Pietro Musilli - Roma  
 
    La pace sia con voi !             

 
 
« Per chi ha Fede nessuna prova è necessaria, per chi non ha fede nessuna prova è sufficiente ».  (Franz Werfel)                                                 Od anche:

« C'è abbastanza luce per chi vuole credere e abbastanza tenebre per chi non vuole credere ».  (Blaise Pascal)

Papa Giovanni XIII  - Ioannes PP. XXIII - Angelo Giuseppe Roncalli  (28.X.1958 - 3.VI.1963)

"Discorso della Luna e della Carezza ai bambini".
Lunedì 11-10-1962, al termine della giorno di apertura del Concilio Vaticano II.
.

« Il vento soffia dove vuole e ne senti la voce, ma non sai di dove viene e dove va: così è di chiunque è nato dallo Spirito ».  [Gv.3,8]
 

L'Enciclica «Redemptoris Mater».

L'Enciclica sulla Beata Vergine Maria nella vita della Chiesa in cammino.  Ioannes Paulus PP. II  -  1987.3.25

« L'anima mia magnifica il Signore e il mio spirito esulta in Dio mio Salvatore » (Lc 1,46-47).

 
 
 
Alcune delle più famose apparizioni della Vergine Maria

Nostra Signora di Guadalupe - 9 dicembre 1531
(Apparizioni avvenute tra il 9-12-1531 e il 12-12-1531)
San Juan Diego Cuauhtlatoatzin.

Apparizioni dell'Immacolata della "Medaglia miracolosa"  - Notte tra il 18 e il 19-7-1830 - (Parigi, Rue du Bac); Santa Catherine Labouré
(Apparizioni avvenute la notte tra il 18 e 19-7-1830 e il dicembre 1830)

Nostra Signora di La Salette (Francia) - 9 settembre 1846

Madonna del Rosario di Fatima (Portogallo) - 13 maggio 1917
(Apparizioni avvenute tra il 13-5-1917 e il 13-10-1917) - Lucia dos Santos e i già Beati (al 2010) Francisco e Giacinta Marto.

Nostra Signora di Beauraing (Belgio) “Vergine dal Cuore d'oro” 29 novembre 1932 - (Apparizioni avvenute tra il 29-11-1933 e 3-1-1933)

Vergine dei Poveri di Banneux (Belgio) - 15 gennaio 1933
(Apparizioni avvenute tra il 15-1-1933 e il 2-3-1933)

Nostra Signora di Lourdes (Francia) - 11 febbraio 1858
(Apparizioni avvenute tra l’11-2-1858 e il 16 luglio 1858)
Santa Bernadette Soubirous.

Madonna di Međugorje (Bosnia-Erzegovina) - 24 giugno 1981
(Apparizioni avvenute tra il 24-6-1981 ed ancora in atto, al 2010). Dieci anni dopo, il 26-6-1991, ebbe inizio la guerra nei Balcani.

Nostra Signora del Dolore di Kibeho (Rwanda) 28 novembre 1981
(Apparizioni avvenute tra il 28-11-1981 e il 28-11-1989). Successivamente, nel 1994 avvenne il grave genocidio in Rwanda.

 

25 marzo 1984:  Atto di affidamento e di consacrazione del mondo (inclusa la Russia,ex Urss) alla Vergine.

Severomorsk, 13 maggio 1984

Antonio Socci ha scritto di recente in un suo libro: «gli esperti di questioni politico-militari sostengono che il 1984, con il duro scontro sui missili che mettevano alle corde il sistema sovietico, fu il momento di massima tensione tra Est e Ovest. [...] Il fatto che mise ko il potenziale militare sovietico [...] fu l'esplosione dell'arsenale di Severomorsk, nel Mare del Nord. Senza quell'apparato missilistico [...] l'Urss non aveva più alcuna speranza di vittoria» (A.Socci, Mistero Medjugorie, Piemme, Casale Monferrato 2005). È singolare constatare la data di questo fatto: 13 maggio 1984, festa della Madonna di Fatima e terzo anniversario dell'attentato contro il Papa in Piazza S. Pietro. Tra l'altro, proprio il 25-3-1984 il Papa aveva consacrato il mondo (Russia inclusa) al cuore di Maria. Continua Socci: «Senza sapere nulla di tutto questo, né delle segrete cose del Cremlino, Suor Lucia di Fatima, in una delle sue rarissime interviste dichiarò candidamente: "La Consacrazione del 1984 ha evitato una guerra atomica che sarebbe accaduta nel 1985".

Due date:
- 8-12-1991, solennità dell'Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria,  (dissoluzione formale dell’Urss);
- 25-12-1991, Santo Natale (ammainata la bandiera rossa al Cremino).

Si ricorda altresì che Pavel Hnilica, il 25 marzo 1984, tenne a Mosca due messe segrete: una all’Altare di San Michele al Cremino e l'altra alla Chiesa dell’Assunta.

 

Si ricorda che, tra i vari genocidi del XX secolo, oltre al “male assoluto” della Shoah (con lo sterminio di circa 6 milioni di ebrei), circa 45 milioni e mezzo sono stati i cristiani uccisi dai totalitarismi e ciò nel solo secolo XX.

Secondo la World Christian Encyclopedia (Oxford University Press, 2001, II ediz.II, II voll.) di David B. Barrett, George T. Kurian e Todd M. Johnson, in 2000 anni la storia cristiana ha avuto circa 70 milioni di martiri: di cui 45 milioni di morti nel corso del XX secolo.

Ad esempio,si ricorda, tra i tanti, tale grave strage:

Široki Brijeg (Bosnia-Erzegovina): il 7-2-1945 ebbe luogo il grave eccidio di 30 frati francescani avvenuto da parte di partigiani comunisti. Ad ogni frate venne intimato di rinnegare la fede cattolica pena la morte, ma nessuno dei 30 frati che erano nel convento francescano di Siroki Brijeg rinnegò e furono assassinati e i loro corpi bruciati. Attualmente per costoro si è aperto un processo di beatificazione.

 

“ Quando ti fermi su qualche cosa, tralasci di slanciarti verso il tutto.
E quando tu giunga ad avere il tutto, devi possederlo senza voler niente,
poiché se tu vuoi possedere qualche cosa del tutto, non hai il tuo solo tesoro in Dio “.

[San Giovanni Della Croce, (1542 - 1591), Opere, Salita del Monte Carmelo, libro I, cap. 13, ]

Il messaggio di San Giovanni Della Croce potrebbe anche riassumersi così:

Su, coraggio, alzati: non stagnare in una pietà superficiale o in un debole impegno virtuoso. Affrontate decisamente le avversità della notte, salite il sentiero aspro del nulla per attingere l’incandescenza dell’Amore. Sul monte, al di là del nulla-non-Dio c’è godibile per te il Tutto-Dio ".

« Quando verrà per noi il giorno del Giudizio, non ci sarà domandato che cosa avremo letto, ma che cosa avremo fatto, né con quanta dottrina o eleganza avremo parlato, ma quanto santamente avremo vissuto ».

[ Dal Libro I del "De imitatione Christi", attribuito al monaco agostiniano olandese Tommaso da Kempis (o Thomas Hemerken o Thomas Von Kempen),  (1380-1471) ]

Papa Ioannes Paulus PP.II - Karol Józef Wojtyła   16.X.1978 - 2.IV.2005

Un breve filmato dell'ultima apparizione pubblica di Papa Giovanni Paolo II
Mercoledì 30-3-2005: ultima apparizione del Papa in piazza S.Pietro

 
Vegliate, perché non sapete in quale giorno il Signore vostro verrà. (Mt 24, 42)

Non abbiate paura !

Una fede che non diventi cultura, sarebbe una fede non pienamente accolta, non interamente pensata, non fedelmente vissuta. 
La Scienza ha radici nell' immanente ma porta verso il Trascendente.

