggici in modo da ben condurci dinnanzi a te e salvaci in grazia del Tuo nome e allontana da noi il nemico, la peste, la guerra, la carestia, l'affanno e la mestizia. Allontana da noi la tentazione cattiva e custodisci il nostro sonno ed il nostro risveglio, di continuo estendi sopra di noi la capanna della Tua pace. Benedetto l'Eterno che stende la capanna della pace sopra di noi, sopra tutto il Tuo popolo di Israele e sopra Gerusalemme. Amen."

BARUCH ABBA
Salmo 118,26-28, musica di Salvatore Saya
"Benedetto colui che viene in nome del Signore; noi vi benediciamo dalla casa del Signore. Forte è il Signore e ci ha mostrato la Sua benignità; legate rami fioriti alla vittima del sacrificio e portatela presso l'altare. Tu sei il mio Dio e Ti ringrazierò, il mio Dio e Ti esalterò. Ringraziate il Signore poiché è buono, poiché eterna è la Sua bontà."

BARUCH AMMACOM
Benedizione per l'uscita del rotolo della legge, musica di Amadio Di Segni
"Sia benedetto il Signore che fece dono della sua legge al popolo di Israele, benedetto Egli sia. Beato il suo popolo che ha un tale destino, beato il popolo di cui l'Eterno è il suo Dio."

BENI' IM TICCACH
Proverbi cap.2:1,5, 3:1-2, musica di Salvatore Saya
"Figlio mio, se tu accoglierai le mie parole e farai tesoro dei miei precetti, allora intenderai che cosa è il timore del Signore e acquisterai la coscienza di D-o. Figlio mio, non dimenticare il mio insegnamento ed il tuo cuore conservi i miei precetti affinchè si prolunghino i giorni della tua vita."

BETZET ISRAEL
Salmo 114, musica di Salvatore Saya
"Quando Israele uscì dall'Egitto e la famiglia di Giacobbe da in mezzo al popolo che parlava una lingua straniera, Giuda divenne consacrato al Signore, Israele Suo dominio. Il mare vide e si ritrasse, il Giordano si trasse indietro; i monti saltarono come arieti, le colline come giovani agnelli. Cos'hai, o mare da ritrarti e tu, o Giordano da trarti indietro? E voi o monti da saltare come arieti e voi, o colline da saltare come giovani agnelli? Davanti al Padrone devi tremare o terra, davanti al Dio di Giacobbe che tramuta la roccia in bacino d'acqua, la selce in una fonte d'acqua."

HA-TIKVA
Inno nazionale israeliano, musica di N. Himber
"Fintanto che nell'intimo del cuore, freme l'anima dell'ebreo o l'occhio guarda a Sion, là nell'oriente lontano non è ancora perduta la nostra speranza due volte millenaria, di essere un popolo libero nella nostra terra, la terra di Sion e Gerusalemme."

KI HINEH HASTAV AVAR
Cantico dei Cantici - Cap.II, 11-12-13, musica di Dafna Eilat
"Ecco l'inverno è finito, il tempo delle pioggie è cessato. I germogli sono spuntati dalla terra, sul fico sono cresciuti i primi frutti, le viti in fiore emanano il loro profumo soave, l'usignolo intona il suo canto lieto. Alzati o mia compagna, o mia bella vieni fuori! Vi scongiuro, o figlie di Gerusalemme, per le cerve e le gazzelle dei campi, di non destare, di non svegliare il mio amore finchè non lo desideri."

KOL NIDRE
Testo del 7°/8° secolo, in aramaico su melodia tradizionale dell'Europa orientale
"Tutti i voti, o impegni o consacrazioni o scomuniche o giuramenti o obbligazioni che pronunziammo dal giorno del digiuno di Espiazione che sta per iniziarsi, cui avessimo contro volontà o per errore contravvenuto, noi vi ritrattiamo con la presente dichiarazione dinanzi al nostro Padre celeste, se pronunziammo voto si consideri come non emesso, altrettanto dicasi per qualsiasi impegno, consacrazione scomunica giuramento obbligazione; sia annullato totalmente il voto, l'impegno, la consacrazione, la scomunica, il giuramento, l'obbligazione. Annullati i voti gl'impegni, le consacrazioni, le scomuniche i giuramenti, le obbligazioni, invochiamo remissione, perdono espiazione per tutti i nostri peccati. Conforme a quanto è scritto: sarà perdonato a tutta la congregazione dei figli d'Israele, e al forestiero che dimora in mezzo a loro perché tutto il popolo commise la cosa per errore."

