No al nucleare a Scanzano Jonico                                                                Home Page

Tradizione (dialetto, proverbi, giochi, mestieri, festa patronale, ecc.)

TRADIZIONE

.
Il dialetto
Giochi del passato
Soprannomi 
Filastrocche
Proverbi
Banditore pubblico
I mestieri antichi
La banda
Festa patronale
Ricette nostrane
La civiltÓ contadina
Toponimi
Ricordi miglionichesi
Matrimonio anni '50
 

 

                
Home Page
 
 
E-mail
 
 

 

LE FILASTROCCHE

Last update: venerdý, 10 settembre 2004 17.00.33 (n. 349)

CIM' E C'CUER'

VERNACOLO

ITALIANO

Cim' e c'cuer e nann'e' c'mat' angor';
Cim' e sottacim' liev' la copp'l a la r'gin';
La r'gin' scev' a la Spagn' a accoghh' l' castagn;
Castagn' e castagnol' liev' la copp'l' a m'nz'gnor';
M'nz'gnor' sfr'scev' lu puesc' e
l' fascev' tunn' tunn';
l' m'ttev' nda lu cutuogn';
Lu cutuogn' amar' amar' e l' m'ttev' nda' lu puanar';
Lu puanar' mienz' a la vi'
tre cavadd' ch' l'amor' di Di'.
Cima e cicoria e non e' ancor cimata.
Cima e sottocima togli la "copp'l" (corona) alla regina;
la regina andava in Spagna a raccoglier le castagne;
castagne e "castagnole" (piccole castagne)
togli la "copp'l" al monsignore;
monsignore friggeva il  pesce e lo faceva tondo tondo
(nel senso che lo copriva di pangrattato!) e lo metteva
nel "cutuogn" (padella);
la padella amara amara e lo metteva nel paniere;
il paniere finiva in mezzo alla via e
tre cavalli per l'amor di Dio.

CATARIN'

Catarina vascia vascia
pigghia lu ppuan' da nda' la cascia,
va la mosca cavaddina e
pizz'ch' 'ncul' a Catarina!
Caterina bassa bassa (di altezza!) prende il pane
da dentro la cassapanca(luogo dove si custodiva il pane!),
va una mosca "cavallina" (tipo di mosche che si posano sui cavalli!) e punge sul di dietro Caterina!

VILL' E V'LLUT'

Vill' v'llu't, cavadd' p'zzut'
sott' la preul' nasc' l'uuv',
prim' 'ngross' e po' ammatur'.

Ven' lu tiemp' d' l' c'ras'
rosarosa la pastnach'
pigghia la mazz' e dall' n'cap!
A la iatt' !

Villa e velluto cavallo pezzato
sotto il pergolato nasce l'uva,
prima si ingrossa e poi matura.

Viene poi il tempo delle ciliegie
e Rosarosa della carota
prende una mazza e gliela da in testa!
Ma a chi ? Al gatto!

ROSA ROS'

Rosa Ros' a past'nach', piggh' la mazz' e dall' 'ncap'; risponn' Ming'aulett': "Ca v' cazz' na saiett'" Rosa Rosa la (past'nach' = carota), prendi la mazza e dalle in testa; risponde Mingh'aulett':"Che possa capitarvi una disgrazia"

All rights reserved - Created by Antonio Labriola - Luglio 1999