Cosa è il Gestalt Counseling ?

La metodologia utilizzata nel Gestalt Counseling è ispirata alla Terapia della Gestalt concepita da Fritz Perls e sviluppata da molti altri studiosi, fra cui in particolare Isha Bloomberg, che fortemente ha influenzato la filosofia e la crescita del nostro Istituto.
Il Gestalt Counseling si basa sul presupposto che l'individuo e il suo ambiente rappresentano un campo indivisibile e qualsiasi stato di sofferenza nasce dalla confusione e dal cattivo funzionamento al confine di contatto fra di essi.
Il fuoco dell'intervento di Gestalt Counseling è dunque la modalità specifica di interazione fra l'individuo e "gli altri" dell' ambiente di vita, e i suoi obiettivi sono la presa di consapevolezza delle interruzioni difensive del contatto e lo sviluppo di nuove strategie e competenze in grado di sostenere lo scambio positivo di informazioni ed energia.
La comunicazione interpersonale è un flusso continuo e inarrestabile di informazioni che influenzano e sono influenzate da qualsiasi stato di sofferenza/stallo o di eccitazione/cambiamento tra gli individui in relazione.
La struttura sistemica e la dinamica del processo di contatto sono peraltro molto più importanti dei contenuti della comunicazione, ossia il "come" è prioritario rispetto al "cosa" e perfino rispetto al "perché".
L'intervento è sul qui e ora della persona piuttosto che nel racconto della sua storia; essa è utile perché ci dà informazioni su tutti quegli eventi che continuano ad essere importanti e non conclusi per la persona, ma è in ciò che succede nella relazione attuale tra l'individuo e il suo ambiente che abbiamo gli elementi vivi che possono sostenere la trasformazione e la crescita.
Poiché inoltre qualsiasi vissuto psicologico è in relazione con i processi corporei (la respirazione, le tensioni croniche, il modo di muoversi, la relazione col cibo..) il Gestalt Counseling dedica ad essi la massima attenzione, intendendoli sia come elementi di comunicazione non verbale che come strumenti di consapevolezza.
Sono perciò state sviluppate particolari tecniche di sperimentazione esperienziale nel contesto sostenente del gruppo di formazione che, a partire dalla consapevolezza sensoriale ed emotiva, aiutano la persona ad alienarsi qui ed ora dalle soluzioni relazionali inefficaci per identificarsi creativamente nell'intuizione della soluzione emergente e poi estenderla al proprio ambiente di vita.

 
  Obiettivi del Corso

Il Corso di Formazione in Gestalt Counseling è un percorso di crescita personale, autoconoscenza ed acquisizione di competenze nel campo della comunicazione e della relazione che ha per obiettivo intermedio (primi due anni) il miglioramento della propria efficacia nello svolgimento dell'attuale professione (formatore, insegnante, manager, operatore sanitario e di comunità .. ) e per obiettivo finale la completa formazione di una nuova figura emergente di libero-professionista, esperto nella relazione di aiuto e nella comunicazione interpersonale: il Gestalt Counselor.
Nella nostra concezione costui è prima di tutto un individuo che ha lavorato per migliorare la qualità della sua vita, e si è impegnato in una ricerca che mira a chiarire in sè i valori umani e a creare nel suo proprio ambiente le condizioni per una relazione interpersonale più viva. Nel corso della formazione egli acquisisce inoltre modelli teorici e strumenti pratici che gli consentono di costruire e sostenere la relazione di aiuto nei confronti di persone e gruppi, promuovendo ora negli altri lo sviluppo di risorse di creatività e responsabilità che consentano di superare specifici problemi interpersonali e sociali quali il prendere decisioni, il gestire i conflitti, l'attraversare i momenti di crisi, il migliorare le capacità di auto-sostegno, di comunicazione e soddisfazione nel lavoro.

  Struttura generale del Corso

Il Corso di formazione è quadriennale con 640 ore complessive di frequenza (160 ore annue nel corso di 11 weekend residenziali) suddivise fra lezioni teoriche e lavori esperienziali individuali e di gruppo. E' comunque possibile l'iscrizione ad un singolo anno al cui termine verrà rilasciato Attestato di Frequenza.

Il primo anno di corso (Comunicazione interpersonale) ha lo scopo di sperimentarsi all'interno di una relazione autentica con se stessi e con le altre persone del gruppo consentendo di sviluppare autoconoscenza e capacità di comunicazione.

Il secondo anno (Gestione dinamiche di gruppo) permette di evidenziare le dinamiche psicologiche all'interno del gruppo di formazione e di applicare poi tale esperienza nella conduzione e/o cooperazione nei gruppi dei vari contesti effettivi di lavoro come comunità, scuola ed azienda.
La regolare frequenza ai primi due anni di corso consente l'acquisizione del titolo di Counseling Practitioner.

Il terzo anno (La relazione di aiuto) ha l'obiettivo di sviluppare ulteriormente le capacità personali di entrare in relazione profonda ed empatica con le persone che richiedono un aiuto ed un sostegno psicologico per il superamento delle difficoltà interpersonali e sociali.
La frequenza regolare dei primi tre anni di corso e il superamento di un esame finale consente l'acquisizione del titolo professionale di Gestalt Counselor, riconosciuto dalla Società Italiana di Counseling e conforme alle normative della European Association of Counseling.

Il quarto anno di corso (Counselors al lavoro), facoltativo, ha l'obiettivo di sostenere i neo-Counselors nello svolgimento della loro professione attraverso la supervisione dei casi, il gruppo dei pari e l'approfondimento di alcune ulteriori importanti tematiche. La sua frequenza e lo svolgimento di un adeguato numero di ore di pratica professionale consente l'acquisizione del titolo di Professional Gestalt Counselor.

 
Programma
   
 
I anno: Comunicazione interpersonale

Principi generali di Counseling
Psicologia della Gestalt
Il processo figura-sfondo
La relazione fra l'organismo e l'ambiente
Autoconsapevolezza
Unità psicofisica tra mente e corpo
Sensazioni corporee e consapevolezza emotiva
Scala dei bisogni ed autorealizzazione
Sperimentarsi nella relazione
Comunicazione verbale e non verbale
Comunicazione e relazione interpersonale
Contatto emotivo e processo di crescita
Ascolto attivo e comunicazione efficace
Le relazioni nelle comunità, nella scuola e nell'azienda
A
II anno: Gestione dinamiche di gruppo
 

Leadership e conduzione di gruppo
Leadership permissiva autoritaria democratica
Funzioni e competenze di leadership
Leadership istituzionale e naturale
Leaders antagonisti ed antitetici
Dal gruppo iniziale al gruppo di lavoro
Bisogni individuali, obiettivi e motivazione
Coesione superficiale ed interdipendenza
Differenziazione ed integrazione del conflitto
Ruoli, regole, valori, cultura di gruppo
Competizione sana e competizione patologica
Giochi di potere e trappole psicologiche
Cooperazione e lavoro di gruppo
Creatività e problem solving
Il gruppo nella comunità, nella scuola e nell'azienda

 
III anno: La relazione di aiuto
 


Il ciclo dell'esperienza emotiva
Processi di identificazione ed alienazione
Le interruzioni di contatto:
Confluenza ed egotismo
Introiezione e proiezione
Retroflessione, deflessione
Formazione reattiva
Conflitto intrapsichico : polarità e integrazione
Conflitto interpersonale : negoziazione e mediazione
Clinica : la teoria paradossale del cambiamento
l'intervento di Gestalt Counseling
Scuola : la supervisione ai docenti
lo sportello di ascolto per allievi e genitori
Azienda:la supervisione al management
i conflitti di ruolo

 
IV anno (facoltativo): Counselors al lavoro
 
Supervisione al lavoro professionale
Casi clinici, scolastici, aziendali
Presentazione, role-play, elaborazione
Gruppo dei pari ed auto-sostegno
Counseling di coppia e della famiglia
Psicologia della coppia e della famiglia
Tecniche di mediazione familiare
Giochi di potere ed intimità
Gestalt Bodywork
Linguaggio del corpo
L'intervento attraverso il contatto
Tecniche di consapevolezza corporea
Formazione al Counseling
La formazione nella comunità
La formazione nella scuola e nell'azienda

   
 
Formatori
 
Mariano Pizzimenti
direttore IBTG-Scuola Gestalt di Torino, psicologo e psicoterapeuta, formatore nelle Scuole di Formazione in Psicoterapia Gestalt, Gestalt Counseling e nei Corsi di Formazione Relazionale.
Hilda Courtney
psicoterapeuta del Gestalt Trust of Scotland, formatrice esperienziale nelle Scuole di Formazione in Psicoterapia Gestalt e Gestalt Counseling.
Christine Jackobsgard
psicoterapeuta del GWS of Hamburg.
Ezio Cristina
psichiatra e psicoterapeuta,docente di Psicofarmacologia.
Antonia Manenti
psicologa e counselor, formatrice esperienziale nelle Scuole di Formazione in Psicoterapia della Gestalt ed in Gestalt Counseling.
Franco Gnudi
psicologo e psicoterapeuta, docente di Analisi Transazionale, Psicoterapia della Coppia e della Famiglia, formatore esperienziale nelle Scuole di Formazione in Psicoterapia della Gestalt, Gestalt Counseling e nei Corsi di formazione Relazionale.
Marilisa Cazzaniga
psicologa e counselor, formatrice esperienziale nelle Scuole di Formazione in psicoterapia della Gestalt ed in Gestalt Counseling


  Criteri di ammissione e costi

La formazione in Gestalt Counseling è aperta a:

Medici e psicologi interessati ad un approfondimento di formazione nel campo delle competenze relazionali

Insegnanti, operatori, educatori, infermieri, assistenti sociali e professionisti impegnati in ambito sociale

Individui e/o organizzazioni interessati a valorizzare ed ampliare le proprie capacità di comunicazione e di relazione in ambito lavorativo e professionale

Individui interessati ad una crescita personale.

Il numero massimo di iscritti per ciascun anno di corso è pari a 12 persone.
Criteri di ammissione e selezione sono la partecipazione ad un colloquio preliminare e ad un primo gruppo residenziale.

Il costo della formazione per ciascun anno di corso è pari a 1550 Euro (IVA esclusa).

La Direzione si riserva di portare eventuali variazioni ove dovessero rendersi necessarie

   
Istituto di Bioenergetica e Terapia della Gestalt - Scuola Gestalt di Torino
10123 Torino via Andrea Doria 27 tel.011 88 32 46 E-mail: ibtg.scuolagestalt@libero.it