GENERALIT┴

E' sicuramente la cittÓ pi¨ antica e caratteristica della nostra isola anche , grazie alla presenza del suo fiume Temo, del suo porto fluviale e tutta la serie di monumenti del paese.

La cittÓ che conta 9000 abitanti si estende nella vallata del Temo su una superficie di 135,67 km a 2m sul mare.


ECONOMIA

Caratterizzata dalla presenza di numerosi uliveti e attraversata dallo stesso fiume. E' rinomata per le famose produzioni di vino ( famosa la malvasia), agricole, le produzioni orafe e tessili, oltre che come centro turistico estivo. Anche la pesca Ŕ molto attiva.

CENNI STORICI

I primi insediamenti umani nella zona di Bosa risalgono ad epoca preistorica, e fu successivamente scalo fenicio, colonia cartaginese e centro romano.

Successivamente and˛ in rovina nei sec. IX-X per via delle incursioni saracene.

Fu capoluogo della Planaria nel giudicato di Torres, fu eretta a sede vescovile tre la fine del XII sec e agli inizi del XIII.

Fu tenuta in signoria dai marchesi Malaspina fino al 1308 quando pass˛ ai giudici di Arborea che nel 1323 la cedettero agli aragonesi.

Durante la dominazione spagnola fu feudo dei Moncada.

Ceduta a Giovanni Villamarina nel 1556 fu aggregata alla corona.

Dal 1807 al 1821 Ŕ stata capoluogo di provincia.


SITI ARCHEOLOGICI E NATURALISTICI

A Bosa si possono osservare la chiesa di S. Pietro extra Muros del sec XI e il castello di Serravalle, uno dei pi¨ interessanti e grandiosi dell'isola, del XIII sec.

Di interesse pu˛ essere anche la zona balneare di Bosa marina.

LISTA PAESI

PROVINCIA

LEGGI I

MESSAGGI

DEGLI OSPITI

SCRIVIMI NEL LIBRO DEGLI  OSPITI