ISTITUTO TECNICO PER GEOMETRI di PALAU


ESTIMO


Premessa
L'area disciplinare si compone di due gruppi di conoscenze, Geopedologia da una parte, Economia ed Estimo dall'altra, che vengono a costituire le fondamenta di quelle competenze ecologiche-territoriali per le quali il futuro diplomato dovrÓ operare con finalitÓ organizzative, migliorative e gestionali. Essendo tali finalitÓ vaste e complesse, in un corso di studio articolato e diversificato non potranno essere studiate, dell'area in esame, che trame concettuali di base.
Lo studio dell'ambiente dovrÓ privilegiare i fattori che regolano gli equilibri ambientali, le cause e gli effetti degli inquinamenti, nonchŔ i processi geomorfici e pedogenetici.
La valutazione degli immobili e la programmazione territoriale, per la quale sono costantemente richiesti giudizi di convenienza, previsioni di assetti e valutazioni di impatto ambientali, competono alle discipline di Economia ed Estimo, che dovranno fornire al futuro diplomato le competenze necessarie ad affrontare le problematiche connesse.
Si tratta di un campo operativo complesso e per taluni aspetti nuovo, perchŔ comprende oltre all'area per le valutazioni sul territorio (per la quale sono necessari strumenti analitici specifici) anche aspetti relativi a vincoli e problemi sorti di recente, scaturiti dalle sempre pi¨ estese norme urbanistiche generali (diritto di superficie, valore comprensoriale, limitazioni preordinate dalle espropriazioni, ecc.). Per comprendere questa nuova impostazione della materia, sarÓ utile ampliare la conoscenza degli strumenti, dovendosi utilizzare, oltre la matematica finanziaria anche l'analisi costi-benefici e i metodi della ricerca operativa, mentre saranno sufficienti cenni di economia generale e microeconomia per inquadrare il significato del concetto di gestione territoriale e relative metodologie.
Obiettivi disciplinari
- Conoscere gli aspetti che caratterizzano i diversi ambienti e i fattori che ne regolano gli equilibri al fine di intervenire correttamente nella realizzazione di infrastrutture sia in campo civile che industriale e rurale. - Conoscere i costi di quello che viene realizzato ed essere in grado di compilare opportuni computi metrici estimativi. - Saper prevedere gli effetti economici che le opere realizzate produrranno sulla realtÓ circostante e quindi essere in grado di operare la stima dei fabbricati e delle aree fabbricabili, delle servit¨, dei danni, degli espropri e di altri interventi nell'ambito edile e territoriale. - Saper valutare l'impatto ambientale degli interventi e stimare i danni agli ecosistemi e la convenienza delle modifiche territoriali progettate attraverso analisi costi-benefici.


  Il programma di Estimo
  Torna alla pagina iniziale