.

Home Page

 

  Stampa locale e nazionale

 

Stampa questa pagina

 

 

Polittico di Cima da Conegliano

GIACOMO AMATI

Il Miglionico in allarme

La Gazzetta del Mezzogiorno
20 Settembre 2006

Torna a Stampa locale e nazionale

MIGLIONICO - Al tappeto nella gara d'esordio ed Ŕ allarme rosso per il Miglionico. Non poteva essere pi¨ amaro e deludente la partita casalinga del debutto per il sodalizio del presidente Dino Battilomo. Una squadra irriconoscibile, senza luce, senza idee, senza nerbo, senza attributi, quasi impotente, stranamente rassegnata, incapace di produrre azioni da gol, Ŕ stata inesorabilmente sconfitta (2-3) dal Valsinni. Le cause della sconfitta? Ce ne sono parecchie. Tra di esse ne spiccano quattro. Prima: la squadra ha evidenziato una scarsa preparazione atletica. Seconda: la difesa Ŕ stata un colabrodo, lenta e impacciata. Terza: discutibile la disposizione tattica iniziale della squadra, con una difesa a tre allo sbando, che, senza il pilastro Luigi Sabatelli e priva del portiere titolare, andava protetta con uno schieramento a quattro e con uomini di maggiore esperienza e personalitÓ, colpevolmente lasciati a prendere il sole in panchina. Quarta: Non c'Ŕ stata armonia tra i reparti. La squadra non ha saputo fare un minimo di pressing sul portatore di palla avversario, concedendo spazi vitali agli avversari; i centrocampisti non hanno fatto un'efficace interdizione e non sono riusciti a produrre una decente manovra offensiva. Da parte loro, gli attaccanti sono stati quasi immobili, incapaci di superare gli avversari in dribbling. Poche le note liete: ammirevole Ŕ stata la prestazione dell'immenso Fabrizio Lamacchia, instancabile e prezioso in ogni zona del campo; buona l'interpretazione della gara da parte di Giuseppe Deceglie, uomo ovunque. In definitiva, la squadra di mister Nicola Peragine Ŕ sembrata un'entitÓ che non sa essere ancora una squadra. Servono rimedi urgenti: il primo Ŕ quello di risvegliarne la coscienza di voler essere un collettivo vero. Non ha fatto male la sconfitta, ma l'arrendevolezza della squadra. Giacomo Amati

All rights reserved - Created by Antonio Labriola - Luglio 1999 - Via Francesco Conte, 9  -  75100 Matera - Tel. 0835 310375