LEMA'AN ZION LO ECHESHE
Isaia 62:1, 60:1-2, musica di Chaim Alexander
"Affinchè non taccia di Sion e non resti inerme di fronte a Gerusalemme. Sorgi illuminati perchè è grande la tua luce e la gloria del Signore risplenderà su di te. Perchè ecco il buio ricoprire tutta la terra e le tenebre le nazioni. Mentre su di te risplenderà la gloria del Signore. Finchè il suo diritto non appaia come lo splendore degli astri e la sua salvezza come una fiaccola ardente."

MAOZ TZUR
Canto tradizionale della festa di Hanukkà (Festa dei Lumi) "O Roccaforte della mia salvezza, Tu sei degno di essere lodato, rendi salda la sete della mia preghiera, così che Ti possano fare offerte di ringraziamento. Mentre Ti disponi a fare giustizia del nemico che mi attacca, Ti esalterò con un canto di lode per l'inaugurazione del Tuo altare. I greci si erano riuniti contro di me, al tempo degli Asmonei, e dopo aver aperto una breccia nelle mura delle mie torri, avevano reso impuro tutto l'olio. Ma ciò che era rimasto nelle giare Tu operasti un così meraviglioso miracolo che i nostri saggi stabilirono che un simile evento fosse in futuro celebrato con canti di giubilo."

MICHTAM LE-DAVID
Salmo 16, musica di Gino Modigliani
"Abbi cura di me o Signore poiché io fido in te. Tu o mia persona, sei solita dire al Signore: tu Sei il Signore, non sei tenuto a farmi del bene.... Ringrazio il Signore che mi ha dato buoni consigli ed anche perché nelle notti la mia coscienza mi rimprovera. Tengo sempre presente il Signore, poiché egli è alla mia destra. Perciò il mio cuore si rallegra, la mia persona giubila e il mio corpo è tranquillo...."

MIZMOR SHIRU LA-ADONAI SHIR HADASH
Salmo 98, musica di Elio Piattelli
"Cantate al Signore un canto nuovo poiché Egli ha compiuto cose meravigliose. Gli procurò vittoria la Sua destra ed il Suo santo braccio. Il Signore ha reso nota la Sua salvezza al cospetto delle genti rivelò la Sua giustizia. Ricordò la Sua bontà e la Sua fedeltà verso la casa di Israele gli abitanti delle più lontane religioni videro la salvezza operata dal nostro D.o. Inneggiate al Signore o abitanti di tutte le terre, erompete un giubilo esultate e salmeggiate. Salmeggiate al Signore sulla cetra e, con accenti melodiosi, con le trombe e con lo sciofar, celebrate il Re, il Signore. Rumoreggia il mare e quanto è in esso contenuto, l' universo e tutti i suoi abitanti, i fiumi plaudano con le palme ed insieme giubilino i monti davanti al Signore che viene a giudicare la terra. Egli giudica il mondo con giustizia ed i popoli con rettitudine."

RAU BANIM
Parte della prima benedizione che si recita dopo la Scemà della sera, musica di Amadio Di Segni
"I Suoi figli videro la Sua potenza, celebrarono e resero omaggio al Suo nome, accettando con gradimento il Suo regno. Mosè ed i figli di Israele intonarono un cantico a Te con immensa gioia e tutti insieme esclamarono ad una sola voce: 'Chi è come Te, fra le divinità o Signore, chi è come Te circonfuso di santità, temibile per tante lodi e autore di tanti prodigi?'. Il Tuo regno videro i Tuoi figli, Tu che dischiudesti il mare davanti a Mosè: 'Questi è il mio Dio - risposero e dissero tanti quanti - l'Eterno regnerà per sempre'. E inoltre fu detto: 'L'Eterno riscattò Giacobbe e lo liberò da una mano più potente di lui'."

SHAAR ASHER NISGAR
Parafrasi dal Salmo 18, musica di Benedetto Marcello che si canta nella festa di Simchat Torà
"La porta è stata chiusa, sorgi e aprila; e il cervo che è fuggito, inseguilo e afferralo."

