Crocifisso, proveniente dall'antico monastero di Gala, posto all'interno su una parete affrescata, secondo un modello iconografico, derivato dal Reni a dalla pittura controriformata in genere, che avrà molta fortuna in tutta la Sicilia

Coperchio di sarcofago raffigurante un nobile personaggio. Il Rossitto lo identificò, pare impropriamente, con Simone il Normanno, figlio della contessa Adelaide. Fa escludere questa identificazione soprattutto la datazione della scultura tra la fine del '400 e gli inizi del '500, ed il fatto che la figura rappresenti un uomo maturo piuttosto che un giovinetto, quale in realta era Simone che morì nel 1105 o 1106 all'età di undici o dodici anni.

 

 

ATTENZIONE:Ai visitatori che non vedessero lo schermo diviso in due finestre ed il cui browser supporta i frames si consiglia di cliccare sulla chiave per visualizzare l'indice generale. Autori: Bonavita Ozanam - Naselli Maria Rosa, sono graditi suggerimenti ed impressioni: