Complesso nuragico di Tuvu Mannu

Per la ricostruzione fatta del complesso di Tuvu Mannu, alcuni studiosi ritengono si potesse trattare di tomba o di sede di culto.
Per la posizione pero' sembra piu' valida l'ipotesi di reggia nuragica ascopo difensivo.
Di certo si tratta del piu' grande complesso nuragico della zona che ora appartiene ai comuni di Quartucciu, Quartu Sant'Elena, Maracalagonis e Sinnai.
Ubicato alle pendici del Bruncu Casteddu (469 metri s.l.m.), con i nuraghi Callitas, Palisteri, Su Lillu e Marapintau, costituiva una munitissima linea fortificata di difesa: secondo questa ottica appare evidente la volonta' dei costruttori di ostacolare l'accesso dal mare verso l'interno.
Il nome Tuvu Mannu si presta a tre diverse interpretazioni: per via della vegetazione presente significherebbe "grande cespuglio"; per via delle rocce presenti nei dintorni "grande tufo"; infine, se il nome e' stato dato alla zona in epoca piu' recente "grande cavita'", in quanto all'interno delle poche rocce superstiti e' oggi visibile una voragine.
Il complesso, allo stato attuale, e' costituito da sette torri, una cortina ben individuata e dai resti di un antemurale, tutti difficilmente individuabili a causa della fitta vegetazione che li ricopre in gran parte.



Torna al menu
Home
Cerca il nuraghe
Indice nuraghi