(Giovanni Paolo II)

 

Un mio bel ricordo personale !

  Sua Santità Giovanni Paolo II, San Pietro, 29-06-1985

Ricordo che c'ero anche io il 29-6-1985, festa dei Santi Pietro e Paolo, con la celebrazione della Messa officiata da Sua Santità Giovanni Paolo II nella Basilica di San Pietro, venne anche eseguita la famosa Messa dell'Incoronazione (Krönungsmesse) in Do magg. K317 di W.A.Mozart; venne diretta dal grande Herbert Von Karajan (1908-1989) con l’orchestra dei Wiener Philarmoniker e il coro dei Wiener Singverein.

La Messa dell'Incoronazione, all’interno della quale è molto bello l'Agnus Dei (VI tempo), è contenuta nel presente compact disk (cd): Messe C-dur KV 317 - Krönungsmesse - Coronation Mass - Messe du Couronnement -Messa dell'incoronazione.  Herbert Von Karajan - Wiener Philarmoniker - Deutsche Grammophon - Jul.1990 - CD - DDD - + Bruckner: Te Deum.

 

La grazia è ancora più misteriosa e più profonda della bellezza.
La grazia è ancora più arbitraria, più libera, più sovrana, più perfettamente illogica; inquietante anche, come tutto ciò che è donato gratuitamente.
(Charles Péguy)

 
 

Il grande problema del male e del libero arbitrio.

E coniugare il concetto del Dio infinitamente buono ed anche infinitamente giusto.

Secondo Sant’Agostino Dio, il Bene, non è autore del male, ma né è origine, è autore della mia anima destinata a peccare. Dio, per conseguire un bene maggiore - la nostra libertà - non poteva non farci capaci anche di peccare, di commettere del male.

Ciò crea aporie e problemi, ma non possiamo conoscere Dio e il suo "progetto".

Se io faccio del bene, è perché Dio ha fatto in modo che io possa fare del bene e lo stesso, all’inverso, dicasi del male; ma non possiamo conoscere le sue finalità.

Secondo Platone: "del male, del nostro far male, il Dio non può essere ritenuto causa. Dio è bene, Dio è immutabile, è semplice, è veritiero, ed è causa di tutti i beni: thèos anaìtios, Dio è innocente". E’ ritenuto innocente dei mali del mondo, del nostro far male e pecchiamo per nostra scelta e libertà e non siamo determinati da Dio ad agire male; le nostre imperfezioni, le nostre miserie, sono frutto e prodotto della nostra libertà / libero arbitrio.

Dice Agostino: "I peccati sono tuoi, i meriti sono di Dio", ossia, i meriti attraverso i quali posso esser salvato non provengono da me, perché dal baratro del mio peccato io non potrò usare nessun mezzo per salvarmi, ma provengono da Dio. Siamo gli  autori del male ma non possiamo salvarci da questo male. Tutto ciò pone dei problemi, come ad esempio il fatto che Dio ci vuole tutti salvi malgrado il nostro libero arbitrio. Sant’Agostino e San Tommaso, affermano che non tutti si salvano, quindi alcuni vengono salvati e altri no per motivi a noi ignoti: "Nessun uomo si salverà se non colui che Egli vuole si salvi", dice Agostino e ripete Tommaso.

Non si può, anche per questo, credere però alla predestinazione.         (Pietro Musilli)

 

Siti cattolici in Italia
www.siticattolici.it
L'elenco più completo ed aggiornato dei siti cattolici.

S  A  T  O  R
A  R  E  P  O
T  E  N  E  T
O  P  E  R  A
R  O  T  A  S
 

Dom Hélder Câmara  (1909 - 1999) e la teologia della liberazione.

(Dal sito web:  www.heldercamara.it -  10-01-2005)

Nato a Fortaleza in Brasile nel 1909, ordinato sacerdote nel 1931, divenne Ausiliare del Cardinale di Rio de Janeiro e venne chiamato “Vescovo delle favelas”, ossia i quartieri poveri delle megalopoli brasiliana in un cerchio di miseria e di fame. Nel 1995 divenne il primo Vice-Presidente del Consiglio Episcopale Latino Americano (CELAM) e si interessò della problematica religiosa e sociale del continente fino al 1964 quando fu eletto Arcivescovo di Recife, la capitale del Nord-Est brasiliano, la regione più povera del Brasile. La sua passione per i poveri trovò nelle condizioni miserabili di migliaia di agricoltori e operai, lo stimolo immediato per un'azione illuminata e profonda. In un suo messaggio disse: ”Continuando le attività che la nostra arcidiocesi compie, avremo cura dei poveri, rivolgendoci specialmente alla povertà vergognosa, per evitare che la povertà degeneri in miseria. Però non vengo per ingannare nessuno, quasi che bastino un poco di generosità e di assistenza sociale. Non c'è dubbio: ci sono miserie spettacolari davanti alle quali non abbiamo diritto di rimanere indifferenti. Molte volte l'unica cosa da fare è prestare un aiuto immediato. Però non pensiamo che il problema si limiti ad alcune piccole riforme”.

 

Jean Guitton  (filosofo e teologo, 1901-1999)

Un ottimo libro scientifico e "laico" di un grande del XX secolo, Jean Guitton (Search), scritto assieme a due scienziati: Grichka e Igor Bogdanov.

"Dio e la scienza - verso il metarealismo" - Ediz. Bompiani (Saggi tascabili), 1993, 135 pp. Il titolo originale è:  "Dieu et la science - vers le Métaréalisme", Éditions Grasset & Fasquelle, 1991.

"Un po' di scienza allontana da Dio ma molta riconduce a Lui" (L.Pasteur)

Dio potrebbe essere un "osservatore quantistico dell'intero Universo", il "referente responsabile dell'incessante collasso di una funzione d'onda universale"

 

Jean Guitton, membro dell'Académie française, allievo di Bergson e depositario del suo pensiero, è uno dei più eminenti filosofi cristiani. Nacque il primo anno del XX secolo". La fisica contemporanea ha sconvolto il senso comune ben più di quanto l'abbia fatto la constatazione che la Terra è rotonda invece che piatta e che gli abitanti degli antipodi non cadono nel vuoto; ma proprio la sua "stranezza" rimanderebbe, a detta di Guitton, "a quell'essere trascendente che le religioni chiamano Dio". Il dialogo con Igor e Grichka Bogdanov delinea così una sorta di "filosofia ad alta voce", non molto diversa da quella che si praticava nelle piazze dell'antica Grecia, solo che ora è una costellazione di idee tratte dalla relatività generale, dalla meccanica quantistica, dallo studio del "caos deterministico" ecc. - a indirizzare chi non cessa d'interrogarsi sul senso della vita e delle sue stesse domande verso l'Autore del "codice cosmico". È proprio vero che "teniamo tutti l'infinito nel palmo della mano"? (a cura di Giulio Giorello)

Grichka e Igor Bogdanov sono laureati rispettivamente in fisica teorica e astrofisica e sono stati allievi di Roland Barthes all'École pratique des hautes etudes.

René  Laurentin

Un interessante suo libro è: "Dio esiste ecco le prove" - Le scienze erano contro di Lui. Ora conducono a Lui - Ediz. Piemme Pocket, 2001, 190 pp. con presentazione di Vittorio Messori.

Titolo originale:  "Dieu existe: en voici les preuves", Francis Bréchant Editeur, 1993.

Laurentin ha tra l'altro scritto anche un ottimo libro sulle apparizioni di Lourdes dal titolo "Lourdes - Cronaca di un mistero", ediz. Mondadori, 1996, 266 pp., presentato da Vittorio Messori.

 

 

 

La Madonna di Siracusa
Il 29-8-1953 una piccola statuetta "pianse" per giorni. In poco tempo circa 3 milioni di persone visitarono il luogo. L'evento è stato filmato mentre avveniva !
 
