Che la stampa fosse gestita da imbecilli venduti al sistema che si fanno chiamare giornalisti  si sapeva. Che poi gli stessi vogliano tappare la bocca a chi invece fa del serio giornalismo è evidente, ma di questo vi può parlare meglio Antonella di www.censurati.it

Riguardo alla vicenda di Vierika ho potuto constatare in prima persona che tutto ciò che leggiamo sui più noti quotidiani è frutto di menti dal contenuto discutibile. Ho rilasciato 2 interviste, una per il Carlino ed una per l'Espresso. Il quotidiano Repubblica è riuscito però ad anticipare tutti con una intervista COMPLETAMENTE INVENTATA partorita dalla mente di un tale che di nome fa Jenner Meletti. 

Clicca qui per visualizzare i dettagli della fantomatica intervista

Col Carlino và un pò meglio... 

Clicca qui per visualizzare i dettagli (Carlino)

 

Credo però che il massimo lo si raggiunga con l'intervista all'Espresso, non tanto per i contenuti ma per i retroscena: il giornalista che si è presentato mi ha gentilmente invitato a indossare per le foto che sarebbero comparse sulla rivista:

  1. Una benda da pirata

  2. Un bandana da pirata

  3. Una pistola da pirata

Ne deduco che la loro necessità non sia fare giornalismo, ma solo carnevale, attrazioni, riempirci la testa della loro merda e creare i Taricone ... io avrei dovuto essere l'hacker, anzi l'acaro che si presta alle loro pensate per la massa deficiente che continua a leggerli.

 

Clicca qui per visualizzare i dettagli (Espresso)

 

 

 

Vorrei citare inoltre un certo Marco Cremonini. Costui avrebbe affermato che sarei "affetto da
problemi adolescenziali e che la condanna ideale sarebbe il divieto di accedere a qualunque computer per un periodo di diversi anni"...

 

Se non vado errato questo individuo è questo signore: http://lia.deis.unibo.it/Staff/MarcoCremonini/
Ovviamente è un laureato in informatica... ecco spiegato perchè è in grado di generare certe cazzate...