Ciborio ligneo intagliato e scolpito dell'altare maggiore, attribuito dal Saya Barresi a frate Macario da Nicosia. All'interno della chiesa si custodiscono opere attribuite a frate Feliciano da Messina e frate Umile da Messina. Si conserva in questa chiesa anche la più bella varetta di Pozzo di Gotto chiamata U Signuri a cascata.  
Frate Feliciano da Messina, Madonna con San Felice da Cantalice. Il dipinto è stato rubato e successivamente recuperato nel mese di giugno del 2004; purtroppo l'opera pare sia stata irrimediabilmente danneggiata.  La nostra cittadina ha dimostrato ancora una volta una scarsa sensibilità verso il proprio patrimonio artistico, poichè sono state ignorate  totalmente le segnalazioni sulla necessità di adottare misure di tutela.
 
 
Frate Feliciano da Messina ( attr.), San Francesco riceve le stimmate
Frate Umile da Messina (attr.), La Porziuncola
Frate Feliciano da Messina (attr.), Il Salvatore Bambino con la Sante Rosa da Viterbo e Ciara d'Assisi
Maggiori notizie su queste opere si possono trovare nel volume Il Mosaico della Memoria: pitture e scultura a Barcellona tra Quattrocento e Seicento. Casa editrice GEM di Ugo Magno, Messina 1998

Queste foto purtroppo non rappresentano più la realtà perchè scoordinati interventi, nell'indifferenza delle istituzioni locali, stanno irrimediabilmente alterando i luoghi e lo stato delle opere.

ATTENZIONE: Ai visitatori che non vedessero lo schermo diviso in due finestre ed il cui browser supporta i frames si consiglia di cliccare sulla chiave per visualizzare l'indice generale. Autori: Bonavita Ozanam - Naselli Maria Rosa, sono graditi suggerimenti ed impressioni: