torna all'indice

Presentazione de Sos Contos, sos chi torrana e sos chi non torrana. Un mondo cattivo.

wpeA.gif (5975 byte)

Una prima lettura de Sos Contos, sos chi torrana e sos chi non torrana, avviene leggendo i racconti e gli indovinelli che esso propone, i problemi matematici risolti e i grandi problemi matematici e logici ancora irrisolti. In maniera evidente ed immediata, come suggerisce su Manualeddu, si può fare una lettura in negativo. Ciò che risalta nel racconto è la conflittualità dei rapporti interpersonali. I racconti sono imperniati su un filo conduttore che descrive comportamenti dei protagonisti devianti dalla norma: ladri che rubano agli altri ed a se stessi, imbroglioni che illudono un povero ingenuo, politici che non sanno sottrarsi al malaffare, bande armate che svaligiano vecchie case nobiliari sottraendone gli ori e gli argenti, figli che in combutta con uno dei genitori tramano contro i fratelli e l’altro genitore. E anche servitori infedeli che rubano in occasione delle più sacre rappresentazioni, uomini dalla pistola facile che mettono a repentaglio la propria e l’altrui vita, pastori che sognano greggi enormi senza sapere come realizzarle e mandriani che attingono con facilità dalle mandrie altrui per regolare i conti familiari.

 

Torna all’indice

successiva