  Search video         Search con Goolge

Parte del Messaggio della III apparizione di Fatima e la grande e rarissima Aurora boreale del 1938 in Europa.

La terza apparizione  (13 luglio 1917) -  (Estratto):
(che andò a costituire anche la III parte del "Segreto" di
Fatima)
"…La guerra sta per finire (si tratta della Prima guerra mondiale 1914-1918); ma se non smetteranno di offendere Dio, durante il Pontificato di Papa Pio XI
(che poi venne eletto Papa dal 6-2-1922 al 10-2-1939) ne comincerà un'altra ancora peggiore. Quando vedrete una notte illuminata da una luce sconosciuta (Lucia ritenne che la "straordinaria" Aurora boreale nella notte del 25 gennaio 1938 era il segno di Dio per l'inizio della guerra), sappiate che è il grande segno che Dio vi dà che sta per castigare il mondo per i suoi crimini, per mezzo della guerra, della fame e delle persecuzioni alla Chiesa e al Santo Padre. …."

La grande Aurora boreale del 1938 visibile anche in Italia.
Nella notte tra il 25 e il 26 gennaio del 1938 (dalle ore 20,45 all’1,15 con brevi intervalli) si verificò una grandiosa e vastissima Aurora boreale, evento rarissimo alle latitudini dell'Europa meridionale;in Italia fu soprattutto visibile in Piemonte e si vide addirittura sino a Napoli; tutta la stampa ne parlò.

Una curiosità: nel suo discorso al Reichstag del 30-1-1939 Hitler dichiarò di aver deciso l’invasione dell’Austria (l'Anschluss) proprio nel gennaio 1938.
(La guerra scoppiò l'1-9-1939 a seguito dell’invasione della Polonia da parte della Germania).

La fissazione della data della Santa Pasqua cristiana

La data della festività della Santa Pasqua cristiana venne stabilita dal Concilio ecumenico di Nicea (*) (325 d.C.): il giorno della Pasqua doveva essere la prima domenica successiva alla prima Luna piena seguente l'Equinozio di Primavera e quest’ultimo venne fissato al 21 marzo di ogni anno. Era vigente a quei tempi il calendario Giuliano che restò in vigore sino al 1582, data di introduzione del nuovo calendario Gregoriano ancor oggi adottato. Nel rispetto della tradizione, che per la Chiesa cattolica è molto importante, non vengono utilizzate le moderne e precise conoscenze astronomiche per l’esatto calcolo della Pasqua.

(*) In questo primo Concilio "ecumenico o universale", tenutosi sotto il Pontificato di Papa Silvestro I,  finalizzato anche a contrastare l’eresia di Ario che negava l’identità tra Padre e Figlio e sottraeva alla Chiesa il carattere di soprannaturalità, ebbe luogo la proclamazione del dogma della Trinità.

 
 
Madre Teresa di Calcutta  -  Gonxha (Agnese) Bojaxhiu

Figura tra le più carismatiche del XX secolo, Madre Teresa nacque a Skopje il 27 agosto 1910 e morì a Calcutta il 5 settembre 1997, dedicò l'intera sua vita agli emarginati e ai poveri di Calcutta e ottenne nel 1979 il premio Nobel per la Pace. E’ stata proclamata Beata il 19 ottobre 2003.

 

Se il bambino...

Se il bambino vive nella critica, impara a condannare.
Se vive nell’ostilità, impara a litigare.
Se vive nei capricci, impara l’intolleranza.
Se vive nella superficialità, impara l’indifferenza.
Se vive nella lealtà, impara la correttezza.
Se vive nella condivisione, impara la generosità.
Se vive nell’incoraggiamento, impara la fiducia.
Se vive nella tolleranza, impara la pazienza.
Se vive nella franchezza, impara la verità.
Se vive nell’onestà, impara la giustizia.
Se vive nell’amore, impara ad amare e
a costruire per tutti un mondo migliore.
 
