Il Poetto di Cagliari...    Pag. 2

.
.
.
.

Il primo era una succursale dei Bagni Carboni, che pi¨ tardi si chiamerÓ "D'Aquila" dal nome dei nuovi proprietari e il secondo "Il Lido" nato dall'iniziativa di Gaetano Usai. Divennero dunque il centro dell'estate cagliaritana riempendosi di persone che cercavano di dimenticare l'angoscia provocata dal primo conflitto mondiale.

clicca per ingrandire

i

Il successo del poetto fu decretato anche dalla possibilitÓ di poter utilizzare i torpedoni della ditta "Del Corvo" o in alternativa un trenino a vapore mentre la zona della Plaia era servita da un autobus sgangherato che aveva sostituito la diligenza a cavalli. Le rotonde dei due stabilimenti divennero quindi meta della giovent¨ cagliaritana che nelle notti estive si cimentava nei balli come lo "schimmy" o "foxtrot".

.