Gamajun International Award

Istituito nel 1990 dalla Deputazione per il Laboratorio internazionale con il concorso del Comune di Gemona e la sponsorizzazione dalla Banca Antoniana Popolare Veneta, il gamajun international award, è il premio che viene conferito annualmente a una personalità della cultura europea (o non europea) che si sia distinta per le sue doti di comunicatore.

Gamajun International Award è un premio che intende confermare nell'universo della comunicazione la funzione culturale e il ruolo mediativo della Regione Friuli-Venezia Giulia, terra di frontiera e quadrivio di culture schiuso alla ricomposizione dell’unità morale e politica dell’Europa. Il premio intende onorare un modello vivo di assiologia autentica, ovunque si trovi nel mondo, e comunque si esprima.

      il poeta Mario Luzi, Gamajun 1997

La Deputazione per il Laboratorio internazionale della comunicazione assegna annualmente il Gamajun International Award nell’ambito del Laboratorio e tra gli ultimi giorni di luglio (ovvero i primi giorni d’agosto) a un personaggio eminente delle arti e della cultura europea (eccezionalmente non europea), personaggio che, per il suo ruolo sociale e con la propria operosità, abbia esaltato la dignità e la virtualità dell’uomo: promuovendo la conoscenza della specificità della propria cultura e dei valori ideali di cui è portatore; rendendo in tal modo più ricco il mondo con la testimonianza di fedeltà resa a se stesso, alle proprie convinzioni e alla propria arte; praticando la collaborazione e l’intesa con uomini di cultura di altri popoli in una tensione di promozione dello spirito che si muove verso la prospettiva di un’umanità armoniosamente unita attraverso la comunicazione, la quale può arrichire chiunque delle altrui diversità.

Il Premio è decretato dalla Deputazione — entro una terna di tre candidature — entro il mese di giugno dell’anno in questione e viene consegnato direttamente nelle mani del premiato dal presidente della Deputazione stessa in una cerimonia che ha luogo al Teatro Sociale di Gemona alla presenza di ospiti e invitati, scelti fino alla capienza massima della sala, tra i partecipanti al Laboratorio e tra i cittadini di Gemona del Friuli che ne facciano richiesta. 

   Tahar Ben Jelloun, Gamajun 1999

Il Gamajun International Award consiste in un’artistica riproduzione del Gamajun, simbolo di comunicazione e del Laboratorio.

                                                                                                                                                                     

Il premio è corredato da una motivazione ufficiale stilata dalla Deputazione ed è di norma accompagnato da una manifestazione culturale preparatoria e da una monografia critica che illustreranno l’attività e i meriti culturali del premiato.

Eccezionalmente, la monografia può essere sostituita da una diversa pubblicazione comunque inerente al campo di attività del premiato.

Il Gamajun International Award, riconoscimento d’una eminenza culturale, è accompagnato da una provvigione in denaro: un assegno di almeno dieci milioni di lire che viene rimesso dall’Amministrazione civica, ovvero da altri enti sostenitori dell’iniziativa promossa e attuata dalla Deputazione.

 

Renzo Arbore, gamajun award 1996

L’organizzazione della serata di premiazione, della manifestazione preparatoria e l’eventuale redazione della pubblicazione afferente al Premio è a cura della Deputazione per il Laboratorio.

Dal 1990 i premiati sono stati:

1990     Alida Valli attrice di origine istriana 

1991     István Szöts regista ungherese 

1992     card. Agostino Casaroli già segretario di Stato del Vaticano 

1993     Romano Prodi economista e politico 

1994     Lina Sastri attrice 

1995     Renzo Arbore showman e direttore artistico di Rai international 

1996     Souleymane Cissé massimo regista africano 

1997     Mario Luzi  poeta italiano 

1998     Fabrizio De André cantautore 

1999     Tahar Ben Jelloun scrittore

Fabrizio De Andrè, Gamajun 1998