SHIR HA-MA'ALOT BESHUV
Salmo 126, musica di E.Piattelli
"Quando il Signore ci fece tornare a Sion, ci pareva di sognare; allora la nostra bocca si riempì di risa e la nostra lingua di canto; allora si disse fra i gentili: il Signore ha fatto per loro grandi cose..... Coloro che seminano con lacrime raccoglieranno con giubilo colui che solleverà i covoni che cresceranno da esso."

SHIR HA-MA'ALOT MI-MA'AMAKIM
Salmo 130, musica di Salvatore Saya
"Canto dei pellegrinaggi, O Eterno, io t'invoco dalle profondità della terra. Signore ascolta la mia preghiera, siano le tue orecchie attente alla voce delle mie supplicazioni. O Eterno, se Tu poni mente alle nostre iniquità, Signore, chi potrà reggere? Ma presso di Te è il perdono affinché Tu sia temuto. Io spero nell'Eterno tutta l'anima mia saprà ed io ho fiducia nella Sua promessa. L'anima mia anela al Signore più di quanto le sentinelle notturne non anelino al mattino. O Israele, spera nell'Eterno, poiché presso l'Eterno è benignità, e presso di Lui è la completa redenzione. Egli riscatterà Israele da tutte le sue iniquità"

SlONIDE
Poesia di Yehuda Ha-Levi (Spagna fine XI-metà XII secolo), musica di Elio Piattelli
"Sion non saluti i tuoi esiliati che ti salutano e sono il resto del tuo gregge? Dall'occidente all'oriente, dal nord e dal sud, Salute! Un saluto lontano ricevi da tutte le tue membra, il saluto dello schiavo che sparge lacrime come la rugiada del Hermon e desidera di farlo scendere sui tuoi monti. Per piangere la tua umiliazione sono come un mostro per te. Ma quando sogno il ritorno dei tuoi esiliati, sono una cetra per te!"

TOV LEODOT
Salmo 92, musica di Heinrich Schalit
"E' bello celebrare il Signore e salmeggiare al Tuo nome, o Eccelso. Annunciare ogni mattina la Tua benignità e la Tua fedeltà nella notte. Sul decacordo e sulla cetra, con canti dolcissimi accompagnati dall'arpa poichè mi allietasti o Signore col Tuo operato, esulto per l'opera delle Tue mani. Quanto sono grandi o Signore le cose da te fatte.... il Giusto fiorirà come la palme, crescerà come il cedro del Libano.... per annunziare che l'Eterno è retto. Egli è il mio riparo, in Lui non esiste ingiustizia."

VAANI' TEFILLATI'
Salmo 69,14, musica di Ponzilacqua
"Giunga fino a Te o Signore la mia preghiera in momenti di grazia, o Signore, in virtù della Tua immensa bontà, esaudiscimi e concedimi la tua vera salvezza."

VESHAMERU'
Esodo cap. 31: 16,17, musica di Heinrich Schalit
"I figli di Israele osserveranno il sabato per tutte le generazioni come patto eterno: fra Me e i figli di Israele questo è un segno perpetuo poichè in sei giorni il Signore creò il cielo e la terra e nel settimo cessò la Sua opera e si riposò."

YEALLELUCHA
Allel, musica da un adattamento del Mosè di Gioacchino Rossini
"Ti loderanno, o Eterno Signore nostro, tutte le Tue opere, i Tuoi devoti, i giusti esecutori della Tua volontà e il Tuo popolo d'Israele, tutti quanti con giubilo renderanno omaggio, benediranno e celebreranno e glorificheranno il Tuo glorioso nome poiché a Te si conviene rendere omaggio. E' bello lodare il Tuo nome dall'eternità fini all'eternità. Benedetto sii Tu o Eterno, re, degno di essere lodato con tutte le celebrazioni. Amen."

YOM HA-SHISHI
Genesi 2,1-3, musica di Salvatore Saya
"Al termine del sesto giorno furono compiuti il cielo e la terra e tutto ciò che contengono avendo Egli compiuto nel settimo giorno la Sua creazione e cessata ogni Sua opera. L'Eterno benedisse e consacrò il settimo giorno poiché cessò in esso ogni creazione che Egli aveva compiuto."

Home| Il Coro Ha-Kol| Chi siamo| I nostri Maestri| Alcuni dei nostri testi| I nostri CD| Rassegna stampa