(Dorothy Law Nolte)

 

Il discusso film sulla Passione del Cristo

Alcuni errori e/o imprecisioni e/o omissioni presenti a mio avviso nel violento seppur abbastanza realistico, film “The Passion of the Christ” (2004) diretto da Mel Gibson, rispetto al testo dei Vangeli. Il film comunque è stato (e forse giustamente) attaccato da gran parte della critica. La fonte del film, a parte i vangeli, è costituita anche dalle visioni della mistica e stigmatizzata tedesca Anna Katharina Emmerick (1774-1824).

Gesù subì una fustigazione con 32 colpi di verghe, seguita da una flagellazione con 35 colpi di flagrum che era un flagello con sei terminali con pezzi di osso e di ferro: non si parla nei Vangeli della preventiva fustigazione; inoltre, sempre in base alla Sindone, gli fu messa sulla sua testa non una corona ma un casco di spine che bucò il cuoio capelluto in una cinquantina di punti e subì anche un colpo di bastone che gli schiacciò e gli deviò il naso.

Nel film in questione la Maddalena è clamorosamente la stessa adultera perdonata da Gesù: nei Vangeli non esiste tale coincidenza.

Gesù non trasportò l’intera Croce come appare nel film ma soltanto il braccio orizzontale (il patibulum) perché quello verticale (lo stipes) era già eretto nel luogo dell’esecuzione.

L’iscrizione o titulum è nel film solo in due lingue (ebraico e latino): manca l’iscrizione anche nella lingua greca.

La tunica di Gesù, che nel film viene strappata, secondo i Vangeli invece venne tirata a sorte dai soldati sotto la Croce.

I chiodi gli furono infissi nei polsi e non nelle palme delle mani come si vede nel film.

Gesù morì, pare, con “un alto grido” e non con un sospiro.

Dopo la sua morte il velo del Tempio si squarciò in due ma non crollò come invece succede nel film.

Certamente Gesù soffrì fisicamente e spiritualmente molto di più di quanto appare nel film.

 
 

 “Fratello, ricordati che devi anche morire !”

«Anima mia, diceva un ricco, tu hai messo da parte una quantità di beni per moltissimi anni: riposati; mangia, bevi, datti bel tempo. Ma Dio gli disse: Stolto, in questa stessa notte ti sarà richiesta l'anima tua » (Lc 12,19-20).

 

Una curiosità! E' raro sentire una registrazione audio di una persona nata nel lontano 1810.

Esiste un compact disk con brani di musica lirica nel quale è presente anche la preghiera dell'Ave Maria recitata dal cardinale Gioacchino Pecci (1810-1903) nato a Carpineto (Anagni), già vescovo di Perugia, che divenne Papa nel 1878 con il nome di Leone XIII.

CLICCA QUI  per ascoltare e/o scaricare il file audio mp3 (702 Kb).

Il compact disk (CD - Opal 9823) è il seguente: 
"Alessandro Moreschi" - "The last castrato"
(complete Vatican recordings)  Pearl - made in England
(Pope Leone XIII, voice recorded, 5-2-1903) - (Yale University Collection)

Papa Leone XIII è tra l'altro ricordato anche per l'enciclica Rerum Novarum del 1891.

L'effimera esistenza materiale!

Secondo le teorie più accreditate ed ormai scientificamente provate il nostro Universo esiste da circa 14 miliardi di anni. Se consideriamo che la vita media di un essere umano di un paese industrializzato è di circa 75 anni, possiamo, con una semplice proporzione,  affermare che l'esistenza umana corrisponde, rispetto all'età dell'Universo, a soli 2 milionesimi di secondo: è come se vi dicessi: "ci vediamo alle 5 o alle ore 5 e 2 milionesimi di secondo". Quale sarebbe la differenza temporale? Ciò è ancora più, diciamo significativo, se si pensa che l'Universo dove viviamo è "appena" nato e che durerà miliardi e miliardi di anni !                                            (Pietro Musilli)

