A PROPOSITO DI COERENZA

Sgombro subito il campo da possibili equivoci. Questa non è una dissertazione filosofica, ma solo una riflessione su quanto è accaduto nel Consiglio Comunale del 20 luglio 2000. Certo ai più che erano in vacanza apparirà ben strana questa data ma, invece, non è un errore. Si è voluto decidere del Multiplex dopo la metà di luglio!!! Ammetto che la mia mancanza in altro periodo sarebbe stata quantomeno equivoca, ma ho la coscienza pulita, visto che la data decisa, oltre a mettere in una posizione discutibile chi l'ha scelta, è stata più volte modificata, rendendo ancora più improbabile lo spostamento di un viaggio lungo, costoso e premio di laurea. Non vorrei sottolineare inoltre il fatto che la notizia della mia partenza era già nota da almeno un mese a quasi tutti.

Al di là di tutto ciò, tornata ho scoperto, con mia sorpresa, che nonostante all'O.d.G. del consiglio ci fosse la spinosa questione Multiplex a Q.re Tessera, molti consiglieri hanno ben pensato di disquisire sulla coerenza della sottoscritta e di Rifondazione Comunista. Inutile ricordare che neanche il nostro comunicato è stato letto, adducendo scuse che appaiono chiare solo alla luce del contenuto dello stesso (contrario alla posizione omologata della maggioranza).

Cari colleghi la coerenza si misura sul tempo e sugli atti e certo mi spiace che, pur sapendo la verità, abbiate deciso di accusarmi, perdendo l'occasione di far sentire la vostra voce. Abbiamo portato avanti una battaglia da soli all'inizio e seguiti da pochi successivamente: lo sgambetto, lo ammettiamo ci ha fatti cadere, ma non crediamo che la battaglia sia finita. Non ci siamo ancora arresi.

In ultimo ringraziando tutte le forze che hanno fatto loro la nostra battaglia, pur lontani da noi politicamente, vorrei porre a tutti voi una domanda: dov'è la coerenza di tutti coloro che stanno facendo della salvaguardia dell'ambiente, delle città vivibili e a misura di bambino e della battaglia contro gli alberi abbattuti i loro principi e valori?

La Capogruppo Consiliare
di Rifondazione Comunista

Valeria Mulas