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 ALCUNI  PERIODI  TRISTI  NELLA  STORIA  DEL  PAPATO 

Papa Formoso (891-896) fu accusato dal nuovo Papa Stefano VI, anche su pressioni esterne, di essere diventato Papa senza averne il diritto poiché era vescovo di un altra località e quindi non avrebbe potuto essere eletto in Roma.
Il cadavere dell'innocente Papa fu disseppellito dopo ben nove mesi, fu rivestito con il suo abbigliamento papale e fu portato di fronte al Sinodo dove un diacono aveva l'obbligo di rispondere al posto del cadavere alle contestazioni degli accusatori. Ci fu poi una sentenza di indegnità, di irregolarità della sua elezione e di invalidità dei suoi atti.
Il cadavere del Papa fu quindi rispogliato, gli furono mozzate due dita, quelle con cui benediceva e firmava gli atti e infine fu gettato nel Tevere.
In seguito il suo corpo sarà recuperato e riportato nella sua tomba a San Pietro.

Marozia, sposa di Alberico di Spoleto, assieme al marchese Guido di Tuscia fece soffocare, pare con un guanciale, Papa Giovanni X (928).
Dopo altri due brevi pontificati, la sposa di Alberico fece salire al Soglio pontificio Giovanni XI  (931-935); quest'ultimo, secondo Liutprando era il figlio illegittimo di Marozia e di Papa Sergio III.

Il Papa Giovanni XII (955-964) che aveva circa venti anni e che condusse una vita non propriamente da Santo Padre.

Il Papa Benedetto IX fu Papa tre volte: la I volta dal 1032 al 1044; dopo esser stato in seguito deposto diventò di nuovo Pontefice nel 1045; poi si vendette la carica e la riprese nel 1047; infine, nel 1048 venne definitivamente allontanato.

Non dimentichiamoci dell'antisemitismo dei secoli scorsi !

Ed ecco altri Papi che sembra non abbiano avuto una proprio perfetta reputazione:

Innocenzo VIII (1484-1492) che, tra l'altro, fece diventare cardinale il quattordicenne Giovanni Dè Medici, il futuro Papa Leone X.

Alessandro VI (Rodrigo Borgia, Papa da 1492 al 1503): ebbe molti figli e quando era ancora cardinale (a quasi sessanta anni d’età) ebbe come amante Giulia Farnese, che addirittura pare che non aveva ancora compiuto i  quindici anni.

Infine, secondo David Yallop, autore del noto libro (in qualche punto un po' fantasioso) "In nome di Dio", Tullio Pironti editore, 1984, è considerata una triste pagina della storia del Papato anche ciò che accadde tra le ore 21,30 del 28-9-1978 e le ore 4,45 del giorno seguente, quando fu rinvenuto il corpo senza vita di Papa Giovanni Paolo I (Albino Luciani).

Il famoso pessimo titolo irriverente con la notizia della morte del Papa!
Il quotidiano "Lotta continua" il 30-9-1978 annunciò la morte di Giovanni Paolo I (Albino Luciani) con l’irriverente titolo: “ E’ rimorto il papa. Albino Luciani ha smesso di ridere”. Tale quotidiano già aveva pubblicato negli ultimi 2 mesi: “E’ morto il papa” e “ Hanno fatto il papa”.

In base alle rivelazioni di Yallop, nel settembre del 1997, un gruppo di parlamentari italiani ha chiesto la riapertura del clamoroso caso e sono stati presentati alcuni atti di atti di sindacato ispettivo  alla Camera e al Senato.

E se il cosiddetto Segreto (o, meglio, Messaggio) di Fatima dove si parla del  "Vescovo vestito di bianco che cade”, si riferisse non a Papa Giovanni Paolo II  (che venne soltanto ferito, grazie a Dio, nel 1981), ma a Papa Giovanni Paolo I (Albino Luciani) che morì improvvisamente dopo soli 33 giorni di Pontificato?

Secondo l'ipotesi - secondo molti fantasiosa - di Yallop, le persone qui di seguito elencate avrebbero fatto di tutto per "ostacolare" (e non solo per lo scandalo IOR) Papa Luciani: costoro sono: Licio Gelli (nel 1978 tra i gli uomini più potenti del mondo e che, tra l'altro, quando telefonava (e ricattava) a Calvi talvolta usava "curiosamente" l'appellativo di Ing.Luciani), Michele Sindona, Roberto Calvi, Umberto Ortolani, il cardinale Marcinkus, il Segretario di Stato del Vaticano Jean Villot. Si ricorda infine che il 12-9-1978 il settimanale "OP" diretto dal massone Mino Pecorelli, poi assassinato, pubblicò un articolo "La Grande Loggia Vaticana", con un elenco di 121 nominativi di esponenti vaticani e di alti prelati indicati quali affiliati alla Massoneria.  Misteri d'Italia - Link

Il Papa matematico !

Gerberto D'Aurillac (945-1003)
Venne eletto Papa con il nome di Silvestro II, è stato un importante matematico del suo tempo, contribuì alla diffusione in Europa del sistema di numerazione indo-arabo e fece introdurre lo "zero".

La domanda fondamentale:  PERCHE’ C’E’ QUALCOSA ANZICHE’ IL NULLA ?

 

Ennio De Giorgi, un grande matematico italiano (1928-1996).

“ All'inizio e alla fine abbiamo il mistero. Potremmo dire che abbiamo il disegno di Dio.
A questo mistero la matematica ci avvicina, senza penetrarlo ”.  (Ennio De Giorgi)





 

"In  principio era  il Verbo e il Verbo era la singolarità"; Dio è anche Singolarità!



 
Costanti universali, modelli, fatti, concetti, teorie, realtà, ecc.
importanti, singolari, e in parte incomprensibili del nostro Universo !
Il "Big Bang" e il concetto di singolarità: la scienza spiega il come e il dopo, ma logicamente né il prima e né il perché del Big Bang.

La cosiddetta "Era inflazionaria" durante la quale il nostro Universo, tra l’incredibile tempo di 10-35 e 10-32 secondi, si è espanso di 1050cm !

L’asimmetria tra materia e antimateria, presente subito dopo il Big Bang, di una sola parte su un miliardo a favore della materia, la quale non ha consentito la loro totale annichilazione.

Le quattro forze o, più correttamente, interazioni presenti ovunque nel nostro Universo sono:
1) Forza gravitazionale
2) Forza elettromagnetica
3) Forza forte
4) Forza debole
Oltre a queste quattro "forze" esiste, come sembra sia stato rilevato già dal 2000, un’altra "Forza", "del vuoto" espansiva, (legata in un certo senso alla teoria dell'Inflazione) che determina un’accelerazione nell’espansione dell’Universo.

La carica dell’elettrone, la carica e la massa del protone, nonché la piccola differenza nella quantità della massa tra il protone e il neutrone.

La costante di Planck, 6,626 x 10-34 Joule, che corrisponde alla più piccola quantità di energia esistente nel nostro Universo.

Il principio di indeterminazione di Heisenberg.

Il c.d. dualismo onda/particella e il limite della velocità della luce.

La Cromodinamica quantistica con i 6 tipi di quark, i 3 "colori" e gli spin.

L’esperimento della "doppia fenditura" (Young e Schrödinger).

La giusta densità dell'Universo, né troppo grande e né  troppo piccola.

La giusto valore della costante d'accoppiamento nucleare (elio/idrogeno).

10-33 cm: ovvero l’incredibile presunta grandezza del nostro Universo nel momento del Big Bang.

10-43 sec: ovvero il c.d. "Tempo di Planck", una frazione piccolissima di tempo poco dopo il Big Bang, oltre il quale non si può indagare.

L’esperimento E.P.R. (Einstein – Podolsky – Rosen).

La teoria delle supercorde e la matrice "S".

Il 96% circa del nostro Universo non è "visibile". Infatti, il 74 % è costituito da energia oscura e il 22% è composto da materia oscura.

Il concetto di singolarità e i buchi neri.

La presunta esistenza di una pluralità di Universi.